Nella Bibbia questo termine, come altri affini, non si riferisce solo alla purezza fisica, ma anche al mantenere o ristabilire una condizione immacolata, irreprensibile e libera da qualunque cosa possa sporcare o corrompere da un punto di vista morale o spirituale. Sotto la Legge mosaica il termine si riferiva alla purezza cerimoniale (Le 10:10; Sl 51:7; Mt 8:2; 1Co 6:11).