Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Cosa insegna realmente la Bibbia?

 CAPITOLO UNO

Qual è la verità riguardo a Dio?

Qual è la verità riguardo a Dio?
  • Dio si interessa davvero di voi?

  • Com’è Dio? Ha un nome?

  • È possibile avvicinarsi a Dio?

1, 2. Perché spesso è utile fare domande?

AVETE mai fatto caso al modo in cui i bambini fanno domande? Molti iniziano appena imparano a parlare. Guardano in su con gli occhi spalancati, pieni di interesse, e vi chiedono: Perché il cielo è azzurro? Di cosa sono fatte le stelle? Chi ha insegnato a cantare agli uccelli? Forse ce la mettete tutta per rispondere, ma non è sempre facile. A volte, anche dopo la risposta migliore, vi chiedono ancora: Perché?

2 I bambini non sono i soli a fare domande. Mentre cresciamo continuiamo a farne, per sapere come comportarci, per conoscere i pericoli da evitare o per soddisfare la nostra curiosità. Ma sembra che a un certo punto molti smettano di farsi domande, specie quelle più importanti. Perlomeno, smettono di cercare risposte.

3. Perché molti smettono di cercare risposte alle domande più importanti?

 3 Pensate alle domande che compaiono sulla copertina di questo libro, nella prefazione o all’inizio di questo capitolo. Sono alcune delle domande più importanti che si possano fare. Eppure molti hanno rinunciato a trovare le risposte. Perché? Nella Bibbia si possono trovare? Alcuni pensano che le risposte che dà la Bibbia siano troppo difficili da capire. Altri si vergognano o trovano imbarazzante fare domande. Altri ancora concludono che sia meglio lasciare simili domande a insegnanti e capi religiosi. Voi che ne pensate?

4, 5. Quali sono alcune delle domande più importanti che possiamo farci nella vita, e perché dovremmo cercare la risposta?

4 Molto probabilmente vi interessa trovare la risposta ai grandi interrogativi della vita. Senz’altro vi sarete chiesti: ‘Qual è lo scopo della vita? La vita è tutta qui? Com’è veramente Dio?’ È bene farsi simili domande, ed è importante non arrendersi finché non si trovano risposte esaurienti, degne di fiducia. Gesù Cristo, famoso per i suoi insegnamenti, disse: “Continuate a chiedere, e vi sarà dato; continuate a cercare, e troverete; continuate a bussare, e vi sarà aperto”. — Matteo 7:7.

5 Se “continuate a cercare” la risposta alle domande importanti, scoprirete che ne vale veramente la pena. (Proverbi 2:1-5) Nonostante quello che potrebbero avervi detto, le risposte ci sono, e nella Bibbia si possono trovare. Non sono difficili da capire, anzi infondono speranza e gioia. E possono aiutarvi ad avere sin d’ora una vita soddisfacente. Per cominciare, consideriamo una domanda che ha lasciato perplessi molti.

 DIO È INSENSIBILE E CRUDELE?

6. Perché molti ritengono che Dio sia insensibile alle sofferenze umane?

6 Molti ritengono che la risposta sia sì. ‘Se Dio volesse’, pensano, ‘il mondo non sarebbe molto diverso?’ Ci guardiamo attorno e vediamo un mondo pieno di guerre, odio e miseria. Noi stessi ci ammaliamo, soffriamo e vediamo morire persone care. Molti si chiedono: ‘Se Dio si interessasse di noi e dei nostri problemi, non impedirebbe queste cose?’

7. (a) In che modo esponenti religiosi hanno indotto molti a pensare che Dio sia crudele? (b) Cosa insegna realmente la Bibbia riguardo alle prove che potremmo affrontare?

7 Peggio ancora, a volte esponenti religiosi inducono a pensare che Dio sia crudele. Come mai? Di fronte a una sciagura dicono che era volontà di Dio. In effetti incolpano Dio delle brutte cose che accadono. È la verità? Cosa insegna realmente la Bibbia? Giacomo 1:13 risponde: “Quando è nella prova, nessuno dica: ‘Sono provato da Dio’. Poiché con i mali Dio non può essere provato né egli stesso prova alcuno”. Quindi la malvagità che vedete nel mondo attorno a voi non ha mai origine da Dio. (Giobbe 34:10-12) È vero, egli permette che accadano cose brutte. Ma c’è una notevole differenza tra permettere che qualcosa avvenga ed esserne la causa.

8, 9. (a) Come spieghereste la differenza tra permettere la malvagità ed esserne la causa? (b) Perché non sarebbe giusto criticare la decisione di Dio di permettere all’umanità di seguire una condotta ribelle?

8 Per esempio, pensate a un padre saggio e amorevole con un figlio adulto che vive ancora in famiglia. Se il figlio diventa ribelle e decide di andarsene da casa, il padre non glielo impedisce. Il figlio prende una cattiva strada e si mette nei guai. Il padre è forse la causa dei problemi del figlio? No. (Luca 15:11-13) Similmente Dio non ha impedito agli esseri umani di fare scelte sbagliate,  ma non è la causa dei problemi che ne sono derivati. Sicuramente non sarebbe giusto incolpare Dio di tutti i guai dell’uomo.

9 Dio ha buone ragioni per permettere all’uomo di seguire una cattiva strada. Il nostro potente e sapiente Creatore non è tenuto a darci spiegazioni. Per amore, però, Dio lo fa. Imparerete dell’altro circa queste ragioni nel capitolo 11. Ma siate certi che Dio non è responsabile dei nostri problemi. Anzi, è lui che ci dà l’unica speranza di vederne la soluzione. — Isaia 33:2.

10. Perché possiamo avere fiducia che Dio annullerà per sempre tutti gli effetti della malvagità?

10 Inoltre, Dio è santo. (Isaia 6:3) Questo significa che è puro. In Dio non c’è traccia di malvagità. Perciò possiamo avere completa fiducia in lui. Non si può dire lo stesso degli esseri umani, che a volte si lasciano corrompere. Anche l’uomo più onesto al potere spesso non può rimediare ai danni causati da persone malvage. Ma Dio è onnipotente. Può annullare tutti gli effetti che la malvagità ha avuto sull’uomo e lo farà. Quando interverrà, Dio porrà fine al male per sempre. — Salmo 37:9-11.

COSA PROVA DIO PER LE INGIUSTIZIE CHE SUBIAMO?

11. (a) Cosa prova Dio per l’ingiustizia? (b) Cosa prova per le vostre sofferenze?

11 Nel frattempo, cosa prova Dio per ciò che accade nel mondo e a voi stessi? Prima di tutto la Bibbia insegna che Dio “ama la giustizia”. (Salmo 37:28) Quindi non è affatto indifferente a ciò che è giusto e a ciò che è sbagliato. Detesta ogni specie di ingiustizia. La Bibbia dice che un tempo, quando il mondo si riempì di cattiveria, Dio “se ne addolorò nel suo cuore”. (Genesi 6:5, 6) Dio non è cambiato. (Malachia 3:6) Le sofferenze  che ci sono nel mondo lo addolorano ancora. E detesta veder soffrire la gente. “Egli ha cura di voi”, dice la Bibbia. — 1 Pietro 5:7.

La Bibbia insegna che Geova è l’amorevole Creatore dell’universo

12, 13. (a) Perché abbiamo buone qualità come l’amore, e in che maniera l’amore influisce sul nostro modo di vedere il mondo? (b) Perché si può essere certi che Dio farà davvero qualcosa per risolvere i problemi del mondo?

12 Come facciamo a essere sicuri che Dio detesta vederci soffrire? Un’ulteriore garanzia è che, come insegna la Bibbia, l’uomo è stato creato a immagine di Dio. (Genesi 1:26) Se abbiamo buone qualità è perché Dio ha buone qualità. Per esempio, vi dispiace veder soffrire gli innocenti? Se queste ingiustizie vi affliggono, state certi che Dio si affligge ancor di più.

13 Una delle caratteristiche più belle degli esseri umani è la capacità di amare. Anche in questo assomigliamo a Dio. La Bibbia insegna che “Dio è amore”. (1 Giovanni 4:8) Noi amiamo perché Dio ama. L’amore non vi spingerebbe a porre fine alle sofferenze e alle ingiustizie che vedete nel mondo? Se ne aveste il potere, non lo fareste? Certamente! Potete essere altrettanto certi che Dio porrà fine alle sofferenze e alle ingiustizie. Le promesse menzionate nella prefazione non sono semplici sogni o speranze vane. Le promesse di Dio si avverano sempre! Tuttavia, per riporre fede in queste promesse dovete conoscere meglio il Dio che le ha fatte.

 DIO VUOLE CHE SAPPIATE CHI È

Se desiderate presentarvi a qualcuno, non gli dite il vostro nome? Nella Bibbia Dio ci rivela il suo nome

14. Qual è il nome di Dio, e perché dovremmo usarlo?

14 Se desiderate presentarvi a qualcuno, cosa fate? Non gli dite il vostro nome? E Dio ha un nome? Molte religioni affermano che si chiama “Dio” o “Signore”, ma questi non sono nomi propri. Sono titoli, come “re” e “presidente”. La Bibbia insegna che Dio ha molti titoli, fra cui “Dio” e “Signore”. Ma insegna pure che Dio ha un nome proprio: Geova. Salmo 83:18 dice: “Tu, il cui nome è Geova, tu solo sei l’Altissimo su tutta la terra”. Se nella vostra traduzione della Bibbia non c’è questo  nome, potete consultare l’Appendice, al soggetto “Il nome divino: uso e significato”, per sapere come mai. La verità è che il nome di Dio compare migliaia di volte negli antichi manoscritti biblici. Perciò Geova desidera che conosciate il suo nome e che lo usiate. In un certo senso, si serve della Bibbia per presentarsi.

15. Cosa significa il nome Geova?

15 Dio si è dato un nome pieno di significato. Questo nome, Geova, significa che egli è in grado di adempiere qualsiasi promessa e di portare a compimento qualsiasi cosa si proponga di fare. * Il nome di Dio è unico, senza uguali. Spetta solo a lui. Geova è unico sotto diversi aspetti. Quali?

16, 17. Cosa possiamo imparare riguardo a Geova dai seguenti titoli: (a) “Onnipotente”? (b) “Re d’eternità”? (c) “Creatore”?

 16 Abbiamo visto che Salmo 83:18 diceva di Geova: “Tu solo sei l’Altissimo”. Similmente, solo Geova viene definito l’“Onnipotente”. Rivelazione 15:3 dice: “Grandi e meravigliose sono le tue opere, Geova Dio, Onnipotente. Giuste e veraci sono le tue vie, Re d’eternità”. Il titolo “Onnipotente” ci insegna che Geova è l’essere più potente che ci sia. La sua potenza è incomparabile, suprema. E il titolo “Re d’eternità” ci ricorda che Geova è unico sotto un altro aspetto. Lui solo è sempre esistito. Salmo 90:2 dice: “Da tempo indefinito fino a tempo indefinito [o, per sempre] tu sei Dio”. Questa idea non vi incute un timore reverenziale?

17 Inoltre Geova è unico in quanto lui solo è il Creatore. In Rivelazione 4:11 si legge: “Degno sei, Geova, Dio nostro, di ricevere la gloria e l’onore e la potenza, perché tu creasti tutte le cose, e a causa della tua volontà esse esisterono e furono create”. Ogni cosa a cui potete pensare, dalle celesti creature spirituali invisibili alle stelle che brillano nel cielo notturno, ai frutti che crescono sugli alberi o ai pesci che guizzano nei mari e nei fiumi, tutto esiste perché Geova è il Creatore!

POTETE ESSERE VICINI A GEOVA?

18. Perché alcuni pensano che non potrebbero mai avvicinarsi a Dio, ma cosa insegna la Bibbia?

18 Leggendo delle straordinarie qualità di Geova alcuni si sentono un po’ a disagio. Temono che un Dio così grande sia fuori della loro portata, che non potrebbero mai avvicinarsi a lui né interessargli. Ma è giusto pensarla così? La Bibbia ci insegna proprio il contrario. Dice che Geova ‘in effetti non è lontano da ciascuno di noi’. (Atti 17:27) Anzi la Bibbia ci  esorta: “Accostatevi a Dio, ed egli si accosterà a voi”. — Giacomo 4:8.

19. (a) In che modo possiamo cominciare ad accostarci a Dio, e con quali benefìci? (b) Quali qualità di Dio vi attirano di più?

19 In che modo potete accostarvi a Dio? Prima di tutto, continuate a fare quello che state facendo ora: imparare a conoscerlo. Gesù disse: “Questo significa vita eterna, che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo”. (Giovanni 17:3) La Bibbia insegna che imparando a conoscere Geova e Gesù si avrà “vita eterna”. Come abbiamo già detto, “Dio è amore”. (1 Giovanni 4:16) Geova ha anche molte altre belle qualità che ci attirano. Per esempio, la Bibbia dice che è “misericordioso e clemente, lento all’ira e abbondante in amorevole benignità e verità”. (Esodo 34:6) È “buono e pronto a perdonare”. (Salmo 86:5) È paziente. (2 Pietro 3:9) È leale. (Rivelazione [Apocalisse] 15:4) Continuando a leggere la Bibbia, vedrete in quali modi Geova ha dimostrato queste e altre splendide qualità.

20-22. (a) Il fatto che non possiamo vedere Dio ci impedisce di avvicinarci a lui? Spiegate. (b) Su cosa potrebbe insistere qualche persona benintenzionata, ma voi cosa dovreste fare?

20 È vero che non si può vedere Dio perché è uno spirito invisibile. (Giovanni 1:18; 4:24; 1 Timoteo 1:17) Tuttavia, continuando a imparare dalle pagine della Bibbia, potete fare la sua conoscenza. Come disse il salmista, potete “contemplare la piacevolezza di Geova”. (Salmo 27:4; Romani 1:20) Più imparate a conoscere Geova, più diventerà reale per voi e più ragioni avrete di amarlo e di sentirvi vicini a lui.

L’amore che un buon padre prova per i figli rispecchia l’amore più grande che il nostro Padre celeste prova per noi

21 Un po’ alla volta capirete perché la Bibbia ci insegna a pensare a Geova come a un Padre. (Matteo 6:9) Non solo ci ha dato la vita, ma desidera che viviamo nel miglior modo possibile, come ogni padre amorevole vorrebbe per  i figli. (Salmo 36:9) La Bibbia ci insegna pure che gli esseri umani possono diventare amici di Geova. (Giacomo 2:23) Pensate: potete diventare amici del Creatore dell’universo!

22 Man mano che imparate altre cose dalla Bibbia, qualche persona benintenzionata potrebbe insistere che smettiate di studiarla. Forse teme che cambiate religione. Ma non permettete a nessuno di impedirvi di stringere la migliore amicizia possibile.

23, 24. (a) Perché dovreste continuare a fare domande riguardo a quello che state imparando? (b) Qual è l’argomento del prossimo capitolo?

23 Certo, ci saranno cose che inizialmente non capirete. Può essere un po’ umiliante chiedere aiuto, ma non trattenetevi perché provate un certo imbarazzo. Gesù disse che è bene essere umili, come i bambini. (Matteo 18:2-4) E i bambini, come sappiamo, fanno un sacco di domande. Dio desidera che troviate le risposte. La Bibbia loda alcuni che erano ansiosi di imparare a conoscere Dio e controllavano con cura nelle Scritture che quanto stavano imparando fosse la verità. — Atti 17:11.

24 Il modo migliore per conoscere Geova è esaminare la Bibbia. È diversa da qualsiasi altro libro. In che senso? Nel prossimo capitolo tratteremo questo argomento.

^ par. 15 Altre informazioni sul significato e la pronuncia del nome di Dio si trovano nell’Appendice, al soggetto “Il nome divino: uso e significato”.

Per saperne di più

DIO CI DÀ UNA BUONA NOTIZIA

Dio ha un nome?

Dio ha molti titoli, tra cui Onnipotente, Creatore e Signore. Ma il suo nome personale è usato circa 7.000 volte nella Bibbia.

CORSO BIBLICO

Perché studiare la Bibbia?

Grazie alla Bibbia, milioni di persone in tutto il mondo stanno già trovando la risposta ai grandi interrogativi della vita. Vorresti essere fra loro?