Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  maggio 2011

Un libro degno di fiducia (parte VII)

La settima potenza mondiale

Un libro degno di fiducia (parte VII)

Questo è l’ultimo di una serie di sette articoli, pubblicati consecutivamente su “Svegliatevi!”, che prendono in esame le sette potenze mondiali della storia biblica. Lo scopo è quello di mostrare che la Bibbia è degna di fiducia e ispirata da Dio, e che contiene un messaggio di speranza: le sofferenze causate dalla crudeltà con cui l’uomo ha dominato i suoi simili finiranno.

VIVIAMO in un’epoca speciale e cruciale, quella della comparsa della settima potenza mondiale della storia biblica. A differenza delle altre sei potenze che fanno parte del racconto storico della Bibbia, questa è l’unica che vi è menzionata solo in termini profetici. A proposito delle sette potenze, o “re”, la Bibbia prediceva: “Ci sono sette re: cinque sono caduti, uno è, l’altro non è ancora arrivato, ma quando sarà arrivato dovrà rimanere per breve tempo”. * — Rivelazione (Apocalisse) 17:10.

Quando queste parole vennero messe per iscritto, poco più di 1.900 anni fa, cinque dei sette “re”, o potenze politiche, ‘erano caduti’: si trattava di Egitto, Assiria, Babilonia, Media-Persia e Grecia. L’espressione “uno è” si riferiva a Roma. Ma quest’ultima non sarebbe rimasta sulla scena per sempre. Ci sarebbe stato un altro impero, di cui la profezia dichiarava: “Non è ancora arrivato”. In armonia con la profezia biblica il settimo “re” è arrivato davvero sulla scena mondiale. Chi è risultato essere? Continuerà a esercitare il suo potere indefinitamente? In caso contrario, come uscirà di scena? La Bibbia non ci lascia nel dubbio.

Una profezia attendibile

La settima potenza iniziò a prendere forma nella propaggine nord-occidentale dell’impero romano con l’ascesa dell’Inghilterra. Poco dopo il 1760, questa era diventata il potente impero britannico, il quale continuò ad acquistare ricchezza e potere, fino a diventare nel XIX secolo il più imponente e ricco impero della terra. “Quello britannico . . . era il più vasto impero che il mondo avesse mai visto”, afferma un’opera di consultazione. “Contava 372 milioni di abitanti e aveva un’estensione di oltre 28 milioni di chilometri quadrati”. — Britain 1846-1964: The Challenge of Change.

Comunque, durante la prima guerra mondiale (1914-1918) la Gran Bretagna allacciò un rapporto speciale con gli Stati Uniti, una sua ex colonia. Con quali conseguenze? L’impero britannico lasciò il posto all’alleanza anglo-americana, sotto molti aspetti una duplice potenza mondiale, accomunata dalla lingua inglese, che dura fino ai nostri giorni. — Vedi il riquadro “ Un’alleanza degna di nota”.

 La profezia di Rivelazione 17:10 è complementare a un’altra profezia, che si trova nel libro di Daniele e descrive un’“immagine immensa” che il re Nabucodonosor aveva visto in una visione datagli da Dio. (Daniele 2:28, 31-43) Daniele rivelò al monarca che le varie parti dell’immagine rappresentavano la successione delle potenze politiche a partire da Babilonia, la potenza mondiale dell’epoca. (Egitto e Assiria erano già ascese e tramontate). La storia conferma quanto segue:

La testa d’oro rappresentava l’impero babilonese.

Il petto e le braccia d’argento raffiguravano la Media-Persia.

Il ventre e le cosce di rame simboleggiavano l’antica Grecia.

Le gambe di ferro rappresentavano l’impero romano.

I piedi, un amalgama di ferro e argilla, raffiguravano la situazione politica e sociale priva di coesione che sarebbe esistita durante il dominio della potenza mondiale anglo-americana.

In base a Rivelazione 17:10, la settima potenza mondiale avrebbe dovuto “rimanere per breve tempo”. Quanto sarebbe durato questo periodo? Come sarebbe uscita di scena? E cosa sarebbe accaduto in seguito? Il libro di Daniele ci è di grande aiuto per rispondere a queste domande.

Una speranza sicura

Dopo aver descritto l’immagine già menzionata, Daniele scrisse che da un monte “una pietra fu tagliata non da mani, e urtò l’immagine ai piedi di ferro e argilla modellata e li stritolò”. (Daniele 2:34) Cosa faceva presagire questa scena impressionante?

Daniele proseguì: “Ai giorni di quei re [ovvero gli ultimi] l’Iddio del cielo stabilirà un regno che non sarà mai ridotto in rovina. E il regno stesso non passerà ad alcun altro popolo. Esso stritolerà tutti questi regni [terreni] e porrà loro fine, ed esso stesso sussisterà a tempi indefiniti”. * (Daniele 2:44, 45) Notate questi aspetti importanti:

  1. Il Regno vittorioso, rappresentato da una grande pietra, ‘viene stabilito’ da Dio stesso, “non da mani” umane. Per questo è giustamente definito Regno di Dio.
  2. Il Regno di Dio “stritolerà” tutti i governi umani, compresa la settima potenza mondiale. Perché? Perché si rifiuteranno di rinunciare al potere e si opporranno a Dio in una grande guerra finale che verrà combattuta in  un luogo simbolico chiamato Har-Maghedon, o Armaghedon. La Bibbia spiega che questa guerra coinvolgerà i “re dell’intera terra abitata”. — Rivelazione 16:13, 14, 16.
  3. A differenza degli effimeri governi umani, tra cui le sette potenze mondiali, il Regno di Dio “non sarà mai ridotto in rovina” e governerà su tutta la terra. — Daniele 2:35, 44.

La distruzione definitiva di coloro che si oppongono a Dio segnerà un adempimento grandioso della profezia di Genesi 3:15, citata nel primo articolo di questa serie, secondo cui il seme della donna, Gesù Cristo, avrebbe schiacciato il serpente simbolico, cioè Satana, e il suo seme. (Galati 3:16) Il seme di Satana include tutti gli esseri umani che adottano le sue vie malvage e promuovono l’idea dell’autodeterminazione dell’uomo in opposizione al dominio di Dio e Cristo. — Salmo 2:7-12.

Questo ci pone di fronte a un quesito estremamente importante: quando si verificherà quella distruzione finale? Ovvero, quando sarà che la “pietra”, il Regno di Dio rimuoverà ogni traccia del governo umano? La Bibbia risponde fornendo un “segno” che avrebbe identificato gli ultimi giorni. — Matteo 24:3.

Identificate “il segno”!

Il segno della fine include guerre, “grandi terremoti”, “pestilenze” e “penuria di viveri” in grandi proporzioni su tutta la terra. (Luca 21:10, 11; Matteo 24:7, 8; Marco 13:8) Inoltre gli “ultimi giorni” sarebbero stati contrassegnati da un grave crollo dei valori morali e spirituali. (2 Timoteo 3:1-5) “Tutte queste cose” si sono adempiute? (Matteo 24:8) Sì, al punto che molte persone temono il futuro. In un quotidiano si leggeva: “Alcuni dei pensatori più autorevoli in campo scientifico e sociologico stanno divulgando previsioni allarmanti, in base alle quali l’umanità si approssimerebbe alla sua fine”. — The Globe and Mail, 6 giugno 2009.

Sotto un aspetto molto importante, comunque, queste previsioni sono sbagliate: l’umanità non perverrà alla sua fine. Ne è una garanzia l’intervento del Regno di Dio. Nel fornire il segno della fine Gesù Cristo disse: “Questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni; e allora verrà la fine”. (Matteo 24:14) Come si è adempiuta questa profezia?

In oltre 230 paesi i testimoni di Geova stanno proclamando il Regno di Dio. Infatti, il nome completo della loro rivista principale è La Torre di Guardia annunciante il Regno di Geova. Geova è il nome di Dio. (Salmo 83:18) Grazie al loro programma di istruzione biblica, i Testimoni stanno aiutando tantissime persone e famiglie a liberarsi da uno stile di vita dannoso per sostituirlo con una condotta moralmente pura e pacifica che si conforma alle norme di Dio. (1 Corinti 6:9-11) Di conseguenza in tutto il mondo milioni di persone sono fiduciose che saranno protette da Dio quando il suo Regno interverrà negli affari umani.

 Esse vedranno con i loro propri occhi l’adempimento della preghiera modello di Cristo, detta anche “Padrenostro”, che in parte dice: “Venga il tuo Regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra”. (Matteo 6:10, CEI) Vi siete chiesti come sarà la vita quando tutti gli esseri umani ameranno Dio e gli ubbidiranno? I seguenti passi biblici vi aiuteranno a capire perché l’espressione “buona notizia” è appropriata.

Quando sulla terra sarà fatta la volontà di Dio . . .

La Bibbia promette che sotto il dominio del Regno di Dio ci sarà vera pace

  • Ci sarà vera pace, non solo assenza di guerre. “Geova . . . fa cessare le guerre fino all’estremità della terra. Frantuma l’arco e taglia a pezzi la lancia; brucia i carri nel fuoco”. (Salmo 46:8, 9) “I mansueti stessi possederanno la terra, e in realtà proveranno squisito diletto nell’abbondanza della pace”. — Salmo 37:11.
  • Tutti avranno cibo in quantità. “Ci sarà abbondanza di grano sulla terra; in cima ai monti ci sarà sovrabbondanza”. — Salmo 72:16.
  • Si godrà di perfetta salute. “Nessun residente dirà: ‘Sono malato’”. — Isaia 33:24.
  • Tutti avranno una bella casa. “Edificheranno case e le occuperanno; e certamente pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto. Non edificheranno e qualcun altro occuperà; non pianteranno e qualcun altro mangerà”. — Isaia 65:21, 22.
  • Ogni forma di sofferenza avrà fine. “La tenda di Dio è col genere umano . . . ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate”. — Rivelazione 21:3, 4.

Vi attirano queste promesse? Allora i testimoni di Geova vi incoraggiano ad approfondire quanto dice la Bibbia. Se lo farete vi sarà ancora più chiaro che il crudele dominio dell’uomo sui propri simili sta per terminare. Capirete anche che la Bibbia merita la vostra piena fiducia e che è davvero ispirata da Dio. — 2 Timoteo 3:16. *

^ par. 4 Dato che le potenze di cui si parla nella Bibbia erano di solito governate da re, le potenze stesse vengono spesso definite “re”, “regni” o in entrambi i modi. — Daniele 8:20-22.

^ par. 18 Per maggiori informazioni sul celeste Regno di Dio, vedi i capitoli 8 e 9 del libro Cosa insegna realmente la Bibbia?, edito dai Testimoni di Geova.

^ par. 35 Se desiderate conoscere meglio la Bibbia, contattate i testimoni di Geova della vostra zona o scrivete a uno degli indirizzi elencati a pagina 5, oppure visitate il nostro sito www.watchtower.org/i.