Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Impariamo dai racconti della Bibbia

 CAPITOLO 97

Cornelio riceve lo spirito santo

Cornelio riceve lo spirito santo

A Cesarea viveva un importante ufficiale dell’esercito romano di nome Cornelio. Anche se non era ebreo, gli ebrei lo rispettavano. Cornelio era generoso con i poveri e con quelli che avevano bisogno di aiuto. Credeva in Geova e lo pregava sempre. Un giorno gli apparve un angelo, che gli disse: “Dio ha ascoltato le tue preghiere. Ora manda degli uomini da Pietro, a Ioppe, e chiedigli di venire da te”. Cornelio mandò subito tre uomini a Ioppe, circa 50 chilometri a sud di Cesarea.

Nel frattempo a Ioppe Pietro ebbe una visione. Vide degli animali che gli ebrei non potevano mangiare e sentì una voce che gli diceva di mangiarli. Ma Pietro non voleva farlo e disse: “Non ho mai mangiato animali impuri”. Allora la voce gli disse: “Non dire che questi animali sono impuri. Dio li ha purificati”. Poi aggiunse: “Ci sono tre uomini alla porta. Vai con loro”. Pietro andò ad aprire la porta e chiese agli uomini perché erano lì. Loro risposero: “Ci ha mandati Cornelio, un ufficiale dell’esercito romano. Ti chiede di andare a casa sua a Cesarea”. Pietro invitò gli uomini a passare la  notte a casa sua. Il giorno dopo andò con loro a Cesarea insieme ad altri fratelli di Ioppe.

Quando vide Pietro, Cornelio si inginocchiò. Ma Pietro disse: “Alzati! Sono solo un uomo, proprio come te. Dio mi ha detto di venire a casa tua, anche se i giudei non entrano nelle case di persone di altre nazioni. Ma ora, per favore, dimmi perché mi hai chiamato”.

Cornelio disse a Pietro: “Quattro giorni fa, mentre pregavo Dio, un angelo mi ha detto di mandarti a chiamare. Ti prego, insegnaci le parole di Geova”. Pietro disse: “Ho imparato che Dio non è parziale. Lui accetta tutti quelli che vogliono adorarlo”. Pietro insegnò loro molte cose riguardo a Gesù. Poi lo spirito santo scese su Cornelio e su quelli che erano con lui, e furono tutti battezzati.

“In ogni nazione [Dio] accetta chi lo teme e fa ciò che è giusto” (Atti 10:35)