Qualche tempo dopo aver sognato la statua, il re Nabucodonosor fece costruire un’enorme statua d’oro. La fece mettere nella pianura di Dura e disse agli uomini più importanti del paese di radunarsi di fronte alla statua. Chiamò anche Sadrac, Mesac e Abednego. Il re comandò a tutti questi uomini: “Non appena sentite il suono delle trombe, delle arpe e delle zampogne inchinatevi davanti alla statua! Chi non si inchinerà sarà gettato in una fornace ardente”. I tre ebrei si sarebbero inchinati davanti alla statua o avrebbero adorato solo Geova?

Il re comandò ai musicisti di iniziare a suonare. Tutti si inchinarono e adorarono la statua. Sadrac, Mesac e Abednego però non lo fecero. Alcuni uomini li videro e dissero al re: “Quei tre ebrei si rifiutano di adorare la tua statua”. Nabucodonosor li mandò a chiamare e disse: “Vi darò un’altra possibilità di adorare la statua. Se non lo fate, vi getterò nella fornace. Nessun dio vi potrà salvare da me”. Loro risposero: “Non abbiamo bisogno di un’altra possibilità. Il nostro Dio ci può salvare. Ma anche se non ci salverà, o re, noi non adoreremo la statua”.

Nabucodonosor si arrabbiò molto. Disse ai suoi uomini: “Riscaldate la fornace sette volte più del solito!” Poi comandò ai suoi soldati: “Legate questi uomini e gettateli nella fornace!” La fornace era così  calda che quando i soldati si avvicinarono morirono all’istante, e i tre ebrei caddero nel fuoco. Ma quando guardò nella fornace, Nabucodonosor vide camminare tra le fiamme quattro uomini, e non tre. Il re si spaventò e chiese ai suoi funzionari: “Non abbiamo gettato tre uomini nel fuoco? Io ne vedo quattro, e uno di loro sembra un angelo!”

Nabucodonosor si avvicinò alla fornace e gridò: “Uscite, servitori dell’Iddio Altissimo!” Tutti furono sorpresi di vedere Sadrac, Mesac e Abednego uscire dalla fornace senza un graffio. La loro pelle, i loro capelli e i loro vestiti non si erano bruciati e non avevano addosso neanche l’odore del fumo.

Nabucodonosor disse: “Il Dio di Sadrac, Mesac e Abednego è grande. Ha mandato il suo angelo e li ha salvati. Non esiste un altro dio come il loro”.

Sei deciso anche tu a rimanere leale a Geova qualsiasi cosa accada, come fecero questi tre ebrei?

“È Geova tuo Dio che devi adorare, e a lui solo devi rendere sacro servizio” (Matteo 4:10)