Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  N. 4 2016

Cosa dice la Bibbia dell’omosessualità?

Cosa dice la Bibbia dell’omosessualità?

IN MOLTI paesi il matrimonio gay è ancora oggetto di controversia. Negli Stati Uniti invece, nel 2015, la Corte Suprema lo ha dichiarato legale in tutta la nazione, e le ricerche in Internet su questo argomento sono subito schizzate alle stelle. Una delle domande più comuni è stata: “Cosa dice la Bibbia dei matrimoni gay?”

La Bibbia non parla nello specifico dei diritti legali che riguardano il matrimonio tra persone dello stesso sesso. In realtà quello che dovremmo chiederci è: cosa dice la Bibbia dell’omosessualità?

Molti credono di saperlo, ma non hanno mai esaminato veramente la Bibbia; le risposte che danno, infatti, sono contraddittorie. Alcuni affermano che la Bibbia sia chiaramente contro i gay. Altri dicono che il comando biblico di amare il prossimo giustifichi qualunque scelta in campo sessuale (Romani 13:9).

COSA DICE LA BIBBIA?

Secondo voi, quale di queste affermazioni è vera?

  1. La Bibbia condanna gli atti omosessuali.

  2. La Bibbia ammette gli atti omosessuali.

  3. La Bibbia promuove l’omofobia (odio o pregiudizio nei confronti degli omosessuali).

RISPOSTE:

  1. VERO. La Bibbia menziona gli “uomini che giacciono con uomini” tra coloro che “non erediteranno il regno di Dio” (1 Corinti 6:9, 10). Lo stesso vale anche per le donne che compiono atti omosessuali (Romani 1:26).

  2. FALSO. La Bibbia insegna che i rapporti sessuali sono ammessi solo tra un uomo e una donna sposati tra loro (Genesi 1:27, 28; Proverbi 5:18, 19).

  3. FALSO. Anche se la Bibbia condanna gli atti omosessuali, non fomenta affatto né il pregiudizio né i crimini d’odio né qualunque altro tipo di maltrattamento nei confronti degli omosessuali (Romani 12:18). [1]

 Cosa credono i Testimoni di Geova?

I Testimoni di Geova sono convinti che seguire il codice morale della Bibbia sia il miglior modo di vivere, e scelgono di attenersi a tale codice (Isaia 48:17). [2] I Testimoni di Geova respingono pertanto qualunque tipo di condotta sessuale in contrasto con i princìpi biblici, inclusa l’omosessualità (1 Corinti 6:18). [3] I Testimoni hanno scelto questo stile di vita, ed è loro diritto farlo.

I Testimoni di Geova si sforzano di seguire la regola aurea trattando gli altri come vorrebbero essere trattati loro

Nello stesso tempo, però, i Testimoni di Geova cercano di ‘perseguire la pace con tutti’ (Ebrei 12:14). Non approvano gli atti omosessuali, ma non impongono ad altri le loro idee; non prendono parte a crimini omofobici né sono contenti quando sanno che vengono commessi. I Testimoni di Geova si sforzano di seguire la regola aurea trattando gli altri come vorrebbero essere trattati loro (Matteo 7:12).

La Bibbia alimenta il pregiudizio?

Alcuni, però, sostengono che la Bibbia alimenta il pregiudizio nei confronti degli omosessuali, e considerano intollerante chi si attiene al suo codice morale. Affermano che, quando venne scritta la Bibbia, le persone avevano una mentalità chiusa, mentre oggi siamo abituati ad accettare persone di ogni razza, nazionalità e orientamento sessuale. Secondo loro non approvare l’omosessualità è come non accettare una persona che ha un diverso colore della pelle. Ma è un paragone valido? No. Perché?

Perché c’è differenza tra respingere gli atti omosessuali e respingere gli omosessuali. La Bibbia dice che i cristiani devono mostrare rispetto per qualsiasi tipo di persona (1 Pietro 2:17). [4] Ma questo non significa che debbano accettare qualsiasi tipo di condotta.

Prendiamo l’esempio del fumo. Forse vi dà fastidio e siete convinti che faccia male. Se aveste un collega di lavoro che fuma, verreste considerati di mentalità chiusa solo perché la pensate diversamente da lui? Il fatto che lui fumi e voi no significherebbe automaticamente che avete dei pregiudizi nei suoi confronti? Se il vostro collega pretendesse che cambiaste idea sul fumo, non sarebbe lui quello di mentalità chiusa e intollerante?

I Testimoni di Geova scelgono di vivere secondo il codice morale stabilito dalla Bibbia. Non approvano i comportamenti che vengono condannati dalla Bibbia. Ma non prendono in giro le persone che vivono in modo diverso da loro, né le trattano male.

Il punto di vista della Bibbia è crudele?

Che dire delle persone con tendenze omosessuali? Se le avessero dalla nascita, non sarebbe crudele dire che non dovrebbero assecondare la loro inclinazione?

Anche se la Bibbia non parla dell’omosessualità dal punto di vista biologico, riconosce che certe caratteristiche possono essere profondamente radicate. Tuttavia la Bibbia dice che, per piacere a Dio, dobbiamo evitare alcuni comportamenti, tra cui gli atti omosessuali (2 Corinti 10:4, 5).

Alcuni direbbero che il punto di vista della Bibbia è crudele. Questo ragionamento, però, parte dal presupposto che una persona deve assecondare i propri impulsi e che gli impulsi sessuali in particolare sono così forti che non devono e non possono essere tenuti a freno. In realtà, la Bibbia conferisce dignità agli esseri umani assicurando loro che sono in grado di controllare i propri impulsi. A differenza degli animali, le persone possono scegliere di non seguire l’istinto (Colossesi 3:5). [5]

Considerate questo esempio: alcuni esperti dicono che certi comportamenti, come gli scatti violenti, potrebbero avere una base genetica.  Anche se non parla della violenza dal punto di vista biologico, la Bibbia riconosce che ci sono persone che ‘si danno all’ira’ e ‘sono inclini al furore’ (Proverbi 22:24; 29:22). Ma la Bibbia dice anche: “Lascia stare l’ira e abbandona il furore” (Salmo 37:8; Efesini 4:31).

In pochi dissentirebbero su questo consiglio o direbbero che è crudele verso chi tende a essere violento. In effetti, anche quegli esperti che ritengono che l’ira faccia parte del corredo genetico cercano comunque di aiutare le persone a controllare tali tendenze.

I Testimoni di Geova assumono una posizione simile nei confronti di qualsiasi condotta che sia in contrasto con le norme della Bibbia, compresi i rapporti eterosessuali tra due persone non sposate tra loro. In tutti questi casi vale il seguente consiglio biblico: “Ciascuno di voi sappia trattare il proprio corpo con santità e rispetto, senza lasciarsi dominare dalla passione” (1 Tessalonicesi 4:4, 5, CEI).

“Questo eravate alcuni di voi”

Nel I secolo coloro che volevano abbracciare il cristianesimo avevano culture e stili di vita diversi, e alcuni di loro cambiarono radicalmente modo di vivere. Per esempio la Bibbia parla di ‘fornicatori, idolatri, adulteri, uomini che giacciono con uomini’, e poi aggiunge: “Questo eravate alcuni di voi” (1 Corinti 6:9-11).

Con le parole “questo eravate alcuni di voi”, la Bibbia vuole forse dire che quelle persone, smettendo di compiere atti omosessuali, non avevano mai più provato desideri omosessuali? Difficilmente, visto che la Bibbia dà anche questa esortazione: “Continuate a camminare secondo lo spirito e non seguirete nessun desiderio carnale” (Galati 5:16).

Quindi la Bibbia non dice che un cristiano non proverà mai un desiderio sbagliato. Dice piuttosto che lui, o lei, sceglie di non assecondare quei desideri. Impara a tenerli sotto controllo e non si sofferma su quei desideri per non arrivare al punto di cedere (Giacomo 1:14, 15). [6]

La Bibbia fa pertanto una distinzione tra tendenze e azioni (Romani 7:16-25). Una persona che ha inclinazioni omosessuali può controllare i pensieri su cui si sofferma, proprio come controllerebbe qualunque altro desiderio errato, come la tendenza a commettere adulterio o a cedere alla rabbia e all’avidità (1 Corinti 9:27; 2 Pietro 2:14, 15).

Anche se i Testimoni di Geova si attengono al codice morale contenuto nella Bibbia, non impongono le loro idee agli altri e non si battono per cambiare le leggi che tutelano i diritti umani di chi ha uno stile di vita diverso dal loro. Predicano un messaggio positivo e sono felici di parlarne con tutti quelli che desiderano ascoltarlo (Atti 20:20).

^ 1. Romani 12:18: “Siate pacifici con tutti gli uomini”.

^ 2. Isaia 48:17: “Io, Geova, sono il tuo Dio, Colui che ti insegna per il tuo beneficio”.

^ 3. 1 Corinti 6:18: “Fuggite la fornicazione”.

^ 4. 1 Pietro 2:17: “Onorate uomini di ogni sorta”.

^ 5. Colossesi 3:5: “Fate morire perciò le membra del vostro corpo che sono sulla terra rispetto a fornicazione, impurità, appetito sessuale”.

^ 6. Giacomo 1:14, 15: “Ciascuno è provato essendo attirato e adescato dal proprio desiderio. Quindi il desiderio, quando è divenuto fertile, partorisce il peccato”.