Credenza secondo cui gli spiriti dei defunti sopravvivono alla morte del corpo fisico e possono comunicare con i vivi, soprattutto tramite una persona (un medium) particolarmente sensibile alla loro influenza. La parola greca per “spiritismo” è farmakìa, che letteralmente significa “uso di droghe”, “uso di farmaci”. Questo termine finì per essere associato con lo spiritismo perché nell’antichità si faceva uso di droghe quando si invocava il potere dei demòni per praticare la stregoneria (Gal 5:20; Ri 21:8).