Avere una famiglia felice è un naturale desiderio umano

1-4. In quali modi la gente cerca di trovare pace e felicità? Con quali risultati?

FELICITÀ. Salute e lunga vita. Pace e sicurezza. Non sono forse cose che desideriamo tutti? Purtroppo, però, spesso la realtà è ben diversa dai nostri desideri. Oggi il mondo è pieno di angoscia. In tutta la terra disastri, calamità, guerre, malattie, delinquenza e ingiustizie sono in costante aumento. Come si può trovare pace e felicità?

2 Coloro che si definiscono pratici e realisti associano la felicità all’abbondanza e alla ricchezza. Ritengono che nulla possa dare sicurezza quanto il denaro; con i soldi si può avere una vita comoda, senza problemi di vitto e alloggio. È vero, il denaro può costituire una protezione e recare certi vantaggi. Ma la ricchezza è davvero la cosa più importante? Il denaro può garantire protezione durevole? Quanto è affidabile la sicurezza materiale? Tracolli finanziari, crisi economica, delinquenza, atti di violenza, guerre e disastri naturali hanno rovinato in un istante la fortuna di molti. Esperienze traumatizzanti come queste sono all’ordine del giorno.

3 Altri inseguono la fama e cercano di farsi una posizione. Pensano che se diventano importanti possono imporsi sugli altri e riscuotere ammirazione. Ma anche chi raggiunge il successo deve ammettere che le cose possono cambiare rapidamente e che dall’oggi al domani può perdere la propria posizione. Le soddisfazioni derivanti dal successo sono effimere. E quando la vita finisce, svaniscono anche gloria e celebrità.

4 Molti inoltre pensano che, essendo la vita così breve e le vicende umane così mutevoli e imprevedibili, la cosa migliore sia spassarsela finché si può. Svago e divertimenti hanno il loro posto nella vita, ma possono recare felicità e soddisfazione durevoli? Passata l’euforia, come ci si sente? Dopo aver fatto baldoria molti si sentono svuotati ed esausti; una vita spesa così non ha significato.

Il denaro può garantire pace e felicità durevoli?

5-7. (a) Perché chi ricerca cose come fama, ricchezza e piaceri alla fine rimane deluso? (b) Se vogliamo avere una vita significativa, su quali domande dobbiamo riflettere?

 5 Ricchezza, fama, preminenza, piaceri, gozzoviglie: nessuna di queste cose può recare felicità e appagamento durevoli. Perché no? Perché chi ricerca la felicità in questi modi si sta ingannando ed è sulla strada sbagliata. Si preoccupa solo di soddisfare i propri desideri fisici o materiali. Alla fine non si sente veramente appagato, ma gli restano la frustrazione e il vuoto spirituale di sempre.

6 Agli animali basta soddisfare le proprie necessità fisiche, come mangiare e dormire. I bisogni degli esseri umani, invece, vanno ben oltre. Questo perché gli animali non hanno la coscienza, che invece noi abbiamo. A differenza dell’uomo, poi, non comprendono ciò che è spirituale. Non si chiedono perché esistono, mentre gli esseri umani continuano a interrogarsi sul senso della vita. Per essere veramente felici dobbiamo appagare le necessità del cuore e della mente. Il problema è: Come si possono soddisfare queste necessità?

7 Se vogliamo che la nostra vita abbia un senso, dobbiamo prima capire perché esistiamo. Nel corso dei secoli le persone riflessive si sono spesso chieste: ‘Da dove è venuto l’uomo? Qual è lo scopo della vita? Esiste un Sovrano Signore dell’universo? In caso affermativo, si interessa del genere umano? Cosa ha in mente per noi?’ Queste sono tutte domande importanti, ma chi può fornire risposte soddisfacenti e corrette? La religione? Vediamo.