Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  ottobre 2012

Cosa posso aspettarmi dal matrimonio? (parte 2)

Cosa posso aspettarmi dal matrimonio? (parte 2)

 I giovani chiedono

NEL NUMERO PRECEDENTE abbiamo preso in esame alcuni benefìci e problemi che puoi aspettarti dal matrimonio.

IN QUESTO NUMERO vedremo perché devi prepararti ad affrontare gli imprevisti.

Spunta le caratteristiche che ti interessano e poi numerale in ordine di importanza.

 Se sei in cerca di un coniuge, non c’è nulla di male a nutrire aspettative come quelle elencate nella pagina precedente. Può anche darsi che tu trovi la persona che le soddisfa tutte. Realisticamente, però, nel corso del tempo le persone cambiano, e anche le circostanze.

Per tirare le somme: Se vuoi un matrimonio felice, devi prepararti ad affrontare gli imprevisti.

La buona notizia è che certi imprevisti possono rivelarsi una piacevole sorpresa.

“Ora che siamo sposati apprezzo fino in fondo il senso dell’umorismo di Maria, * cosa che non facevo mentre ci frequentavamo. Non ci prendiamo troppo sul serio, e così anche i problemi sembrano meno gravi”. — Mark.

La cattiva notizia è che certi imprevisti possono essere spiacevoli. Vediamo un esempio:

Supponiamo che tu e il tuo futuro coniuge abbiate la meta di fare i missionari in un paese straniero. Ma se dopo il matrimonio lei (o lui) si ammala gravemente e questa meta diventa irrealizzabile? È una cosa che può accadere, dato che la Bibbia dice che “le cose brutte capitano a tutti”. (Ecclesiaste 9:11, Holy Bible—Easy-to-Read Version) Senz’altro ti sentiresti addolorato per la malattia del tuo coniuge, e dispiaciuto per non poter raggiungere la tua meta. Ad ogni modo, se sorgesse un imprevisto del genere potresti solo accettare la situazione e adattarti di conseguenza. In fondo hai sposato una persona, non una meta.

Per tirare le somme: La Bibbia dice che chi si sposa avrà delle “difficoltà”. (1 Corinti 7:28, Parola del Signore) A volte queste difficoltà dipendono da circostanze impreviste.

Come puoi prepararti per questi imprevisti? Se ti sposi, dovrai:

 1. ESSERE REALISTA

Per quanto tu e il tuo futuro coniuge siate compatibili, devi mettere in conto che . . .

  • non sarete sempre d’accordo su tutto
  • non avrete sempre le stesse priorità
  • non vorrete sempre fare la stessa cosa
  • non sarà sempre tutto rose e fiori

Situazioni come quelle elencate sopra capitano spesso. Tuttavia non rovineranno il tuo matrimonio, a meno che tu non lo permetta. Ricorda che, come dice la Bibbia, l’amore “sopporta ogni cosa” e “non viene mai meno”. — 1 Corinti 13:4, 7, 8.

È un dato di fatto che . . . In fin dei conti il successo o la fine del tuo matrimonio non dipenderà dai problemi che tu e il tuo coniuge incontrerete, ma da come li affronterete. — Colossesi 3:13.

2. TENER FEDE ALL’IMPEGNO PRESO

Se, accada quel che accada, tu e il tuo coniuge siete decisi a rimanere insieme, riuscirete meglio a superare le tempeste della vita. — Matteo 19:6.

Alcuni sostengono che considerare l’impegno coniugale troppo vincolante renda opprimente il matrimonio. In effetti, però, succede esattamente il contrario. L’impegno dà stabilità al matrimonio. Quando sorge un problema inaspettato, tu e il tuo coniuge cercherete la soluzione, non la via d’uscita più comoda.

Per tener fede all’impegno che ti sei assunto, devi vedere il matrimonio in modo razionale e non idilliaco. Per capire la differenza, prova a fare quanto segue:

1. Immagina di avere un biglietto di andata e ritorno per andare in qualsiasi parte del mondo. Quale destinazione sceglieresti, e perché?

Destinazione:

Motivo:

  • paesaggio
  • cultura
  • clima
  • svago
  • altro

2. Ora immagina di avere un biglietto di sola andata e che la tua destinazione sarà il luogo in cui dovrai vivere.

Ora quale destinazione, ammesso che te ne venga in mente una, sceglieresti?

  • Destinazione:
  • oppure preferirei restare dove sono.

Con tutta probabilità la prima e la seconda destinazione non sono uguali. E anche se hai scelto due volte la stessa località, probabilmente la seconda volta hai ragionato in maniera diversa. Invece di vederti come un turista spaparanzato al sole su una spiaggia o intento a fare escursioni in montagna, ti sei immaginato nei panni di un abitante del posto che deve affrontare i pro e i contro della vita quotidiana.

È così che devi vedere il matrimonio. Dopo tutto, col passare del tempo le circostanze potrebbero cambiare, e senza dubbio anche tu e il tuo futuro coniuge cambierete. Il successo del vostro matrimonio dipenderà in buona parte dalla capacità di fronteggiare gli imprevisti man mano che si presentano.

Rifletti: Adesso che sei ancora single, come gestisci gli imprevisti della vita?

^ par. 15 In questo articolo alcuni nomi sono stati cambiati.

PERCHÉ NON NE PARLI CON I TUOI?

Quali risvolti inaspettati, positivi e negativi, avete incontrato quando eravate appena sposati? Come posso prepararmi per gli imprevisti del matrimonio?