Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Il mio libro di racconti biblici

 RACCONTO 109

Pietro va da Cornelio

Pietro va da Cornelio

L’UOMO in piedi è l’apostolo Pietro, e dietro a lui sono due suoi amici. Ma perché quell’altro uomo si inchina dinanzi a Pietro? Dovrebbe farlo? Sai chi è?

Quell’uomo è Cornelio. È un ufficiale dell’esercito romano. Cornelio non conosce Pietro, ma gli è stato detto di invitarlo a casa sua. Vediamo un po’ com’è avvenuto questo.

I primi seguaci di Gesù erano ebrei, ma Cornelio non è ebreo. Tuttavia ama Dio, lo prega e fa del bene ad altri. Un pomeriggio gli appare un angelo che gli dice: ‘Dio è contento di te, e sta per esaudire le tue preghiere. Manda qualcuno a cercare un certo uomo di nome Pietro. Sta a Ioppe, nella casa di Simone, che abita presso il mare’.

Subito Cornelio manda degli uomini a cercare Pietro. L’indomani, mentre essi si avvicinano a Ioppe, Pietro è sulla terrazza della casa di Simone. Lì Dio fa sì che Pietro pensi di vedere un grande panno che scende dal cielo, con dentro ogni sorta di animali. Secondo la legge di Dio questi animali erano impuri come cibo, eppure una voce dice: ‘Alzati, Pietro. Uccidi e mangia’.

‘No!’, risponde Pietro. ‘Non ho mai mangiato ciò che non è puro’. Ma la voce gli dice: ‘Smetti di chiamare impuro ciò che ora Dio dice che è puro’. Questo si ripete tre volte. Mentre Pietro si domanda cosa significhi tutto ciò, gli uomini mandati da Cornelio giungono alla casa e chiedono di Pietro.

Pietro scende e dice: ‘Sono io l’uomo che cercate. Perché siete venuti?’ Quando gli uomini spiegano che un angelo ha detto a Cornelio di invitare Pietro a casa sua, Pietro acconsente ad andare con loro. Il giorno dopo Pietro e alcuni amici partono per andare da Cornelio a Cesarea.

Cornelio ha radunato i suoi parenti e gli intimi amici. Quando Pietro arriva, Cornelio gli va incontro, cade ai suoi piedi e si inchina, come vedi qui. Ma Pietro dice: ‘Alzati; anch’io non sono che un uomo’. La Bibbia mostra infatti che non è giusto inchinarsi a un uomo per adorarlo. Si deve adorare solo Geova.

Pietro ora predica a quelli che sono radunati. ‘Vedo che Dio accetta tutti quelli che vogliono servirlo’, dice. E mentre Pietro parla, Dio manda il suo spirito santo e i presenti si mettono a parlare in lingue diverse. Questo meraviglia i discepoli ebrei che sono venuti con Pietro, perché pensavano che Dio approvasse solo gli ebrei. Così imparano che Dio non considera le persone di una razza migliori o più importanti di quelle di un’altra. Non è questa una buona cosa che tutti dobbiamo ricordare?