Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  marzo 2013

 IN COPERTINA

Come essere un buon padre

Come essere un buon padre

“Dove ho sbagliato?” Michael, * che viene dal Sudafrica, si tormentava con questo interrogativo. Ce l’aveva messa tutta per essere un buon padre, ma ogni volta che pensava a suo figlio di 19 anni, che era un ribelle, non poteva fare a meno di chiedersi se sarebbe potuto essere un padre migliore.

D’altra parte Terry, che vive in Spagna, sembra proprio essere stato un buon padre. Suo figlio Andrew dice: “I miei primi ricordi sono quelli di mio padre che mi leggeva qualcosa, che giocava con me e che mi portava dove potevamo starcene un po’ per conto nostro. Grazie a lui, imparare è stato divertente”.

Bisogna riconoscere che essere un buon padre non è facile, ma alcuni princìpi fondamentali possono risultare utili. Molti padri hanno riscontrato che quando seguono i saggi consigli contenuti nella Bibbia, ne hanno dei benefìci sia loro che la loro famiglia. Prendiamo in esame alcuni di questi consigli che possono aiutare chi è padre.

 1. Trova il tempo per la tua famiglia

Se sei padre, come dimostri ai tuoi figli quanto sono importanti per te? Senz’altro ci sono molte cose che fai per loro, tra cui i sacrifici per mantenerli e per dare loro un alloggio adeguato. Non lo faresti se per te non fossero importanti. Eppure, se non trascorri abbastanza tempo con loro, i tuoi figli potrebbero concludere che ti stanno più a cuore altre cose, come il lavoro, gli amici o qualche hobby.

Quand’è che un padre dovrebbe iniziare a trascorrere del tempo con i suoi figli? Una madre inizia a stringere un legame con suo figlio quando lo porta ancora in grembo. Circa 16 settimane dopo il concepimento, il nascituro potrebbe essere già in grado di sentire. In questa fase anche un padre può cominciare a costruire un rapporto speciale con il bambino. Può ascoltare il battito del suo cuoricino, sentirlo scalciare, parlargli e anche cantargli qualcosa.

Principio biblico: Nei tempi biblici gli uomini erano coinvolti in prima persona nell’educazione dei figli. I padri venivano esortati a passare regolarmente del tempo con i figli, come si evince dalle parole di Deuteronomio 6:6, 7: “Queste parole che oggi ti comando devono essere nel tuo cuore; e le devi inculcare a tuo figlio e parlarne quando siedi nella tua casa e quando cammini per la strada e quando giaci e quando ti levi”.

2. Impara a comunicare

Ascolta con calma senza giudicare

Per comunicare in modo efficace con i tuoi figli, devi prestare attenzione a quello che dicono. Devi coltivare la capacità di ascoltare evitando di avere reazioni esagerate.

Se i tuoi figli sanno che perdi facilmente le staffe e tendi a giudicare, saranno riluttanti ad aprirsi veramente con te. Se invece ascolti con calma, dimostri che sei davvero interessato a loro. E i tuoi figli, di conseguenza, saranno più propensi a esternarti i loro intimi pensieri e sentimenti.

Principio biblico: La saggezza contenuta nella Bibbia si rivela preziosa in molti campi della vita quotidiana. Per esempio, la Bibbia dice: “Ogni uomo dev’essere pronto a udire, lento a parlare, lento all’ira” (Giacomo 1:19). I padri che mettono in pratica questo principio riescono a comunicare meglio con i loro figli.

 3. Disciplinali con amore e lodali

Anche quando ti senti frustrato o arrabbiato, la disciplina che impartisci ai tuoi figli dovrebbe indicare che hai a cuore il loro benessere presente e futuro. Questa disciplina include consigli, correzione, istruzione e, quando occorre, punizione.

Inoltre la disciplina è molto più efficace quando un padre loda regolarmente i suoi figli. Un antico proverbio dice: “Come mele d’oro in cesellature d’argento è una parola pronunciata al tempo giusto” (Proverbi 25:11). Le lodi aiutano il bambino a sviluppare belle qualità. I figli sbocciano quando si sentono apprezzati e vedono che il loro valore viene riconosciuto. Un padre che cerca le opportunità per fare delle lodi aiuta i suoi figli a coltivare fiducia in se stessi e li sprona a non rinunciare a fare la cosa giusta.

Principio biblico: “Padri, non esasperate i vostri figli, affinché non si scoraggino” (Colossesi 3:21).

4. Ama e rispetta tua moglie

Senza dubbio, il modo in cui un padre assolve il ruolo di marito influisce sui figli. Un gruppo di esperti nello sviluppo del bambino spiega: “Una delle cose migliori che un padre possa fare per i suoi figli è rispettare la loro madre. [...] Un padre e una madre che si mostrano rispetto reciproco e fanno in modo che il figlio se ne renda conto, gli forniscono un ambiente sicuro” (The Importance of Fathers in the Healthy Development of Children). *

Principio biblico: “Mariti, continuate ad amare le vostre mogli. [...] Ciascuno di voi ami individualmente sua moglie così come se stesso” (Efesini 5:25, 33).

 5. Metti in pratica i saggi consigli che Dio dà

I padri che nutrono vero amore per Dio possono trasmettere ai loro figli un’eredità preziosissima: un’intima relazione con il loro Padre celeste.

Dopo anni di duro lavoro nell’allevare sei figli, Antonio, un testimone di Geova, ha ricevuto questo biglietto da una delle sue figlie: “Caro papà, volevo solo ringraziarti per avermi cresciuto insegnandomi ad amare Geova Dio, il prossimo e me stessa, e quindi a diventare una persona matura ed equilibrata. Mi hai fatto capire che ami Geova e che ti sto veramente a cuore. Grazie, papà, per aver messo Geova al primo posto nella vita e per aver considerato i tuoi figli un dono di Dio!”

Principio biblico: “Devi amare Geova tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima e con tutta la tua forza vitale. E queste parole che oggi ti comando devono essere nel tuo cuore” (Deuteronomio 6:5, 6).

È evidente che per essere un buon padre non basta applicare questi cinque princìpi. Devi riconoscere che, anche se ce la metti tutta, non assolverai il tuo compito alla perfezione. Tuttavia, nella misura in cui applichi questi princìpi con amore ed equilibrio, puoi davvero essere un buon padre. *

^ par. 3 In questo articolo alcuni nomi sono stati cambiati.

^ par. 19 Per il bene del legame tra una madre e i suoi figli, la cosa migliore è che un padre la tratti con dignità e rispetto anche se i due non sono più sposati.

^ par. 25 Per altri consigli utili sulla famiglia, vedi il libro Il segreto della felicità familiare, che si può consultare sul sito www.jw.org.

Per saperne di più

BIBBIA: DOMANDE E RISPOSTE

La Bibbia può aiutarmi ad avere una famiglia felice?

I saggi consigli della Bibbia hanno già aiutato milioni di uomini e donne ad avere una famiglia felice.