Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  luglio 2015

Cosa dovreste sapere sulla malaria

Cosa dovreste sapere sulla malaria

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2013 più di 198 milioni di persone sono state contagiate dalla malaria e 584.000 sono morte di conseguenza. In quasi quattro casi su cinque si trattava di bambini d’età inferiore ai 5 anni. La malaria rappresenta una minaccia in un centinaio di paesi e territori di tutto il mondo e costituisce un rischio per la vita di circa 3,2 miliardi di persone.

1 COS’È LA MALARIA?

È una malattia parassitaria. Si manifesta con febbre, brividi, abbondante sudorazione, cefalea, dolori muscolari, nausea e vomito. I sintomi potrebbero ripresentarsi ogni 48-72 ore a seconda del parassita che ha provocato la malattia e del tempo trascorso dal contagio.

2 COME SI TRASMETTE LA MALARIA?

  1. I parassiti della malaria, protozoi del genere Plasmodium, penetrano nel torrente sanguigno di un essere umano attraverso la puntura di una zanzara femmina Anopheles.

  2. I parassiti invadono le cellule del fegato, dove poi si moltiplicano.

  3. La rottura di una di queste cellule provoca il rilascio dei parassiti. I parassiti poi infettano i globuli rossi, all’interno dei quali continuano a moltiplicarsi.

  4. Quando un globulo rosso si rompe rilascia i parassiti, che colonizzano altri globuli rossi.

  5. Questo ciclo di invasione e rottura di un globulo rosso non si ferma. La persona contagiata generalmente manifesta i sintomi della malaria ad ogni successiva rottura dei globuli rossi.

 3 COME POTETE PROTEGGERVI?

Se vivete in una zona dove la malaria è endemica, fate così:

  • Dormite sotto una zanzariera. Assicuratevi che la zanzariera. . .

    • sia stata impregnata di insetticida.

    • sia priva di buchi o strappi.

    • abbia i margini completamente infilati al di sotto del materasso.

  • Usate insetticidi ad azione residuale all’interno della vostra casa.

  • Se possibile, installate zanzariere su porte e finestre e usate condizionatori d’aria e ventilatori, che possono tenere lontano le zanzare.

  • Indossate indumenti di colore chiaro che coprano completamente la pelle.

  • Per quanto possibile, evitate le zone dove c’è molta vegetazione e acqua stagnante, in cui le zanzare proliferano.

  • Se siete stati contagiati, consultate immediatamente un medico.

Se state per fare un viaggio in una zona dove la malaria è endemica, fate così:

  • Prima di partire, raccogliete informazioni aggiornate. Dato che i parassiti malarici potrebbero variare da una zona all’altra, è importante scegliere il medicinale adatto. Inoltre, potrebbe essere utile parlare con il medico di famiglia. Conoscendo la vostra storia clinica saprà darvi suggerimenti utili.

  • Durante la vostra permanenza, seguite i consigli che questo articolo rivolge a chi vive in una zona dove la malaria è endemica.

  • Se siete stati contagiati, consultate immediatamente un medico. Ricordate che i sintomi possono presentarsi da una a quattro settimane dopo il contagio.