Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  novembre 2013

Uno sguardo al mondo

Uno sguardo al mondo

Germania

Nel 2012 uno dei tribunali tedeschi di grado più elevato ha decretato che una persona non può dimettersi formalmente da una chiesa riconosciuta come ente di diritto pubblico e al contempo rimanere parte di tale comunità religiosa. I cattolici che decidono di abbandonare formalmente la Chiesa, e che pertanto non pagano più la relativa tassa, pur continuando a professare la loro fede non potranno più ricevere la Comunione, confessarsi o svolgere mansioni legate alla Chiesa, e forse nemmeno avere un funerale religioso.

Dal mondo

Da uno studio condotto sulle religioni del mondo è emerso che coloro che dichiarano di “non appartenere a nessuna religione”, anche se non sono necessariamente atei, ammontano ora a 1,1 miliardi di persone. Numericamente sono al terzo posto dopo la religione cristiana, con 2,2 miliardi di appartenenti, e l’Islam, con 1,6 miliardi di seguaci. Al quarto posto figura l’induismo con circa un miliardo di fedeli.

Giappone

Alcuni ricercatori giapponesi hanno dimostrato che quando si ricevono lodi “vengono attivate specifiche aree del cervello”, generando così una “sensazione di felicità”. Questa scoperta sembra confermare l’idea che lodare gli altri sia un buon modo per motivarli a migliorare.

Bolivia

Verso la fine del 2012 in Bolivia è stato condotto un censimento su scala nazionale. Per garantirne l’accuratezza, ai boliviani è stato ordinato di restare a casa il giorno del censimento. Inoltre, il traffico privato è stato bloccato, le frontiere sono state chiuse e il consumo di alcol è stato vietato.

Italia

Nel corso di un sondaggio alcuni italiani hanno detto di giocare con i loro figli in media 15 minuti al giorno. “Solo un genitore su 5, del resto, ritiene che giocare sia educativo”, dice La Repubblica (1° novembre 2012). Secondo Andrea Angiolino, che per mestiere disegna giochi da tavolo, è attraverso il gioco che i genitori aiutano i loro figli a sviluppare la fantasia e “il senso delle regole”.