Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Impariamo dal grande Insegnante

 CAPITOLO 45

Cos’è il Regno di Dio? Come mostriamo di desiderarlo

Cos’è il Regno di Dio? Come mostriamo di desiderarlo

CONOSCI la preghiera che Gesù insegnò ai suoi seguaci? — Se non la conosci, possiamo leggerla insieme nella Bibbia, in Matteo 6:9-13. Questa preghiera, che molti chiamano il “Padrenostro”, dice tra l’altro: “Venga il tuo regno”. Sai cos’è il Regno di Dio? —

Ora ti spiego: un re è il sovrano di un paese o territorio, e il suo governo si chiama regno. In certi paesi la persona che è a capo del governo si chiama presidente. Com’è chiamato Colui che esercita l’autorità nel governo di Dio? — È chiamato Re. Ecco perché il governo di Dio si chiama Regno.

Sai chi è stato scelto da Geova Dio come Re del Suo governo? — Suo Figlio, Gesù Cristo. Perché Gesù è migliore di qualsiasi governante che gli uomini possano scegliere? — Perché Gesù  ama davvero il Padre suo, Geova, e quindi fa sempre ciò che è giusto.

Molto tempo prima che Gesù nascesse a Betleem, la Bibbia parlava della sua nascita e diceva che sarebbe diventato il Governante scelto da Dio. Leggiamolo in Isaia 9:6, 7. Questo brano, nella “Bibbia del re Giacomo”, dice: “Ci è nato un bambino, ci è dato un figlio: e il governo sarà sulla sua spalla: e sarà chiamato col nome di . . . Principe della Pace. Dell’incremento del suo governo e della pace non ci sarà fine”. — Il corsivo è nostro.

Sai perché qui il Governante del Regno di Dio è chiamato “Principe”? — Ebbene, un principe è il figlio di un re. E Gesù è il Figlio del gran Re, Geova. Ma Geova ha anche nominato Gesù Re del Suo governo che reggerà la terra per mille anni. (Rivelazione [Apocalisse] 20:6) Dopo essersi battezzato, Gesù iniziò a “predicare, dicendo: ‘Pentitevi, poiché il regno dei cieli si è avvicinato’”. — Matteo 4:17.

Perché, secondo te, Gesù diceva che il Regno si era avvicinato? — Perché il Re, che in seguito avrebbe governato in cielo, era proprio lì con loro! Per questo Gesù dichiarò: “Il regno di Dio è in mezzo a voi”. (Luca 17:21) Non ti piacerebbe avere il Re di Geova così vicino a te da poterlo perfino toccare? —

Ora dimmi, quale importante opera venne a compiere Gesù sulla terra? — Gesù rispose così a questa domanda: “Anche ad altre città devo dichiarare la buona notizia del regno di Dio, perché per questo sono stato mandato”. (Luca 4:43) Gesù sapeva che non avrebbe potuto compiere tutta la predicazione da solo. Perciò, cosa pensi che abbia fatto? —

Quale opera venne a compiere Gesù sulla terra?

Gesù portò con sé alcuni e mostrò loro come compiere l’opera di predicazione. I primi a essere istruiti  da lui furono i dodici che scelse come apostoli. (Matteo 10:5, 7) Ma Gesù insegnò solo agli apostoli a compiere quest’opera? No, la Bibbia dice che Gesù addestrò molti altri ancora a predicare. A suo tempo mandò davanti a sé a due a due altri 70 discepoli. E questi cosa insegnavano agli altri? — Gesù comandò: “Dite loro: ‘Il regno di Dio si è avvicinato a voi’”. (Luca 10:9) In tal modo le persone venivano a conoscenza del governo di Dio.

Anticamente in Israele c’era l’usanza che i re, quando salivano al trono, entrassero in città cavalcando un puledro per presentarsi al popolo. Questo è esattamente ciò che fa Gesù quando si reca per l’ultima volta a Gerusalemme. Infatti Gesù sarà il Governante del Regno di Dio. Il popolo lo vuole come Re? —

Via via che Gesù avanza, gran parte della folla stende i propri mantelli sulla strada davanti a lui. Altri tagliano rami dagli alberi e li spargono sulla strada. Così facendo mostrano di volere che Gesù sia il loro Re, e gridano: “Benedetto Colui che viene come Re nel nome di Geova!” Ma non tutti sono contenti. Infatti alcuni capi religiosi arrivano al punto di dire a Gesù: ‘Di’ ai tuoi discepoli di tacere’. — Luca 19:28-40.

Come mai il popolo cambia idea e non vuole più Gesù come Re?

Cinque giorni dopo, Gesù viene arrestato e portato nel palazzo del governatore Ponzio Pilato per comparire davanti a lui. I nemici di Gesù dicono che sostiene di essere re e che si oppone al governo romano. Allora Pilato lo interroga a questo riguardo. Gesù spiega che non sta tentando di impadronirsi del governo, e dice a Pilato: “Il mio regno non fa parte di questo mondo”. — Giovanni 18:36.

Quindi Pilato esce dal palazzo e dice alla folla che non trova nessuna colpa in Gesù. Ma ora il popolo non vuole Gesù come Re. Non vuole che venga liberato. (Giovanni 18:37-40) Dopo aver parlato di nuovo con Gesù, Pilato si convince che non ha fatto nulla di  male. Perciò alla fine, dopo averlo portato fuori per l’ultima volta, dice: “Ecco il vostro re!” Ma il popolo grida: “Toglilo di mezzo! Toglilo di mezzo! Mettilo al palo!”

Pilato chiede: “Metterò al palo il vostro re?” I capi sacerdoti rispondono: “Non abbiamo altro re che Cesare”. Te lo immagini? Quei sacerdoti malvagi sono riusciti a istigare il popolo contro Gesù! — Giovanni 19:1-16.

Oggi le cose non sono molto diverse da allora. La maggioranza delle persone in effetti non vuole  che Gesù sia il loro Re. Forse dicono di credere in Dio, ma non vogliono che Dio o Cristo dicano loro cosa fare. Preferiscono i propri governi terreni.

Che dire di noi? Quando acquistiamo conoscenza del Regno di Dio e di tutte le cose meravigliose che esso farà, che sentimenti proviamo nei confronti di Dio? — Proviamo amore per lui, non è vero? — Come possiamo allora mostrare a Dio che davvero lo amiamo e che vogliamo essere governati dal suo Regno? —

Perché Gesù si battezzò, e come manifestò Dio la sua approvazione?

Possiamo manifestare a Dio i nostri sentimenti imitando l’esempio di Gesù. E cosa fece Gesù per dimostrare che amava Geova? — “Faccio sempre le cose che gli piacciono”, dichiarò. (Giovanni 8:29) Sì, Gesù venne sulla terra per ‘fare la volontà di Dio’ e per “finire la sua opera”. (Ebrei 10:7; Giovanni 4:34) Considera cosa fece Gesù prima di iniziare l’opera di predicazione.

Si recò da Giovanni Battista al fiume Giordano. Dopo che furono entrati nell’acqua, Giovanni immerse completamente Gesù e poi lo tirò fuori dall’acqua. Sai perché Giovanni battezzò Gesù? —

Dove possiamo parlare ad altri del Regno di Dio?

Era stato Gesù a chiedere a Giovanni di battezzarlo. Ma come sappiamo che Dio voleva che Gesù  si battezzasse? — Lo sappiamo perché appena Gesù fu uscito dall’acqua sentì la voce di Dio dal cielo che diceva: “Tu sei mio Figlio, il diletto; io ti ho approvato”. Dio fece inoltre scendere il suo spirito santo su Gesù sotto forma di colomba. Pertanto Gesù, battezzandosi, mostrò di voler servire Geova per tutta la vita, sì, per sempre. — Marco 1:9-11.

Adesso sei ancora un bambino. Ma cosa farai quando sarai più grande? — Seguirai l’esempio di Gesù e ti battezzerai? — Dovresti imitare Gesù, perché la Bibbia dice che ti ha lasciato ‘un modello, affinché tu segua attentamente le sue orme’. (1 Pietro 2:21) Con il battesimo mostrerai di voler veramente essere governato dal Regno di Dio. Ma non basta battezzarsi.

Dobbiamo osservare tutte le cose che Gesù ha insegnato. Gesù disse che ‘non dobbiamo fare parte del mondo’. Saremmo ubbidienti a lui se ci lasciassimo prendere dalle cose del mondo? Gesù e gli apostoli stettero alla larga da tali cose. (Giovanni 17:14) Cosa facevano invece? — Parlavano ad altri del Regno di Dio. Questa era la loro principale occupazione. Possiamo anche noi compiere la stessa opera? — Certo, e la compiremo se preghiamo sul serio che venga il Regno di Dio.

Leggi ancora questi brani biblici che dicono cosa possiamo fare per mostrare che desideriamo che venga il Regno di Dio: Matteo 6:24-33; 24:14; 1 Giovanni 2:15-17 e 5:3.