Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Cosa insegna realmente la Bibbia?

 APPENDICE

Che cos’è il Giorno del Giudizio?

Che cos’è il Giorno del Giudizio?

COME vi immaginate il Giorno del Giudizio? Molti pensano che miliardi di anime compariranno individualmente davanti al trono di Dio. Lì ciascuno sarà giudicato. Alcuni saranno ricompensati con la beatitudine in cielo e altri saranno condannati al tormento eterno. La Bibbia però parla in modo molto diverso di questo periodo di tempo. Lo descrive non come un periodo di terrore, ma come un tempo di speranza e di rinnovamento.

In Rivelazione 20:11, 12 leggiamo la descrizione del Giorno del Giudizio fatta dall’apostolo Giovanni: “Vidi un grande trono bianco e colui che vi sedeva sopra. Dalla sua presenza fuggirono la terra e il cielo, e non fu trovato luogo per loro. E vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono, e dei rotoli furono aperti. Ma fu aperto un altro rotolo; è il rotolo della vita. E i morti furono giudicati dalle cose scritte nei rotoli secondo le loro opere”. Chi è il Giudice?

Geova Dio è il supremo Giudice dell’umanità, anche se delega l’effettivo compito di giudicare. Secondo Atti 17:31 l’apostolo Paolo disse che Dio “ha stabilito un giorno in cui si propone di  giudicare la terra abitata con giustizia mediante un uomo che ha costituito”. Questo Giudice costituito è il risuscitato Gesù Cristo. (Giovanni 5:22) Ma quando inizia il Giorno del Giudizio? E quanto dura?

Il libro di Rivelazione indica che il Giorno del Giudizio inizierà dopo la guerra di Armaghedon, quando il sistema di Satana sulla terra sarà distrutto. * (Rivelazione 16:14, 16; 19:19–20:3) Dopo Armaghedon Satana e i demoni verranno imprigionati in un abisso per mille anni. Durante quel periodo di tempo i 144.000 coeredi di Cristo in cielo giudicheranno e ‘regneranno con lui per mille anni’. (Rivelazione 14:1-3; 20:1-4; Romani 8:17) Il Giorno del Giudizio non è un avvenimento precipitoso, che si verifica in 24 ore soltanto. Dura mille anni.

Durante quei mille anni Gesù Cristo dovrà “giudicare i vivi e i morti”. (2 Timoteo 4:1) “I vivi” saranno la “grande folla” che sopravvivrà ad Armaghedon. (Rivelazione 7:9-17) L’apostolo Giovanni vide anche “i morti . . . in piedi davanti al trono” del giudizio. Come promise Gesù, “quelli che sono nelle tombe commemorative udranno la . . . voce [di Cristo] e ne verranno fuori” mediante una risurrezione. (Giovanni 5:28, 29; Atti 24:15) Ma in base a che cosa saranno giudicati?

Secondo la visione dell’apostolo Giovanni “dei rotoli furono aperti” e “i morti furono giudicati dalle cose scritte nei rotoli secondo le loro opere”. Questi rotoli documenteranno forse le loro opere precedenti? No, il giudizio non si baserà su ciò che ciascuno fece prima di morire. Come facciamo a saperlo? La Bibbia dice: “Colui che è morto è stato assolto dal suo peccato”. (Romani 6:7) I risuscitati quindi torneranno in vita con una fedina penale pulita, per così dire. Perciò i rotoli devono rappresentare ulteriori requisiti stabiliti da Dio. Per vivere in eterno sia i superstiti di Armaghedon che i risuscitati dovranno osservare i comandamenti di Dio, soddisfacendo eventuali nuovi requisiti che Geova potrebbe rendere noti durante i mille anni. Quindi  ciascuno sarà giudicato in base a quello che farà durante il Giorno del Giudizio.

Durante il Giorno del Giudizio miliardi di persone avranno per la prima volta l’opportunità di conoscere la volontà di Dio e di conformarsi a essa. Questo comporterà un’opera di istruzione su vasta scala e ‘gli abitanti del paese produttivo certamente impareranno la giustizia’. (Isaia 26:9) Ma non tutti saranno disposti a conformarsi alla volontà di Dio. Isaia 26:10 dice: “Benché al malvagio si mostri favore, semplicemente non imparerà la giustizia. Nel paese della dirittura agirà ingiustamente e non vedrà l’eminenza di Geova”. Durante il Giorno del Giudizio questi malvagi saranno messi a morte per sempre. — Isaia 65:20.

Alla fine del Giorno del Giudizio, i sopravvissuti ‘verranno alla vita’ nel senso più pieno come esseri umani perfetti. (Rivelazione 20:5) Durante il Giorno del Giudizio quindi l’umanità tornerà alla sua perfetta condizione originale. (1 Corinti 15:24-28) Allora ci sarà la prova finale. Satana sarà rilasciato dal suo imprigionamento e potrà cercare di sviare l’umanità un’ultima volta. (Rivelazione 20:3, 7-10) Coloro che gli resisteranno vedranno il completo adempimento della promessa biblica: “I giusti stessi possederanno la terra, e risiederanno su di essa per sempre”. (Salmo 37:29) Sì, il Giorno del Giudizio sarà una benedizione per tutta l’umanità fedele!

^ par. 1 A proposito di Armaghedon, si vedano Perspicacia nello studio delle Scritture, volume 1, pagine 1134-5, 1218-19, e il capitolo 20 di Adoriamo il solo vero Dio, editi dai testimoni di Geova.

 

Per saperne di più

LA TORRE DI GUARDIA

“La fine”: cosa significa?

Sapevi che quello che la Bibbia dice riguardo alla fine è una buona notizia?