Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  luglio 2014

 FRUTTO DI UN PROGETTO?

Il sistema riproduttivo della rana a gestazione gastrica

Il sistema riproduttivo della rana a gestazione gastrica

LA RANA A GESTAZIONE GASTRICA australiana, considerata estinta nel 2002, aveva un sistema riproduttivo alquanto bizzarro. La femmina inghiottiva le uova fecondate e per circa sei settimane teneva i girini in incubazione nello stomaco. Dopodiché i piccoli spuntavano dalla sua bocca quando erano già rane completamente sviluppate.

Per evitare di digerire le uova, era necessario che la madre non solo smettesse di nutrirsi ma che fermasse anche la produzione di acido nello stomaco. A quanto pare questa produzione era inibita dalle sostanze chimiche rilasciate dalle uova e dai girini.

La rana riusciva a covare circa due dozzine di uova. Al momento del “parto” i piccoli potevano costituire circa il 40 per cento del peso della madre. Sarebbe come se una donna di 68 chili rimanesse incinta e arrivasse poi a portare in grembo 24 bambini di 1,8 chili ciascuno. Le piccole rane allargavano lo stomaco della madre al punto da comprimere i polmoni, obbligandola a respirare tramite la pelle.

Di solito i piccoli uscivano nell’arco di alcuni giorni, man mano che erano pronti. Se però la madre avvertiva un pericolo li “partoriva” anticipatamente vomitandoli. Una volta i ricercatori hanno osservato una femmina che espelleva sei piccole rane tutte insieme facendole schizzare a circa un metro di altezza.

Se, come sostengono alcuni, questo sistema riproduttivo fosse frutto dell’evoluzione, la rana a gestazione gastrica avrebbe dovuto modificare notevolmente e in modo repentino sia la sua costituzione fisica che il suo comportamento. “È inconcepibile l’idea che ci sia stato un lento e progressivo cambiamento nella sua biologia riproduttiva”, ha scritto lo scienziato ed evoluzionista Michael J. Tyler. “Questo comportamento o è assolutamente efficiente o fallisce del tutto”. Secondo Tyler l’unica spiegazione plausibile è “un unico grande balzo radicale”. Per alcuni questo balzo radicale si chiamerebbe creazione. *

Che ne dite? Il sistema riproduttivo della rana a gestazione gastrica è un prodotto dell’evoluzione? O è frutto di un progetto?

^ par. 7 Nel suo libro L’origine delle specie, Charles Darwin affermò: “La selezione naturale può operare soltanto approfittando di lievi variazioni successive, per cui non può mai fare salti” (3a ed., trad. di C.Balducci, Newton Compton Editori, Roma, 1980, p. 236).