Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  luglio 2015

 IL PUNTO DI VISTA BIBLICO

Lavoro

Lavoro

Anche se la Bibbia è un libro antico i suoi princìpi sono intramontabili. Quello che dice riguardo al lavoro è valido oggi come lo era ai giorni in cui fu scritta.

Qual è il giusto concetto del lavoro?

COSA DICONO ALCUNI

Per sopravvivere nel competitivo mondo del lavoro devi mettere la tua occupazione al di sopra di tutto. A causa di questo atteggiamento alcuni si fanno così prendere dal lavoro che trascurano famiglia e salute.

COSA DICE LA BIBBIA

La Bibbia incoraggia ad avere un punto di vista equilibrato sul lavoro. Elogia la laboriosità e condanna la pigrizia (Proverbi 6:6-11; 13:4). D’altra parte, non promuove un atteggiamento ossessivo verso il lavoro. Piuttosto incoraggia a concedersi sufficienti spazi di tempo per rilassarsi. Ecclesiaste 4:6 dice: “È meglio una manciata di riposo che una doppia manciata di duro lavoro e correr dietro al vento”. Quindi non dovremmo essere così presi dal lavoro da trascurare la nostra famiglia o la nostra salute. Non serve a nulla lavorare fino allo sfinimento.

“Non c’è di meglio per l’uomo che mangiare e bere e godersi il frutto delle sue fatiche” (Qoèlet [Ecclesiaste] 2:24, CEI)

 È importante il tipo di lavoro che si svolge?

COSA DICONO ALCUNI

Se la paga è buona, il lavoro anche. Questo modo di pensare, insieme all’illusione di fare soldi con facilità, ha spinto alcuni a ricorrere a espedienti disonesti e persino ad accettare attività che sono contro la legge.

Altri, condizionati da filosofie come “insegui i tuoi sogni” e “fai quello che ti piace davvero”, sono disposti ad accettare solo impieghi che procurino loro una continua emozione. Se ciò che fanno non rappresenta la loro massima aspirazione o non li entusiasma più di tanto, lo considerano noioso. Di conseguenza sono scontenti del loro lavoro e fanno il minimo indispensabile. Forse arrivano anche a scartare buone opportunità lavorative solo perché non le considerano alla loro altezza.

COSA DICE LA BIBBIA

La Bibbia condanna il lavoro disonesto o che, in un modo o nell’altro, danneggia il prossimo (Levitico 19:11, 13; Romani 13:10). Svolgere la propria attività in maniera onesta, invece, è di beneficio agli altri e aiuta chi la compie a ‘mantenere una buona coscienza’ (1 Pietro 3:16).

Inoltre, la Bibbia insegna che il lavoro serve soprattutto al nobile obiettivo di guadagnarsi da vivere e provvedere ai bisogni della famiglia, oltre che a dare soddisfazione. Anche se non è assolutamente sbagliato provare piacere in quello che si fa, il lavoro dovrebbe essere uno strumento per raggiungere un obiettivo e non l’obiettivo in sé.

“Mio padre è molto impegnato. Dato che siamo testimoni di Geova, oltre al lavoro ha delle responsabilità nella congregazione che frequentiamo. Ciò nonostante, papà al lavoro fa del suo meglio. Dopo che ha finito quello che deve fare, ha comunque tempo per me, mia sorella e mia mamma. Papà ha sempre molte cose da fare ma riesce a gestirle con equilibrio” (Alannah).

A causa dell’inflazione e dell’aumento dei prezzi potremmo essere ansiosi al pensiero di come sbarcare il lunario. Tuttavia la Bibbia mette in risalto l’importanza di essere equilibrati: “Avendo nutrimento e di che coprirci, di queste cose saremo contenti” (1 Timoteo 6:8). Questo non significa che dobbiamo fare una vita di rinunce. Dobbiamo valutare onestamente le nostre possibilità ed essere ragionevoli in relazione a quanto possiamo acquistare (Luca 12:15).

COSA SIGNIFICA PER VOI

Siate laboriosi e cercate di interessarvi del vostro lavoro. Anche se quello che fate vi sembra umile o non è quello che avete sempre sognato, imparate a svolgerlo bene. Lavorare sodo aiuta a sentirsi appagati. Perciò è probabile che più diventerete bravi maggiore sarà la vostra soddisfazione.

Allo stesso tempo mostrate equilibrio. Di tanto in tanto concedetevi momenti di riposo e di svago. Dopo una giornata di duro lavoro questi momenti risultano ancora più appaganti. Inoltre quando si è in grado di provvedere alle proprie necessità si accresce l’autostima e si guadagna il rispetto degli altri, incluso quello della famiglia (2 Tessalonicesi 3:12).

“Non siate mai ansiosi, dicendo: ‘Che mangeremo?’ o: ‘Che berremo?’ o: ‘Che indosseremo?’ [...] Il vostro Padre celeste sa che avete bisogno di tutte queste cose” (Matteo 6:31, 32)

Per saperne di più

SVEGLIATEVI!

Valori fatti su misura e senza tempo: onestà

Raquel avrebbe potuto arricchirsi accettando qualche bustarella, ma ritiene che rifiutandole ha guadagnato qualcosa di più prezioso.

SVEGLIATEVI!

Come raggiungere il vero successo

Cinque passi per raggiungere il vero successo.