Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Svegliatevi!  |  novembre 2007

Di cosa parla la Bibbia?

Di cosa parla la Bibbia?

 Di cosa parla la Bibbia?

ALCUNI considerano la Bibbia un libro di storia perché fornisce informazioni sui rapporti che ci sono stati tra Dio e l’umanità nel corso di migliaia di anni. Altri la ritengono un libro sulla morale, visto che contiene più di 600 regolamenti e leggi di natura giudiziaria, domestica, morale e religiosa che Dio diede alla nazione di Israele. Altri ancora la reputano un libro che offre guida spirituale e che rivela la mente di Dio.

In effetti tutte queste opinioni sono giuste. La Bibbia dice di se stessa: “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile per insegnare, per riprendere, per correggere, per disciplinare nella giustizia, affinché l’uomo di Dio sia pienamente competente, del tutto preparato per ogni opera buona”. (2 Timoteo 3:16, 17) Tutto ciò che si trova nella Parola di Dio è prezioso, compresi i resoconti storici, le leggi e i consigli di natura spirituale.

La Bibbia, comunque, è molto più di una raccolta di informazioni utili. Solo la Bibbia è una rivelazione di Geova Dio. Offre consigli ispirati da Dio che sono pratici per la vita quotidiana. Rivela anche il proposito di Geova per la terra e per l’umanità e mostra come egli eliminerà le cause della sofferenza umana. Cosa ancora più importante, spiega che Dio è stato messo volutamente in falsa luce e chiarisce come risolverà tale questione di portata universale.

Dio è un bugiardo e un cattivo governante?

La Bibbia dichiara che Dio creò i primi esseri umani, Adamo ed Eva, perfetti in senso mentale e fisico, e li mise in un ambiente ideale. Affidò loro la terra e il regno animale. (Genesi 1:28) Come figli di Dio, Adamo ed Eva avrebbero potuto vivere sulla terra per sempre se avessero ubbidito al loro Padre celeste. Geova vietò loro una cosa soltanto: “Di ogni albero del giardino puoi mangiare a sazietà. Ma in quanto all’albero della conoscenza del bene e del male non ne devi mangiare, poiché nel giorno in cui ne mangerai positivamente morirai”. — Genesi 2:16, 17.

Comunque, una creatura spirituale, che la Bibbia chiama Satana il Diavolo, sostenne l’esatto contrario: “Positivamente non morirete”. (Genesi 3:1-5) Contraddicendo Dio in maniera sfacciata, Satana non solo gli diede del bugiardo ma insinuò anche che il Suo modo di governare è sbagliato, che gli uomini potevano stare meglio senza Dio. Satana convinse Eva che la disubbidienza a Dio li avrebbe resi liberi e moralmente indipendenti. Le disse che sarebbero stati “simili a Dio”. Satana infangò dunque il buon nome di Geova e tentò di frustrare il suo proposito.

Quella conversazione ebbe conseguenze di vasta portata. Difatti il proposito di Geova di togliere il disonore recato sul suo nome e sulla sua reputazione costituisce il tema principale della Bibbia. Questo è ben riassunto nella preghiera modello pronunciata da Gesù, spesso chiamata “Padrenostro”. Gesù insegnò ai suoi seguaci a pregare: “Sia santificato il tuo nome. Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà . . . sulla terra”. — Matteo 6:9, 10.

Dio riabilita il suo nome

Satana sollevò alcune questioni fondamentali: Chi aveva detto la verità, Geova o Satana? Geova governa la sua creazione con giustizia e bontà? Ha il diritto di aspettarsi che gli uomini gli ubbidiscano? L’umanità starebbe veramente meglio governandosi da sola? Per rispondere a queste domande, Geova ha temporaneamente permesso alle creature umane di autogovernarsi.

 Con quale risultato? Da quella prima menzogna pronunciata in Eden, la storia umana è stata un susseguirsi di problemi e sofferenze, il che ha dimostrato che Satana è un mostruoso bugiardo e che l’indipendenza da Dio conduce soltanto al disastro. Geova, comunque, nel suo amore e nella sua illimitata sapienza, ha stabilito di riabilitare il suo nome eliminando tutte le difficoltà iniziate in Eden. Lo farà per mezzo del Regno messianico. Cos’è questo Regno?

Il Regno: il rimedio provveduto da Dio

Milioni di persone recitano regolarmente il “Padrenostro”. Provate a riflettere un attimo sul suo significato. Considerate le parole: “Venga il tuo regno”. (Matteo 6:10) Quel Regno non è una semplice condizione del cuore, qualcosa di astratto, come alcuni hanno concluso. Piuttosto, come suggerisce il termine “re”, si tratta di un governo celeste affidato a Gesù Cristo, il “Re dei re”. (Rivelazione [Apocalisse] 19:13, 16; Daniele 2:44; 7:13, 14) La Bibbia insegna che egli governerà l’intera terra, stabilendo pace e armonia durevoli fra tutti gli esseri umani e liberando la terra dalla malvagità. (Isaia 9:6, 7; 2 Tessalonicesi 1:6-10) In tal modo sarà il Regno di Dio, e non un governo umano, ad adempiere le parole di Gesù: “Si compia la tua volontà . . . sulla terra”.

Per assicurare l’adempimento di queste parole, Gesù diede la sua vita come riscatto redimendo i discendenti di Adamo dal peccato e dalla morte. (Giovanni 3:16; Romani 6:23) Quindi, sotto il Regno di Dio, tutti quelli che manifestano fede nel sacrificio di Cristo vedranno sparire gli effetti del peccato adamico e assisteranno al progressivo ripristino della perfezione umana. (Salmo 37:11, 29) Finalmente spariranno per sempre le malattie che ci affliggono, specie in età avanzata. Anche le sofferenze emotive, che le malattie e la morte comportano, saranno “passate”. — Rivelazione 21:4.

Perché possiamo essere certi che Dio adempirà le sue promesse? Un motivo è che si sono già avverate letteralmente centinaia di profezie bibliche. (Vedi pagina 9). È evidente, dunque, che la fede nella Bibbia non è cieca credulità né un’illusione, ma si fonda sulla ragione e su un’abbondanza di prove. — Ebrei 11:1.

Consigli pratici per il nostro tempo

Oltre a fornirci una solida base per nutrire speranza nel futuro, la Bibbia ci aiuta anche ad avere sin da ora una vita più felice. Per esempio, la Parola di Dio dà consigli pratici e intramontabili su argomenti quali matrimonio, vita familiare, relazioni umane, ricerca della felicità e molti altri. Considerate solo alcuni esempi.

Pensare prima di parlare. “C’è chi parla sconsideratamente come con i colpi di una spada, ma la lingua dei saggi è salute”. — Proverbi 12:18.

Evitare le gelosie meschine. “Il cuore calmo è la vita dell’organismo carnale, ma la gelosia è marciume alle ossa”. — Proverbi 14:30.

Disciplinare i figli. “Addestra il ragazzo secondo la via per lui; anche quando sarà invecchiato non se ne allontanerà”. “Il ragazzo lasciato senza freno farà vergogna a sua madre”. — Proverbi 22:6; 29:15.

Essere pronti a perdonare. Gesù disse: “Felici i misericordiosi, poiché sarà loro mostrata misericordia”. (Matteo 5:7) Il saggio re Salomone scrisse: “L’amore copre pure ogni trasgressione”. (Proverbi 10:12) Se qualcuno vi ha offeso in modo così grave che non potete passarci sopra, potete seguire questo consiglio della Bibbia: “Va e metti a nudo la sua colpa fra te e lui solo”. — Matteo 18:15.

Non amare il denaro. “L’amore del denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose, e correndo dietro a questo amore alcuni . . . si sono del tutto feriti con molte pene”. (1 Timoteo 6:10) Va notato che la Bibbia condanna “l’amore del denaro”, non il denaro in sé.

Una “lettera” del nostro Padre celeste

La Bibbia, quindi, parla di molte cose. Come abbiamo visto, parla principalmente di Dio e del suo proposito. Ma parla anche di noi esseri umani e di come possiamo vivere felici ora e per sempre sotto il Regno di Dio. In un certo senso, la Bibbia è come una lettera del ‘Padre  nostro che è nei cieli’, Geova. (Matteo 6:9) Per mezzo d’essa Geova ci ha rivelato i suoi preziosi pensieri, la sua volontà e la sua splendida personalità.

Leggendo la Bibbia e meditandovi sopra, si impara a “vedere” Dio come è realmente, e questo attira a lui le persone dal cuore ricettivo, facendo nascere un amorevole vincolo di unione. (Giacomo 4:8) In conclusione, la Bibbia non parla solo di storia, profezie e leggi. Parla anche di una relazione personale, una relazione personale con Dio. Ciò la rende un libro veramente unico e prezioso. — 1 Giovanni 4:8, 16.

[Testo in evidenza a pagina 19]

Il tema della Bibbia è ben riassunto nelle prime frasi della preghiera modello di Gesù

[Riquadro/Illustrazione a pagina 21]

INTRODUZIONE ALLA LETTURA DELLA BIBBIA

La lettura della Bibbia è appassionante. Infatti, le sue narrazioni e i suoi insegnamenti morali sono talmente celebri da renderla protagonista nella letteratura di molte lingue. Ci fa conoscere il Creatore, Geova Dio. È una ricca fonte di saggezza. Un proverbio biblico dice: “La sapienza è la prima cosa. Acquista sapienza; e con tutto ciò che acquisti, acquista intendimento”. (Proverbi 4:7) Cosa può rendere la vostra lettura della Bibbia più proficua?

Organizzatevi per leggerla nei momenti in cui potete concentrarvi più facilmente. Non limitatevi a scorrerla. Ponetevi l’obiettivo di riempire la mente dei pensieri di Dio e di assimilarli. Dopo la lettura, meditate su ciò che avete letto e mettetelo in relazione con ciò che sapete già. Affinerete il vostro intendimento, e la vostra riconoscenza per Geova diventerà più profonda. — Salmo 143:5.

Alcuni forse si chiedono: ‘Da dove comincio?’ Ovviamente potete cominciare dall’inizio. Comunque, per alcuni che si apprestano a leggere la Bibbia per la prima volta è più facile cominciare dai Vangeli — Matteo, Marco, Luca e Giovanni — la storia della vita e del ministero di Gesù. C’è chi prosegue con la lettura dei libri poetici — Salmi, Proverbi ed Ecclesiaste — connubio tra sapienza e stile. A questo punto vorrete leggere anche il resto della Bibbia. (Vedi sotto). Respingete l’idea errata secondo cui dovreste leggere solo il cosiddetto Nuovo Testamento. Ricordate che “tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile”. — 2 Timoteo 3:16.

È molto vantaggioso studiare la Bibbia per argomenti. Ad esempio il libro Cosa insegna realmente la Bibbia?, utilizzato dai testimoni di Geova nel loro ministero pubblico, tratta argomenti attuali come “Una vita familiare felice”, “L’adorazione che Dio approva” e “Dove sono i morti?” — Vedi il riquadro a pagina 18.

[Riquadro a pagina 21]

LETTURA PER ARGOMENTI

L’origine della vita e del peccato Genesi

La nascita dell’antico Israele Da Esodo a Deuteronomio

Intense vicende Da Giosuè a Ester

Cantici e versi toccanti Giobbe, Salmi, Cantico dei Cantici

Saggi consigli Proverbi, Ecclesiaste

Profezie e guida morale Da Isaia a Malachia e Rivelazione

La vita e gli insegnamenti di Gesù Da Matteo a Giovanni

La nascita e la diffusione del cristianesimo Atti

Epistole alle congregazioni Da Romani a Giuda