Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  N. 5 2017

Cosa dovreste sapere sul risparmio energetico

Cosa dovreste sapere sul risparmio energetico

DIPENDIAMO dall’energia per riscaldare e rinfrescare la nostra casa, rifornire di carburante i nostri mezzi di trasporto e svolgere molte attività quotidiane. Eppure molte persone in ogni parte del mondo affrontano seri problemi legati all’energia.

Per Gary, che vive in Sudafrica, “il crescente costo del carburante” è un grosso problema. Jennifer, nelle Filippine, è preoccupata per l’affidabilità della fornitura energetica, dal momento che “le interruzioni nell’erogazione dell’energia sono la norma”. Fernando, che vive nel Salvador, dice di essere “preoccupato per l’impatto ambientale”, dato che in molti luoghi del mondo le fonti di energia inquinano l’ambiente.

Forse ci chiediamo cosa possiamo fare individualmente per affrontare questi problemi.

Tutti noi possiamo scegliere di fare un uso attento dell’energia, sia cercando di usarne il meno possibile sia utilizzandola nel modo migliore. Consumare meno energia ha dei vantaggi: permette di risparmiare e aiuta a proteggere l’ambiente, non pesando ulteriormente sulla crescente domanda di energia.

Ecco tre ambiti in cui possiamo risparmiare energia: a casa, con i mezzi di trasporto e nelle attività quotidiane.

CASA

Usate il riscaldamento e l’aria condizionata senza sprechi. Secondo uno studio condotto in Gran Bretagna, impostare il termostato in inverno a soli due gradi in meno è il modo migliore per risparmiare energia nell’arco dell’anno. Anche Derek, che vive in Canada, la pensa così: “Indossare maglioni più pesanti invece di mettere al massimo il riscaldamento fa risparmiare energia”.

Lo stesso principio vale anche per rinfrescare gli ambienti dove il clima è più caldo. Rodolfo, nelle Filippine, limita l’uso del condizionatore impostando con accortezza il termostato. Perché? Rodolfo dice: “Risparmiamo sulla bolletta e non sprechiamo energia”.

Tenete chiuse porte e finestre quando riscaldate o rinfrescate la casa. * Possiamo evitare di sprecare energia limitando le dispersioni, sia di calore sia di aria fresca. Per esempio, lasciare una porta aperta in inverno aumenta drasticamente la quantità di energia necessaria a riscaldare quell’ambiente.

Oltre a tenere semplicemente chiuse finestre e porte, alcuni hanno ridotto ulteriormente il consumo di energia domestica migliorando l’isolamento termico e installando finestre a risparmio energetico.

Usate lampadine a risparmio energetico. “Invece di usare le normali lampadine a incandescenza, abbiamo iniziato a usare lampadine  a basso consumo”, dice Jennifer, menzionata prima. Anche se questo tipo di illuminazione ha generalmente un costo iniziale più elevato, il consumo di energia è decisamente inferiore, permettendo così un notevole risparmio a lungo termine.

MEZZI DI TRASPORTO

Se possibile, usate i mezzi pubblici. “Vado al lavoro in treno o in bici ogni volta che posso”, dice Andrew, dalla Gran Bretagna. Al riguardo un libro dice: “Le automobili consumano almeno il triplo di energia per passeggero rispetto ad autobus o treni per il traffico locale” (Energy: What Everyone Needs to Know).

Pianificate gli spostamenti. Se vi organizzate in anticipo potete ridurre il numero degli spostamenti che dovete fare, risparmiando così energia, tempo e denaro.

Jethro, che vive nelle Filippine, ha l’abitudine di stabilire quanto spendere mensilmente per la benzina della sua macchina e dice: “Questo mi permette di organizzare meglio i miei spostamenti”.

ATTIVITÀ QUOTIDIANE

Non sprecate l’acqua calda. Secondo uno studio condotto in Australia, “l’energia impiegata per il riscaldamento dell’acqua a livello domestico corrisponde in media all’1,3 per cento dell’energia totale usata nelle città australiane, e rappresenta il 27 per cento dell’energia totale consumata in casa”.

Dato che per produrre acqua calda serve energia, meno acqua calda si usa e meno energia si consuma. Infatti Victor, che vive in Sudafrica, dice: “Quando facciamo la doccia, cerchiamo di usare meno acqua calda possibile”. Secondo lo scienziato Steven Kenway, “non sprecare acqua calda ha molti vantaggi”, perché “riduce i consumi di acqua ed energia, riduce la domanda complessiva di energia e costituisce un taglio alle spese domestiche”.

Spegneteli. Spegnete luci, elettrodomestici e altri apparecchi elettronici come TV e computer. Anche quando sono spenti, molti apparecchi consumano corrente nonostante siano in modalità standby. Per aumentare il risparmio, alcuni esperti consigliano di scollegarli dalla fonte di energia o di utilizzare una presa multipla per disattivare anche la modalità standby. Fernando, citato prima, ha preso questa abitudine e dice: “Spengo le luci e scollego gli apparecchi che non sto usando”.

A livello individuale forse possiamo fare poco per risolvere i problemi legati ai costi energetici o all’ambiente, ma possiamo scegliere di fare un uso consapevole delle risorse energetiche. Persone in tutto il mondo stanno cercando di fare proprio questo. È vero, risparmiare energia può richiedere più impegno e pianificazione, ma ne vale la pena. Valeria, che vive in Messico, dice: “Risparmio denaro e proteggo l’ambiente”.

^ par. 10 Per usare in modo corretto gli apparecchi per il riscaldamento o il condizionamento dell’aria, seguite attentamente le istruzioni del produttore. Alcuni apparecchi, ad esempio, necessitano di una presa d’aria esterna o prevedono che si lasci una porta o una finestra aperta.

Per saperne di più

LA TORRE DI GUARDIA

L’uomo rovinerà la terra in modo irreparabile?

La Bibbia prediceva non solo l’attuale distruzione dell’ambiente, ma anche a cosa avrebbe portato.

COSA INSEGNA REALMENTE LA BIBBIA?

Qual è il proposito di Dio per la terra?

Il proposito di Dio di trasformare la terra in un paradiso si realizzerà mai? Se sì, quando?