Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  dicembre 2015

 IL PUNTO DI VISTA BIBLICO

L’anima

L’anima

Le religioni danno spiegazioni contrastanti sull’anima e su quello che accade dopo la morte. La spiegazione che dà la Bibbia invece è chiara.

L’anima è immortale?

COSA DICONO ALCUNI

Molti credono che l’anima sia immortale. Alcuni pensano che l’anima rinasca di continuo e che si ripresenti in un nuovo corpo dopo che quello precedente è morto. Altri sostengono che dopo la morte l’anima vada in un reame diverso, come ad esempio il paradiso o l’inferno.

COSA DICE LA BIBBIA

La Bibbia non sostiene che l’anima sia immortale. Dice spesso che può morire. Il profeta Ezechiele, che Dio usò per scrivere una parte della Bibbia, afferma che un’anima può essere punita con la morte. In un’altra circostanza, la Bibbia usa il termine “anima morta” in riferimento a un corpo morto (Levitico 21:11). Evidentemente la Bibbia non insegna che l’anima sia immortale.

“L’anima che pecca, essa stessa morirà” (Ezechiele 18:20)

L’anima è separata dal corpo?

COSA DICONO ALCUNI

L’anima dà vita al corpo ma quando la persona muore se ne va.

COSA DICE LA BIBBIA

Il brano biblico di Genesi 46:18 parla di una madre che partorisce delle “anime”, cioè delle persone viventi, che respirano. Il termine ebraico usato nella Bibbia per “anima” può essere infatti tradotto “uno che respira”. Qualche volta questo termine è anche usato in riferimento agli animali. Inoltre, la Bibbia dice che l’anima ha bisogno di cibo (Deuteronomio 12:20). Se l’anima fosse un’entità separata dal corpo avrebbe bisogno di respirare o di mangiare? Nella Bibbia la parola “anima” quasi sempre si riferisce all’intera persona in vita, il che include il corpo, i sentimenti e la personalità.

“Essa partorì [...] sedici anime” (Genesi 46:18)

 Alla morte cosa accade all’anima?

COSA DICE LA BIBBIA

Dato che alla morte il corpo deperisce, “non c’è lavoro né disegno né conoscenza né sapienza nello Sceol [ovvero la tomba]” (Ecclesiaste 9:10). Le Scritture dicono in modo chiaro che quando qualcuno muore “ritorna alla terra, e in quello stesso giorno i suoi progetti periscono” (Salmo 146:4, La Nuova Diodati). Un’anima morta si trova in uno stato di inattività. Ecco perché spesso le Scritture si riferiscono metaforicamente a chi è morto come a qualcuno che “dorme” (Matteo 9:24).

PERCHÉ HA IMPORTANZA?

Quando qualcuno che amiamo muore, vogliamo avere risposta a domande come: Dove si trova? In che condizione è? Sta soffrendo? Dato che la Bibbia ci assicura che i morti si trovano in uno stato di incoscienza, ci conforta sapere che i cari che abbiamo perso non soffrono più. E possiamo provare ancora più sollievo sapendo che Geova promette di riportare in vita le anime morte in un prossimo futuro (Isaia 26:19).

“In quanto ai morti, non sono consci di nulla” (Ecclesiaste 9:5)

Per saperne di più

LA TORRE DI GUARDIA

Menzogna n. 3: Dio è crudele

Molti credono che Dio infligga ai peccatori una punizione eterna. Dio è crudele? Cosa accade alla morte?

BIBBIA: DOMANDE E RISPOSTE

Cos’è la risurrezione?

Chi sarà risuscitato? La risposta potrebbe sorprendervi.