Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Cosa insegna realmente la Bibbia?

 APPENDICE

La profezia di Daniele predice la venuta del Messia

La profezia di Daniele predice la venuta del Messia

IL PROFETA Daniele visse più di 500 anni prima della nascita di Gesù. Tuttavia Geova gli rivelò delle informazioni che avrebbero permesso di individuare con precisione il tempo in cui Gesù sarebbe stato unto, cioè nominato, Messia o Cristo. A Daniele fu detto: “Devi conoscere e avere perspicacia che, dall’emanazione della parola di restaurare e riedificare  Gerusalemme fino a Messia il Condottiero, ci saranno sette settimane, anche sessantadue settimane”. — Daniele 9:25.

Per determinare l’anno della venuta del Messia, dobbiamo prima sapere quando iniziò il periodo di tempo che avrebbe portato a lui. In base alla profezia il punto di partenza è l’“emanazione della parola di restaurare e riedificare Gerusalemme”. Quando avvenne questa “emanazione della parola”? Secondo lo scrittore biblico Neemia, l’ordine di riedificare le mura intorno a Gerusalemme fu emanato “nel ventesimo anno di Artaserse il re”. (Neemia 2:1, 5-8) Gli storici confermano che il  regno di Artaserse iniziò nel 475 a.E.V. Perciò il 20° anno del suo regno fu il 455 a.E.V. Quindi il punto di partenza, in relazione alla profezia messianica, è il 455 a.E.V.

Daniele indica quanto tempo sarebbe passato prima della venuta di “Messia il Condottiero”. La profezia menziona “sette settimane, anche sessantadue settimane”, per un totale di 69 settimane. Quanto è lungo questo periodo di tempo? Parecchie traduzioni bibliche fanno notare che non si tratta di settimane di sette giorni, ma di settimane di anni. Vale a dire che ogni settimana corrisponde a sette anni. Questo concetto di settimane di anni, o unità di tempo della durata di sette anni, era noto agli antichi ebrei, per i quali ad esempio ogni settimo anno era un anno sabatico. (Esodo 23:10, 11) Perciò le 69 settimane profetiche corrispondono a 69 unità di tempo di 7 anni ciascuna, cioè a un totale di 483 anni.

Adesso non ci resta che fare il conto. Partendo dal 455 a.E.V. e contando 483 anni arriviamo al 29 E.V. Quello fu esattamente l’anno in cui Gesù si battezzò e divenne il Messia. * (Luca 3:1, 2, 21, 22) Non è uno straordinario adempimento della profezia biblica?

^ par. 2 Dal 455 a.E.V. all’1 a.E.V. si contano 454 anni. Dall’1 a.E.V. all’1 E.V. si conta un anno (non esiste l’anno zero). Dall’1 E.V. al 29 E.V. ci sono 28 anni. La somma ci dà il totale di 483 anni. Gesù fu “stroncato”, cioè messo a morte, nel 33 E.V., durante la 70settimana di anni. (Daniele 9:24, 26) Si vedano Prestate attenzione alle profezie di Daniele!, capitolo 11, e Perspicacia nello studio delle Scritture, volume 2, pagine 963-5, editi dai testimoni di Geova.