Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  dicembre 2014

 AIUTO PER LA FAMIGLIA | MARITO E MOGLIE

Come trovare un compromesso

Come trovare un compromesso

LA SFIDA

Voi e il vostro coniuge la vedete in modo diverso su una certa questione. Avete almeno tre possibilità:

  1. Potreste insistere finché non si fa a modo vostro.

  2. Potreste arrendervi e fare come dice il vostro coniuge.

  3. Potreste trovare un compromesso.

“L’idea di trovare un compromesso non mi va giù”, potreste dire. “Mi sembra che nessuno dei due ottenga quello che vuole!”

Il compromesso, quando lo si raggiunge nel modo giusto, non implica necessariamente una soluzione che lasci entrambi scontenti. Prima però di capire come trovare un compromesso, vediamo alcune cose da sapere su questa fondamentale risorsa.

COSA DOVRESTE SAPERE

Per trovare un compromesso ci vuole lavoro di squadra. Prima di sposarvi, forse eravate abituati a prendere decisioni per conto vostro. Ora, però, le cose sono cambiate e sia voi che il vostro coniuge dovete mettere il matrimonio al di sopra delle preferenze personali. Anziché considerare questo aspetto uno svantaggio, cercate di vederne il lato positivo. “Quando due persone mettono insieme le loro idee, arrivano a una soluzione che è migliore di quella che troverebbero individualmente”, dice una donna sposata di nome Alexandra.

Per trovare un compromesso ci vuole apertura mentale. “Non è necessario essere d’accordo con tutto quello che dice o pensa il vostro partner, ma si deve prendere onestamente in considerazione la sua posizione”, scrive John Gottman, consulente matrimoniale. “Se vi sedete con le braccia incrociate e vi mettete a scuotere la testa (o pensate anche solo di farlo) quando il vostro partner cerca di parlare di un problema con voi, state certi che la discussione non vi porterà da nessuna parte”. *

Per trovare un compromesso ci vuole spirito di sacrificio. A nessuno piace stare con un marito o una moglie che crede di avere sempre ragione. È molto meglio se entrambi sono disposti a sacrificare qualcosa. “Certe volte assecondo mio marito per fargli piacere, ma altre volte è lui che asseconda me”, dice una donna sposata che si chiama June. “È così che dovrebbe essere il matrimonio: dare e ricevere, non solo ricevere”.

 COSA POTETE FARE

Iniziate col piede giusto. Il tono con cui si inizia una conversazione è spesso il tono con cui la si conclude. Se iniziate usando parole taglienti, le possibilità di arrivare a un pacifico compromesso si assottigliano. Pertanto, è utile seguire questo consiglio che dà la Bibbia: “Rivestitevi [...] di compassione, benignità, modestia di mente, mitezza e longanimità” (Colossesi 3:12). Grazie a queste qualità, voi e il vostro coniuge eviterete di litigare e potrete rimboccarvi le maniche per trovare una soluzione. (Principio biblico: Colossesi 4:6.)

Cercate un punto d’incontro. Se i vostri tentativi di trovare un compromesso non fanno altro che degenerare in accese discussioni, forse voi e il vostro coniuge vi state concentrando troppo sulle cose su cui non siete d’accordo. Concentratevi invece sulle cose su cui siete d’accordo. Per riuscire a trovare un punto d’incontro, provate a fare così:

Ognuno di voi prepari due liste. Nella prima scrivete i fattori della questione che ritenete più importanti. Nella seconda mettete quelli su cui potreste trovare un compromesso. Dopodiché, insieme confrontate le liste. Magari scoprirete che gli aspetti che considerate irrinunciabili non sono poi tanto diversi da quelli scritti dal vostro coniuge. Se è così, non dovrebbe essere troppo difficile trovare un compromesso. E anche se questi aspetti non sono gli stessi, avendo messo nero su bianco tutti gli elementi in gioco riuscirete a inquadrare meglio la situazione.

Mettete insieme le idee. Alcune questioni si possono risolvere piuttosto facilmente. In altri casi più complessi, invece, marito e moglie possono rafforzare il loro legame cercando insieme una soluzione che magari nessuno dei due avrebbe preso in considerazione per conto proprio. (Principio biblico: Ecclesiaste 4:9.)

Siate disposti a modificare il vostro punto di vista. La Bibbia dice: “Ciascuno di voi ami individualmente sua moglie così come se stesso; d’altra parte, la moglie abbia profondo rispetto per il marito” (Efesini 5:33). Quando regnano amore e rispetto, entrambi i coniugi sono disposti a considerare il punto di vista dell’altro e magari anche a cedere. Un marito che si chiama Cameron dice: “Ci sono cose che uno preferirebbe non fare ma che, grazie all’influenza del coniuge, alla fine impara ad amare”. (Principio biblico: Genesi 2:18.)

^ par. 12 Dal libro Intelligenza emotiva per la coppia, trad. di S. Mancini, RCS Libri, Milano, 1999, pp. 176-177.