Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  novembre 2013

 IN COPERTINA

Valori morali che arricchiscono davvero la vita

Valori morali che arricchiscono davvero la vita

Christina non credeva ai suoi occhi! Aveva appena trovato un sacchetto di plastica nero con una somma di denaro davvero cospicua: l’equivalente di oltre 20 anni del suo stipendio. E sapeva chi l’aveva persa. Che doveva fare? E voi cosa avreste fatto? La vostra risposta rivela che concetto avete dell’onestà e fino a che punto la ritenete un valore importante.

I VALORI sono princìpi morali o etici che riteniamo positivi e importanti. Tra questi potremmo annoverare perdono, onestà, libertà, amore, rispetto per la vita e autocontrollo. I valori che scegliamo contribuiscono a determinare il nostro comportamento, le nostre priorità, i legami che stringiamo e la guida morale che impartiamo ai nostri figli. Nonostante la loro importanza, però, i valori morali sono in declino.

CRISI DEI VALORI

Nel 2008 sono stati intervistati centinaia di giovani adulti americani a cui è stato chiesto cosa pensassero dei valori morali. “La cosa sconfortante è constatare quanto siano impreparati a ragionare di questioni morali”, ha detto nel New York Times il ricercatore David Brooks. La maggioranza riteneva sbagliati stupro e omicidio, ma “a parte questi casi estremi, le considerazioni di natura morale non entravano in gioco, neppure quando si parlava di guida in stato di ebbrezza, copiare a scuola o tradire il partner”. Una ragazza ha ammesso: “Non mi pongo tanto spesso il problema di ciò che è giusto o sbagliato”. Il ragionamento di molti  era: “Se una cosa ti sembra giusta, falla. Segui il tuo cuore”. Lo trovate un modo di pensare saggio?

Il cuore, pur potendo provare grande amore e compassione, può essere “ingannevole [e] difficile da correggere” (Geremia 17:9). Lo dimostra il cambiamento del panorama morale a cui si assiste in tutto il mondo. Questo triste fenomeno era stato predetto con largo anticipo dalla Bibbia: “Negli ultimi tempi [...] gli uomini saranno egoisti, avari, fanfaroni, orgogliosi”, nonché “duri [e] violenti”. Inoltre, sempre secondo la Bibbia, sarebbero stati “nemici del bene” e “attaccati ai piaceri più che a Dio” (2 Timoteo 3:1-5, Parola del Signore).

Questa realtà dovrebbe spingerci a mettere in discussione il nostro cuore, non a fidarcene ciecamente. A questo riguardo la Bibbia è molto chiara: “Chi confida nel suo proprio cuore è stupido” (Proverbi 28:26). Per esserci veramente di aiuto il cuore deve essere guidato da valori morali validi. Dove si possono trovare? Molte persone si rivolgono alla Bibbia, perché ne apprezzano la sapienza e la schiettezza.

VALORI VERAMENTE AFFIDABILI

I valori morali della Bibbia sono stati fatti su misura per il genere umano. Prendiamo ad esempio qualità come amore, benignità, generosità e onestà.

Amore per il prossimo.

Un libro sull’argomento dice: “Se impari ad amare, la felicità ti busserà sicuramente alla porta” (Engineering Happiness—A New Approach for Building a Joyful Life). Non c’è dubbio che gli esseri umani abbiano bisogno di amore. Senza di esso nessuno può essere davvero felice.

Cosa dice la Bibbia: “Rivestitevi d’amore, poiché è un perfetto vincolo d’unione” (Colossesi 3:14). Lo stesso scrittore biblico disse anche: “Se [...] non ho amore, non sono nulla” (1 Corinti 13:2).

Questo tipo di amore non è legato alla sfera sessuale né si fonda esclusivamente sul sentimento; è basato sul principio. È quell’amore che ci spinge ad aiutare un estraneo senza neppure pensare a una ricompensa. In 1 Corinti 13:4-7 si legge: “L’amore è longanime e benigno. L’amore non è geloso, non si vanta, non si gonfia, non si comporta indecentemente, non cerca i propri interessi, non si irrita. Non tiene conto del male. Non si rallegra dell’ingiustizia, ma si rallegra della verità. Copre ogni cosa, [...] sopporta ogni cosa”.

Quando in famiglia questo amore manca, soffrono tutti, specialmente i figli. Monica, una donna che in tenera età è stata vittima di abusi di tipo fisico, emotivo e sessuale, dice: “Non ero amata e non avevo alcuna speranza”. All’età di 15 anni Monica andò a vivere con i nonni, che sono testimoni di Geova.

“Nei due anni che passai a casa loro”, racconta Monica, “insegnarono a quella bambina timida a essere espansiva, a mostrare amore e a interessarsi degli altri. Mi aiutarono a diventare una brava ragazza”.  Adesso Monica è felicemente sposata, e insieme al marito e ai tre figli mostra amore per gli altri parlando loro del messaggio biblico.

Un nemico particolarmente insidioso dell’amore è il materialismo, l’idea secondo cui il benessere materiale e il piacere sarebbero i valori più importanti in assoluto. Eppure diversi studi hanno rivelato che la soglia oltre la quale al crescere della ricchezza non corrisponde un aumento della felicità è sorprendentemente bassa. Anzi, chi vive all’insegna del materialismo forse sta investendo nell’infelicità, e la Bibbia è d’accordo con questa tesi. In Ecclesiaste 5:10 si legge “Chi semplicemente ama l’argento non si sazierà di argento, né chi ama la ricchezza si sazierà delle entrate. Anche questo è vanità”. La Bibbia inoltre dice: “La vostra maniera di vivere sia libera dall’amore del denaro” (Ebrei 13:5).

Benignità e generosità.

“Non sarebbe meraviglioso se ci fosse un negozio dove comprare la felicità per tutta la vita?”, si legge in un articolo pubblicato da un centro di ricerche dell’Università della California con sede a Berkeley (The Greater Good Science Center). “L’idea non è così campata in aria come sembra, purché ciò che si compra sia per qualcun altro”. In sostanza, dare ci rende più felici che ricevere.

Cosa dice la Bibbia: “C’è più felicità nel dare che nel ricevere” (Atti 20:35).

Spesso l’espressione migliore e più soddisfacente del dare è donare se stessi, cioè il proprio tempo e le proprie energie. Per esempio, in un’occasione Karen notò tre donne (una madre con le sue due figlie) in un’auto ferma con il cofano aperto. La madre e una delle figlie dovevano prendere l’aereo, ma l’auto era in panne e il taxi che avevano chiamato tardava ad arrivare. Anche se l’aeroporto era a 45 minuti di distanza, Karen si offrì di dare loro un passaggio. Al ritorno Karen vide che l’altra figlia stava ancora aspettando nell’auto.

“Mio marito sta per arrivare”, la rassicurò la donna.

“Bene, sono contenta”, disse Karen. “Io vado a sistemare un po’ il giardino della Sala del Regno, la mia chiesa”.

“Lei è una testimone di Geova?”, domandò la donna.

“Sì”, rispose Karen. E così nacque una breve conversazione.

Qualche settimana dopo, Karen ricevette una lettera che in parte diceva: “Io e mia madre non abbiamo dimenticato il tuo bellissimo gesto. Se siamo arrivate in tempo all’aeroporto è stato grazie a te. Mia sorella ci ha detto che sei testimone di Geova, e ora è tutto chiaro. Anche mia madre è testimone di Geova, e io sono una Testimone inattiva. Ma risolverò presto la cosa!” Karen fu così felice di scoprire che aveva aiutato due sue compagne di fede che pianse dalla commozione.

Lo scrittore Charles Warner ha detto: “È una bellissima forma di compensazione [...]  che nella vita nessuno possa cercare sinceramente di aiutare un’altra persona senza essere di aiuto anche a se stesso”. In effetti, Dio non ha creato gli esseri umani per essere egoisti, ma per riflettere le sue preziose qualità (Genesi 1:27).

Onestà.

È un valore etico fondamentale per qualsiasi società civile. La disonestà alimenta timore e sfiducia, e favorisce il declino sociale.

Cosa dice la Bibbia: Rivolgendosi a Dio il salmista scrisse: “Chi sarà ospite nella tua tenda?” E rispose: “Colui che cammina senza difetto e [...] proferisce la verità nel suo cuore” (Salmo 15:1, 2). La vera onestà, come le altre caratteristiche che abbiamo preso in esame, è un tratto della personalità. Non è dettata dalle circostanze o dall’opportunismo.

Ricordate Christina, la donna che aveva trovato una borsa piena di soldi? Ebbene, il suo cuore non desiderava ricchezze, ma l’approvazione di Dio. Per cui, quando il proprietario della somma tornò tutto trafelato lei gli disse che aveva trovato il denaro. L’uomo fu profondamente toccato da quel gesto. E a quanto pare lo fu anche il datore di lavoro di Christina: le diede una promozione. A Christina fu affidata una mansione di notevole fiducia nel magazzino. Sono proprio vere le parole di 1 Pietro 3:10: “Chi vuole amare la vita e vedere buoni giorni trattenga [...] le sue labbra dal parlare con inganno”.

‘CAMMINIAMO NELLA VIA DEI BUONI’

I valori morali contenuti nella Bibbia riflettono il grande amore che il Creatore prova nei nostri confronti: ci permettono di ‘camminare nella via dei buoni’ (Proverbi 2:20; Isaia 48:17, 18). Seguendo questa guida mostriamo a nostra volta di amare Dio e riceviamo grandi ricompense. La Bibbia fa questa promessa: “Spera in Geova e osserva la sua via, ed egli ti esalterà per prendere possesso della terra. Quando i malvagi saranno stroncati, tu lo vedrai” (Salmo 37:34).

Per chi aderisce alle norme morali della Bibbia c’è un futuro meraviglioso: la vita su una terra pacifica e priva di malvagità! Vale sicuramente la pena di esaminare i valori della Bibbia.