Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  marzo 2013

 FRUTTO DI UN PROGETTO?

La vista sfocata del ragno saltatore

La vista sfocata del ragno saltatore

IL RAGNO saltatore ha un particolare sistema visivo che gli permette di calcolare la distanza precisa da coprire con un balzo. Come fa?

Riflettete. Per calcolare la propria distanza da un oggetto, il ragno saltatore utilizza una peculiarità dei suoi due occhi principali, ciascuno dei quali ha una retina strutturata in più livelli, o strati. Due di questi strati sono sensibili alla luce verde: sul primo le immagini che si formano sono nitide, sul secondo sono sfocate. Più sfocata è l’immagine su quest’ultimo strato, più l’oggetto è vicino all’occhio del ragno. Questa semplice caratteristica permette al ragno di calcolare l’esatta distanza da coprire con il salto per raggiungere la sua preda.

I ricercatori, ispirandosi alla tecnica del ragno saltatore, vorrebbero creare fotocamere 3D e anche robot in grado di calcolare la propria distanza da un oggetto. Secondo il sito ScienceNOW, il sistema visivo del ragno saltatore costituisce “un esempio straordinario di come animali di mezzo centimetro, con un cervello più piccolo di quello delle mosche, siano comunque in grado di raccogliere informazioni visive complesse e agire sulla scorta di queste”.

Che ne dite? La vista sfocata del ragno saltatore è un prodotto dell’evoluzione? O è frutto di un progetto?