Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Il Regno di Dio è già una realtà!

 CAPITOLO 17

La formazione dei ministri del Regno

La formazione dei ministri del Regno

IN QUESTO CAPITOLO

Le scuole teocratiche preparano i ministri del Regno ad assolvere i loro incarichi

1-3. In che modo Gesù estese l’opera di predicazione, e quali domande sorgono?

PER due anni Gesù predicò in tutta la Galilea. (Leggi Matteo 9:35-38.) Si recò in molte città e villaggi, insegnando nelle sinagoghe e predicando la buona notizia del Regno. Ovunque andasse, le folle gli si accalcavano intorno. “La messe è grande”, osservò. Servivano quindi più operai.

2 Gesù preparò il terreno per estendere l’opera di predicazione. Lo fece mandando i suoi dodici apostoli “a predicare il regno di Dio” (Luca 9:1, 2). Gli apostoli si saranno chiesti come compiere quell’opera. Prima di inviarli, Gesù, spinto dall’amore, diede loro qualcosa che il suo Padre celeste aveva dato a lui: la necessaria preparazione.

3 Ma che tipo di formazione Gesù aveva ricevuto dal Padre? Che formazione provvide ai suoi apostoli? Oggi il Re messianico prepara i suoi seguaci a compiere il loro ministero? Se sì, come?

“Dico queste cose come il Padre mi ha insegnato”

4. Quando e dove fu istruito Gesù?

4 Gesù fu pronto a riconoscere di essere stato istruito dal Padre. Nel corso del suo ministero disse: “Dico queste cose come il Padre mi ha insegnato” (Giov. 8:28). Quando e dove fu istruito Gesù? A quanto pare egli, in qualità di Figlio primogenito di Dio, iniziò a essere istruito subito dopo essere stato creato (Col. 1:15). In cielo, per incalcolabili ere, ebbe modo di ascoltare e osservare il Padre, il “grande Insegnante” (Isa. 30:20). Di conseguenza fu istruito in modo ineguagliabile in merito alle qualità, alle opere e ai propositi del Padre.

5. Che preparazione ricevette il Figlio per il ministero che doveva compiere sulla terra?

5 A suo tempo Geova preparò il Figlio per il ministero che avrebbe compiuto sulla terra. Prendiamo in esame una profezia che descrive la relazione tra il grande Insegnante e il suo Primogenito. (Leggi Isaia 50:4, 5.) Geova, come dice la profezia, destava suo Figlio “di mattina in mattina”.  Questa immagine dà l’idea di un istitutore che sveglia l’alunno la mattina presto per istruirlo. Un commentario biblico afferma: “Geova [...] per così dire lo porta a scuola come un alunno e gli insegna cosa e come deve predicare”. In questa “scuola” celeste Geova insegnò a suo Figlio ‘ciò che doveva dire e di che doveva parlare’ (Giov. 12:49). La formazione ricevuta dal Figlio includeva anche il modo in cui avrebbe dovuto insegnare. * Sulla terra Gesù mise a frutto quella formazione non solo compiendo lui stesso il ministero ma preparando anche i suoi seguaci a compierlo.

6, 7. (a) Quale formazione provvide Gesù agli apostoli, e questo cosa permise loro di fare? (b) Che tipo di formazione Gesù fa in modo che i suoi seguaci ricevano oggi?

6 Torniamo alla formazione che Gesù provvide agli apostoli. Secondo il capitolo 10 di Matteo, Gesù diede loro specifiche istruzioni per il ministero. Eccone alcune: dove predicare (versetti 5, 6), quale messaggio portare (versetto 7), la necessità di confidare in Geova (versetti 9, 10), come rivolgersi agli interlocutori (versetti 11-13), come comportarsi in caso di rifiuto (versetti 14, 15) e cosa fare in caso di persecuzione (versetti 16-23). * Queste chiare istruzioni misero gli apostoli in condizione di guidare l’opera di predicazione della buona notizia nel I secolo.

7 Che dire di oggi? Gesù, il Re del Regno di Dio, ha dato ai suoi seguaci il più importante degli incarichi: predicare “questa buona notizia del regno [...] in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni” (Matt. 24:14). Ma ci prepara per portare a termine quest’opera fondamentale? Certo. Dal cielo fa in modo che i suoi seguaci ricevano un’adeguata formazione per predicare e per assolvere determinati incarichi all’interno della congregazione.

Preparati per essere evangelizzatori

8, 9. (a) Qual era l’obiettivo principale della Scuola di Ministero Teocratico? (b) In che modo l’adunanza infrasettimanale vi ha aiutato a essere evangelizzatori più efficaci?

8 Da molto tempo l’organizzazione di Geova si serve di assemblee, congressi e adunanze di congregazione, come l’adunanza di servizio, al fine di preparare i servitori di Dio per il ministero. A partire dagli anni ’40, comunque, i fratelli della sede mondiale che guidavano l’opera avviarono un programma di formazione istituendo diverse scuole.

9 Scuola di Ministero Teocratico. Come abbiamo visto nel capitolo precedente, si iniziò a tenere questa scuola nel 1943. Il suo scopo non era unicamente quello di insegnare agli studenti a pronunciare discorsi efficaci alle adunanze. L’obiettivo principale di questa scuola è stato quello di preparare coloro che servono Geova a usare il dono della parola per lodarlo nel ministero (Sal. 150:6).  La scuola formava tutti i fratelli e le sorelle che vi erano iscritti affinché diventassero più efficaci evangelizzatori del Regno. Ora tale formazione viene fornita attraverso l’adunanza infrasettimanale.

10, 11. Attualmente a chi è aperta la Scuola di Galaad, e qual è l’obiettivo del piano di studi?

10 Scuola biblica di Galaad. Quella che ora si chiama Scuola biblica di Galaad aprì i battenti lunedì 1° febbraio 1943. In origine aveva l’obiettivo di preparare pionieri e altri ministri a tempo pieno perché servissero in varie parti del mondo come missionari. Dall’ottobre del 2011, però, la scuola è aperta solo a coloro che svolgono già qualche forma di servizio speciale a tempo pieno, come pionieri speciali, sorveglianti viaggianti con le rispettive mogli, beteliti e missionari che servono nel campo e che non l’hanno ancora frequentata.

11 Qual è l’obiettivo del piano di studi della Scuola di Galaad? Ecco la risposta di un insegnante di grande esperienza: “Rafforzare la fede degli studenti per mezzo di un profondo studio della Parola di Dio e aiutarli a sviluppare le qualità spirituali necessarie per affrontare con successo le sfide del loro incarico. Inoltre, il programma è concepito per rafforzare negli studenti il desiderio di partecipare all’opera di evangelizzazione” (Efes. 4:11).

12, 13. Che effetto ha avuto la Scuola di Galaad sull’opera mondiale di predicazione? Fate un esempio.

12 Che effetto ha avuto la Scuola di Galaad sull’opera mondiale di predicazione? Dal 1943 ha preparato più di 8.500 persone, * che hanno prestato servizio in più di 170 nazioni. Questi missionari hanno messo a frutto la formazione ricevuta, predicando con uno zelo esemplare e preparando altri a fare lo stesso. In molti casi i missionari hanno avviato l’opera in zone in cui c’erano pochi proclamatori del Regno, o addirittura nessuno.

13 Pensate a cosa è accaduto in Giappone, dove la predicazione organizzata quasi cessò durante la seconda guerra mondiale. Nell’agosto del 1949 c’erano meno di dieci proclamatori locali in Giappone. Per la fine di quell’anno, però, c’erano 13 missionari diplomati di Galaad che predicavano attivamente. In seguito ne arrivarono molti altri. All’inizio predicarono soprattutto nelle grandi città, e poi anche altrove. I missionari incoraggiarono calorosamente i loro studenti e altri a intraprendere il servizio di pioniere. Il loro impegno diede ottimi risultati. Ora in Giappone ci sono più di 216.000 proclamatori, e quasi il 40 per cento di loro svolge il servizio di pioniere. *

14. Cosa dimostrano le scuole teocratiche? (Vedi anche il riquadro “ Scuole che preparano i ministri del Regno”.)

14 Altre scuole teocratiche. La Scuola del Servizio di Pioniere, la Scuola biblica per coppie cristiane e la Scuola biblica per fratelli non sposati hanno aiutato gli studenti  a crescere in senso spirituale e a manifestare zelo essendo in prima linea nell’opera di evangelizzazione. * Tutte queste scuole teocratiche dimostrano senza ombra di dubbio che il nostro Re prepara al meglio i suoi seguaci a compiere il loro ministero (2 Tim. 4:5).

Preparati per assolvere particolari responsabilità

15. Sotto quale aspetto gli uomini che ricoprono incarichi di responsabilità vogliono imitare Gesù?

15 Ricordate la profezia di Isaia che fa riferimento all’istruzione impartita da Dio a Gesù? In quella “scuola” celeste il Figlio imparò a “rispondere con una parola allo stanco” (Isa. 50:4). Gesù applicò quelle istruzioni; quando era sulla terra ristorò coloro che erano “affaticati e oppressi” (Matt. 11:28-30). Imitando il suo esempio, gli uomini che ricoprono incarichi di responsabilità vogliono essere una fonte di incoraggiamento per i fratelli e le sorelle. Sono state così istituite diverse scuole per aiutare fratelli qualificati a servire meglio i loro compagni di fede.

16, 17. Qual è lo scopo della Scuola di Ministero del Regno? (Vedi anche la nota in calce.)

 16 Scuola di Ministero del Regno. Le lezioni della prima classe iniziarono il 9 marzo 1959 a South Lansing (New York). Al corso, che durava un mese, venivano invitati sorveglianti viaggianti e servitori di congregazione. In seguito il programma fu tradotto dall’inglese in altre lingue, e la scuola iniziò a formare fratelli di tutto il mondo. *

Il fratello Lloyd Barry mentre insegna alla Scuola di Ministero del Regno in Giappone (1970)

17 Parlando dello scopo della Scuola di Ministero del Regno, l’Annuario dei Testimoni di Geova del 1962 diceva: “In questo mondo frenetico il sorvegliante di una congregazione dei Testimoni di Geova dev’essere un uomo che riesce a organizzare la propria vita in modo da dare a tutti nella congregazione la giusta attenzione ed essere per loro una benedizione. Al tempo stesso non può essere uno che trascura la famiglia per la congregazione; deve essere giudizioso. Che straordinaria opportunità è stata data ai servitori di congregazione di tutto il mondo! Frequentando la Scuola di Ministero del Regno saranno preparati a fare ciò che la Bibbia richiede da un sorvegliante” (1 Tim. 3:1-7; Tito 1:5-9).

18. In che senso tutti nel popolo di Dio traggono beneficio dalla Scuola di Ministero del Regno?

 18 Tutti nel popolo di Dio traggono beneficio dalla Scuola di Ministero del Regno. In che senso? Quando anziani e servitori di ministero mettono in pratica ciò che imparano a questa scuola, diventano, a imitazione di Gesù, una fonte di ristoro per i loro compagni di fede. Non siete contenti quando un anziano o un servitore di ministero premuroso vi ascolta, vi dice qualche parola gentile o vi fa una visita di incoraggiamento? (1 Tess. 5:11). Questi uomini qualificati sono un vero dono per le congregazioni!

19. Quali altre scuole sono sotto la supervisione del Comitato dell’Insegnamento, e qual è il loro obiettivo?

19 Altre scuole teocratiche. Sotto la supervisione del Comitato dell’Insegnamento del Corpo Direttivo rientrano anche altre scuole che preparano fratelli con incarichi di responsabilità nell’organizzazione, come anziani di congregazione, sorveglianti viaggianti e membri dei Comitati di Filiale. L’obiettivo è quello di aiutare tali fratelli ad assolvere meglio le loro numerose responsabilità. Questi corsi basati sulla Bibbia li incoraggiano a curare la loro spiritualità e ad applicare i princìpi scritturali nel pascere le preziose pecore che Geova ha affidato loro (1 Piet. 5:1-3).

Prima classe della Scuola di Addestramento per il Ministero in Malawi (2007)

20. Perché Gesù poté dire che siamo tutti “ammaestrati da Geova”, e cosa siamo decisi a fare?

20 Il Re messianico ha fatto in modo che i suoi seguaci fossero ben preparati. Questa formazione viene dall’alto: Geova ha preparato il Figlio e il Figlio prepara i suoi seguaci. Per questo Gesù poté dire che siamo tutti “ammaestrati da Geova” (Giov. 6:45; Isa. 54:13). Avvaliamoci pienamente di tutta l’istruzione che il nostro Re ci ha messo a disposizione. E ricordiamo che l’obiettivo principale di tutta questa preparazione è aiutarci a rimanere spiritualmente forti per compiere pienamente il nostro ministero.

^ par. 5 Come sappiamo che il Padre diede indicazioni al Figlio sul modo in cui insegnare? Riflettete: il fatto che Gesù usasse molti esempi nell’insegnare adempì una profezia scritta secoli prima della sua nascita (Sal. 78:2; Matt. 13:34, 35). È evidente che Geova, l’Autore di quella profezia, aveva stabilito con largo anticipo che il Figlio insegnasse per mezzo di esempi, o parabole (2 Tim. 3:16, 17).

^ par. 6 Mesi dopo Gesù “designò altri settanta e li mandò a due a due” a predicare. Fornì anche a loro la necessaria preparazione (Luca 10:1-16).

^ par. 12 Alcuni studenti hanno frequentato la Scuola di Galaad più di una volta.

^ par. 13 Per maggiori dettagli sull’impatto che l’operato dei diplomati di Galaad ha avuto a livello mondiale, vedi il capitolo 23 del libro I Testimoni di Geova, proclamatori del Regno di Dio.

^ par. 14 Le ultime due scuole sono state sostituite dalla Scuola per evangelizzatori del Regno.

^ par. 16 Ora tutti gli anziani possono frequentare la Scuola di Ministero del Regno, i cui corsi vengono tenuti a distanza di qualche anno e sono di durata variabile. Dal 1984 anche i servitori di ministero possono partecipare a questa scuola.