LUCA 17:11-19

  • GESÙ GUARISCE 10 LEBBROSI

Sfuggito al complotto del Sinedrio, Gesù si reca a Efraim, una città a nord-est di Gerusalemme, dove rimane con i suoi discepoli al sicuro dai nemici (Giovanni 11:54). Comunque, dato che si sta avvicinando la Pasqua del 33, Gesù si mette di nuovo in viaggio. Va verso nord e attraversa la Samaria per raggiungere la Galilea. È l’ultima volta che si reca in questa zona prima della sua morte.

Gesù si sposta di villaggio in villaggio e, non molto tempo dopo la sua partenza, incontra 10 uomini affetti da lebbra. In alcune sue forme questa malattia può consumare gradualmente varie parti del corpo, come le orecchie e le dita delle mani e dei piedi (Numeri 12:10-12). La Legge di Dio impone che un lebbroso gridi “Impuro, impuro!” e che viva isolato (Levitico 13:45, 46).

Per questo motivo, i 10 lebbrosi si tengono a distanza mentre gridano ad alta voce: “Gesù, Maestro, abbi misericordia di noi!” Vedendoli, lui risponde: “Andate e mostratevi ai sacerdoti” (Luca 17:13, 14). Con queste parole Gesù mostra rispetto per la Legge di Dio, secondo la quale sono i sacerdoti ad avere il compito di dichiarare guarite le persone che non sono più affette da lebbra. Solo dopo che il sacerdote si è pronunciato possono tornare a vivere tra le persone sane (Levitico 13:9-17).

I 10 lebbrosi hanno fiducia nei poteri miracolosi di Gesù e senza aspettare di essere guariti vanno dai sacerdoti. Lungo il tragitto, la loro fede viene ricompensata: si accorgono di essere stati sanati!

Una volta guariti, 9 ex lebbrosi vanno per la loro strada mentre uno, un samaritano, torna indietro. Come mai? Quest’uomo è profondamente grato per quello che Gesù ha fatto e “[glorifica] Dio ad alta voce” perché capisce che in realtà è stato proprio Dio a sanarlo (Luca 17:15). Quando trova Gesù, l’uomo cade ai suoi piedi e lo ringrazia.

Rivolgendosi a chi gli sta intorno, Gesù domanda: “Non sono stati purificati tutti e 10? Dove sono dunque gli altri 9? Non è tornato indietro nessun altro per dare gloria a Dio a parte quest’uomo di un’altra nazione?” Poi dice al samaritano: “Alzati e va’! La tua fede ti ha sanato” (Luca 17:17-19).

Guarendo i 10 lebbrosi Gesù ha dimostrato di godere del sostegno di Geova Dio. Ora, grazie a questo miracolo, uno di questi uomini non solo sta bene ma probabilmente si è incamminato sulla via che porta alla vita. Nei nostri giorni Dio non impiega suo Figlio per compiere simili guarigioni. Tuttavia, se esercitiamo fede in Gesù possiamo percorrere la via che conduce alla vita eterna. Dimostriamo anche noi la stessa gratitudine del samaritano?