Prezzo pagato per liberare da prigionia, punizione, sofferenza, peccato o da qualche obbligo. Il pagamento non avveniva sempre in denaro (Isa 43:3). Era richiesto un riscatto in diverse situazioni. Per esempio, in Israele tutti i primogeniti maschi di uomini e animali appartenevano a Geova e si doveva pagare un riscatto per liberarli dall’impiego esclusivo al servizio di Geova (Nu 3:45, 46; 18:15, 16). Nel caso in cui un toro pericoloso lasciato incustodito avesse ucciso qualcuno, il suo proprietario avrebbe dovuto pagare un riscatto per poter essere libero dalla condanna a morte prevista (Eso 21:29, 30). Tuttavia non si poteva accettare alcun riscatto per chi uccideva intenzionalmente (Nu 35:31). La Bibbia dà particolare risalto al riscatto che Cristo ha pagato offrendo la sua vita in sacrificio per liberare l’umanità ubbidiente dal peccato e dalla morte (Sl 49:7, 8; Mt 20:28; Ef 1:7).