Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  agosto 2010

In che cosa credono i Testimoni di Geova?

In che cosa credono i Testimoni di Geova?

Quello in cui credono i testimoni di Geova non è un mistero, dal momento che le loro pubblicazioni sono disponibili in centinaia di lingue. Ecco una panoramica delle loro principali credenze.

1. La Bibbia

I Testimoni sono convinti che “tutta la Scrittura è ispirata da Dio”. (2 Timoteo 3:16) Jason D. BeDuhn, professore associato di studi religiosi, ha scritto: “I testimoni di Geova . . . basano l’insieme delle loro credenze e pratiche sull’effettivo testo biblico senza stabilire in anticipo cosa vogliono trovare”. Conformano i loro insegnamenti alla Bibbia e non la interpretano per legittimare il loro punto di vista. Al tempo stesso riconoscono che non tutto ciò che la Bibbia dice va preso alla lettera. I sette giorni menzionati nel racconto della creazione, ad esempio, sono simbolici e si riferiscono a lunghi periodi di tempo. — Genesi 1:31; 2:4.

2. Il Creatore

Il vero Dio si è dato un nome proprio, Geova (o Jahve, come lo rendono la versione cattolica a cura di Salvatore Garofalo e alcuni biblisti moderni), che lo distingue dai falsi dèi. * (Salmo 83:18 [83:19, Garofalo]) Nei testi originali delle Scritture il nome divino in caratteri ebraici appare circa 7.000 volte. Sottolineando l’importanza di questo nome, Gesù disse nella preghiera modello, chiamata anche “Padrenostro”: “Sia santificato il tuo nome”. (Matteo 6:9, CEI) Dio richiede giustamente una devozione esclusiva. Pertanto i Testimoni non usano icone o immagini nel culto. — 1 Giovanni 5:21.

“Il Padre è maggiore di me”. — Giovanni 14:28

3. Gesù Cristo

È il Salvatore, “il Figlio di Dio” e “il primogenito di tutta la creazione”. (Giovanni 1:34; Colossesi 1:15; Atti 5:31) Essendo stato creato, non fa parte di una Trinità. “Il Padre è maggiore di me”, disse Gesù. (Giovanni 14:28) Prima di venire sulla terra Gesù visse in cielo, dove fece ritorno dopo la sua morte di sacrificio e la sua risurrezione. “Nessuno viene al Padre se non per mezzo di [lui]”. — Giovanni 14:6.

 4. Il Regno di Dio

Si tratta di un vero governo celeste con a capo un Re, Gesù Cristo, e 144.000 persone, ‘comprate dalla terra’, che regneranno con lui. (Rivelazione [Apocalisse] 5:9, 10; 14:1, 3, 4; Daniele 2:44; 7:13, 14) Governeranno su una terra purificata da tutta la malvagità e abitata da milioni di esseri umani timorati di Dio. — Proverbi 2:21, 22.

5. La terra

Ecclesiaste 1:4 afferma: “La terra rimane sempre”. (Edizioni Paoline, 1968) Dopo la distruzione dei malvagi, la terra sarà trasformata in un paradiso e abitata per sempre da esseri umani giusti. (Salmo 37:10, 11, 29) Si adempiranno così queste parole che fanno parte della preghiera insegnata da Gesù: “Sia fatta la tua volontà anche in terra”. — Matteo 6:10, Nuova Riveduta.

6. Le profezie bibliche

“Dio . . . non può mentire”. (Tito 1:2) Pertanto ciò che predice si avvera sempre, incluse le profezie bibliche relative alla fine del mondo attuale. (Isaia 55:11; Matteo 24:3-14) Chi sopravvivrà alla distruzione ormai prossima? “Chi fa la volontà di Dio rimane per sempre”, dice 1 Giovanni 2:17.

7. Le autorità secolari

“Rendete a Cesare le cose di Cesare, ma a Dio le cose di Dio”, disse Gesù. (Marco 12:17) Di conseguenza i testimoni di Geova ubbidiscono alle leggi del loro paese, a meno che queste non contrastino con le leggi di Dio. — Atti 5:29; Romani 13:1-3.

“Questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni; e allora verrà la fine”. — Matteo 24:14

8. La predicazione

Gesù predisse che prima della fine del mondo attuale la “buona notizia del regno” sarebbe stata predicata in tutta la terra. (Matteo 24:14) I testimoni di Geova considerano un onore impegnarsi in quest’opera salvifica. Ovviamente sta alle persone decidere se ascoltare oppure no. La Bibbia dice: “Chi lo desidera prenda l’acqua della vita gratuitamente”. — Rivelazione 22:17.

9. Il battesimo

I testimoni di Geova battezzano solo coloro che, dopo uno studio approfondito della Bibbia, decidono di servire Dio come suoi Testimoni. (Ebrei 12:1) Questi simboleggiano la loro dedicazione a Dio mediante l’immersione in acqua. — Matteo 3:13, 16; 28:19.

10. La distinzione fra clero e laicato

“Voi siete tutti fratelli”, disse Gesù ai suoi seguaci. (Matteo 23:8) Fra i primi cristiani, scrittori della Bibbia inclusi, non esisteva una classe clericale. I testimoni di Geova si attengono a questo modello biblico.

^ par. 4 Questo nome non è stato inventato dai testimoni di Geova. Da secoli il nome divino nella forma “Geova” o nei suoi equivalenti è presente in italiano e in diverse altre lingue moderne, come l’inglese e il tedesco. Purtroppo molti odierni traduttori della Bibbia hanno sostituito il nome divino con titoli come “Dio” e “Signore”, mostrando così una grave mancanza di rispetto per l’Autore della Bibbia.