[alamòt] Termine musicale che significa “fanciulle”, “ragazze”, e che probabilmente alludeva alle voci da soprano delle donne giovani. Veniva forse usato per indicare che un brano musicale o un accompagnamento doveva essere eseguito in un registro acuto (1Cr 15:20; Sl 46:sopr).