Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  agosto 2010

Domande frequenti

Domande frequenti

Perché alcuni parlano male dei testimoni di Geova?

Molti sono semplicemente malinformati. Altri forse non approvano la loro opera di evangelizzazione. Comunque, i Testimoni compiono quest’opera spinti dall’amore per il prossimo, consci che “chiunque invoca il nome di Geova sarà salvato”. — Romani 10:13.

I testimoni di Geova sono cristiani? Sono una setta?

I testimoni di Geova sono cristiani e basano le loro credenze sulla Bibbia, ma non sono protestanti così come non sono cattolici perché hanno riscontrato che alcune dottrine di queste religioni non si basano sulle Scritture. Per esempio, la Bibbia non insegna che Dio, il quale è la personificazione stessa dell’amore, torturi per sempre le persone in un inferno di fuoco. Né insegna che gli esseri umani abbiano un’anima immortale. — Ezechiele 18:4; Romani 6:23. *

I testimoni di Geova sono cristiani perché si sforzano di imitare Cristo nella vita di ogni giorno. Per esempio, Cristo e i primi cristiani non si immischiavano nella politica; predicavano invece il Regno di Dio. (Luca 4:43; Giovanni 15:19; 17:14) Seguendo il loro esempio, i testimoni di Geova non fanno politica. Non cercano di imporre il loro punto di vista, ma conversano con le persone, spesso a livello individuale, ragionando con loro e fornendo prove convincenti come facevano i primi cristiani. — Atti 19:8.

Una setta è un gruppo dissidente che si trova all’interno di una confessione religiosa o che si è separato da essa per formare una nuova confessione. Non essendosi separati da alcuna chiesa, i testimoni di Geova non sono una setta.

Cosa si fa alle riunioni dei Testimoni?

Le loro riunioni, o adunanze, che sono aperte al pubblico, consistono essenzialmente nello studio della Bibbia e spesso prevedono la partecipazione dell’uditorio. Una delle loro adunanze settimanali, la Scuola di Ministero Teocratico, aiuta i componenti delle varie congregazioni a diventare più abili nell’insegnamento e nella lettura e a fare ricerche. Un’altra consiste in un discorso biblico di 30 minuti su un soggetto che può risultare particolarmente interessante per chi non è Testimone. In genere fa seguito una trattazione biblica con l’ausilio della rivista  La Torre di Guardia. Le adunanze iniziano e terminano con un cantico e una preghiera e non vengono fatte richieste di denaro né viene passato un cestino per le offerte. — 2 Corinti 8:12.

Come vengono finanziate le attività dei testimoni di Geova?

Le loro attività vengono finanziate tramite contribuzioni volontarie. I Testimoni non chiedono un compenso in cambio dei loro servizi religiosi, come battesimi, matrimoni e funerali. Né chiedono la decima. Chi desidera contribuire può farlo servendosi di apposite cassette che sono collocate con discrezione nella Sala del Regno. Producendo essi stessi le pubblicazioni che usano, i testimoni di Geova riescono a contenere i costi. Inoltre le loro Sale del Regno e le strutture delle loro filiali sono modeste e in gran parte costruite da volontari.

I testimoni di Geova accettano le cure mediche?

Sì. Fanno tutto il possibile per curare se stessi e i propri cari. Inoltre molti Testimoni lavorano in campo sanitario in qualità di infermieri, paramedici e medici, tra cui chirurghi. Tuttavia i testimoni di Geova rifiutano le trasfusioni di sangue. ‘Astenetevi dal sangue’, dice la Bibbia. (Atti 15:28, 29) È degno di nota che sempre più medici considerano la chirurgia senza sangue lo standard di riferimento, perché consente di evitare i numerosi rischi per la salute legati all’uso di emoderivati.

^ par. 5 Potete scoprire il punto di vista biblico su questi e molti altri importanti soggetti leggendo il libro Cosa insegna realmente la Bibbia?, edito dai Testimoni di Geova.