Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Cosa insegna realmente la Bibbia?

 CAPITOLO DICIOTTO

Il battesimo e la vostra relazione con Dio

Il battesimo e la vostra relazione con Dio
  • Come avviene il battesimo cristiano?

  • Quali passi dovete fare per essere idonei per il battesimo?

  • In che cosa consiste la dedicazione a Dio?

  • Qual è la ragione principale per battezzarsi?

1. Perché un funzionario di corte etiope chiese di battezzarsi?

“ECCO, uno specchio d’acqua; che cosa mi impedisce di essere battezzato?” Questa fu la domanda che un funzionario di corte etiope del I secolo rivolse a Filippo, il cristiano che gli aveva spiegato che Gesù era il Messia  promesso. Toccato da quello che aveva imparato dalle Scritture, l’etiope agì di conseguenza. Dimostrò che voleva battezzarsi. — Atti 8:26-36.

2. Perché dovreste pensare seriamente al battesimo?

2 Se avete studiato attentamente i capitoli precedenti con un testimone di Geova, forse ora vi chiedete: ‘Cosa impedisce a me di essere battezzato?’ Ormai conoscete quello che promette la Bibbia: la vita eterna nel Paradiso. (Luca 23:43; Rivelazione 21:3, 4) Conoscete anche la vera condizione dei morti e la speranza della risurrezione. (Ecclesiaste 9:5; Giovanni 5:28, 29) Forse frequentate le adunanze di congregazione dei testimoni di Geova e avete visto di persona che praticano la vera religione. (Giovanni 13:35) Ma soprattutto, avrete cominciato a stringere una relazione personale con Geova Dio.

3. (a) Quale comando diede Gesù ai suoi seguaci? (b) Come avviene il battesimo in acqua?

3 Come potete dimostrare che desiderate servire Dio? Gesù disse ai suoi seguaci: “Andate . . . e fate discepoli di persone di tutte le nazioni, battezzandole”. (Matteo 28:19) Gesù stesso diede l’esempio facendosi battezzare in acqua. Non fu semplicemente asperso né gli fu versata un po’ d’acqua sulla testa. (Matteo 3:16) Il verbo “battezzare” deriva da un termine greco che significa “immergere”. Perciò il battesimo cristiano è un’immersione completa in acqua.

4. Cosa indica il battesimo in acqua?

4 Tutti coloro che desiderano stringere una relazione con Geova Dio devono battezzarsi in acqua. Il battesimo indica pubblicamente il vostro desiderio di servire Dio. Dimostra che siete felici di fare la sua volontà. (Salmo 40:7, 8) Tuttavia, per essere idonei per il battesimo, dovete fare determinati passi.

 SONO NECESSARIE CONOSCENZA E FEDE

5. (a) Qual è il primo passo per essere idonei per il battesimo? (b) Perché è importante assistere alle adunanze cristiane?

5 Avete già iniziato a fare il primo passo. In che modo? Acquistando conoscenza di Geova Dio e di Gesù Cristo, probabilmente con uno studio sistematico della Bibbia. (Giovanni 17:3) Ma c’è dell’altro da imparare. I cristiani vogliono essere ‘pieni dell’accurata conoscenza della volontà di Dio’. (Colossesi 1:9) Assistere alle adunanze di congregazione dei testimoni di Geova vi aiuterà moltissimo in tal senso. È importante assistere a queste adunanze. (Ebrei 10:24, 25) Facendolo regolarmente sarete aiutati a conoscere sempre meglio Dio.

Acquistare accurata conoscenza della Parola di Dio è un passo importante per potersi battezzare

6. Quanta conoscenza biblica bisogna avere per essere idonei per il battesimo?

6 Naturalmente per essere idonei per il battesimo non è necessario sapere tutto quello che dice la Bibbia. Il funzionario di corte etiope aveva una certa conoscenza, ma aveva bisogno di aiuto per capire alcune parti delle Scritture. (Atti 8:30, 31) Anche voi avete molte altre cose da imparare. Anzi non smetterete mai di imparare riguardo a Dio. (Ecclesiaste 3:11) Comunque prima di potervi battezzare dovete conoscere e accettare almeno gli insegnamenti biblici fondamentali. (Ebrei 5:12) Tra questi ci sono la verità sulla condizione dei morti e l’importanza del nome di Dio e del suo Regno.

7. Che effetto dovrebbe avere su di voi lo studio della Bibbia?

7 La sola conoscenza, però, non basta perché “senza fede è impossibile essere accetti” a Dio. (Ebrei 11:6) La Bibbia ci dice che quando udirono il messaggio cristiano diversi abitanti dell’antica Corinto “credevano ed erano battezzati”. (Atti 18:8) In modo simile lo studio dovrebbe infondervi fede che la Bibbia è l’ispirata Parola di Dio. Lo  studio della Bibbia dovrebbe aiutarvi ad avere fede nelle promesse di Dio e nel potere salvifico del sacrificio di Gesù. — Giosuè 23:14; Atti 4:12; 2 Timoteo 3:16, 17.

PARLARE AD ALTRI DELLA VERITÀ

8. Cosa vi spingerà a parlare ad altri di quello che avete imparato?

8 Man mano che la fede crescerà nel vostro cuore, troverete difficile tenere per voi quello che avete imparato. (Geremia 20:9) Sarete fortemente motivati a parlare ad altri di Dio e dei suoi propositi. — 2 Corinti 4:13.

La fede dovrebbe spingervi a parlare ad altri di ciò in cui credete

9, 10. (a) A chi potreste cominciare a parlare della verità biblica? (b) Cosa dovreste fare se desiderate partecipare all’effettiva opera di predicazione insieme ai testimoni di Geova?

9 Potreste cominciare a parlare con tatto della verità biblica a parenti, amici, vicini e colleghi. Col tempo vorrete partecipare all’effettiva opera di predicazione insieme ai testimoni di Geova. A quel punto parlatene con il Testimone con il quale studiate la Bibbia. Se sembra che potreste essere idonei per il ministero pubblico, si disporrà che voi e il vostro insegnante vi incontriate con due anziani della congregazione.

10 Questo vi permetterà di conoscere meglio alcuni anziani cristiani, pastori del gregge di Dio. (Atti 20:28; 1 Pietro 5:2, 3) Se questi anziani riscontreranno che avete compreso e accettato gli insegnamenti biblici fondamentali, che vivete secondo i princìpi di Dio e che desiderate veramente essere testimoni di Geova, vi comunicheranno che siete idonei per svolgere il ministero pubblico come proclamatori non battezzati della buona notizia.

11. Quali cambiamenti devono fare alcuni prima di essere idonei per svolgere il ministero pubblico?

11 Può darsi però che per essere idonei per il ministero pubblico dobbiate fare dei cambiamenti nel vostro stile  di vita e nelle vostre abitudini. Questo potrebbe significare rinunciare a certe pratiche di cui gli altri non sono a conoscenza. Quindi, prima di chiedere di diventare proclamatori non battezzati, dovete eliminare peccati gravi come immoralità sessuale, ubriachezza e uso di droga. — 1 Corinti 6:9, 10; Galati 5:19-21.

PENTIMENTO E CONVERSIONE

12. Perché il pentimento è necessario?

12 Ci sono altri passi da fare prima di essere idonei per il battesimo. L’apostolo Pietro disse: “Pentitevi . . . e convertitevi perché i vostri peccati siano cancellati”. (Atti 3:19) Il pentimento è il sincero rammarico per qualcosa che si è fatto. È chiaro che chi ha avuto una vita immorale deve pentirsi, ma il pentimento è necessario anche da parte di chi ha avuto una vita relativamente pura sotto l’aspetto morale. Perché? Perché tutti gli esseri umani sono peccatori e hanno bisogno del perdono di Dio. (Romani 3:23; 5:12) Prima di studiare la Bibbia non sapevate qual era la volontà di Dio. Come avreste dunque potuto vivere in piena armonia con la sua volontà? Per questo è necessario il pentimento.

13. Che cosa è la conversione?

13 Il pentimento deve essere seguito dalla conversione. Occorre fare qualcosa di più che provare rammarico. Dovete abbandonare il vostro precedente modo di vivere ed essere fermamente decisi a fare da ora in poi quello che è giusto. Il pentimento e la conversione sono passi che dovete fare prima di battezzarvi.

DEDICAZIONE

14. Quale importante passo dovete fare prima del battesimo?

14 C’è un altro passo importante da fare prima del battesimo. Dovete dedicarvi a Geova Dio.

Vi siete personalmente dedicati a Dio in preghiera?

15, 16. Cosa significa dedicarsi a Dio, e cosa vi spingerà a far questo?

 15 La dedicazione a Geova Dio è una fervida preghiera con la quale promettete di rendergli esclusiva devozione per sempre. (Deuteronomio 6:15) Ma cosa vi spingerà a far questo? Supponiamo che un uomo abbia iniziato a corteggiare una donna. Più la conosce e vede le sue ottime qualità, più si sente attratto da lei. Col tempo è naturale che le chieda di sposarlo. È vero, sposarsi significherà assumersi ulteriori responsabilità. Ma l’amore lo spingerà a fare questo passo importante.

16 Quando imparate a conoscere e ad amare Geova, siete spinti a servirlo e adorarlo senza alcuna riserva. Chiunque desidera seguire il Figlio di Dio, Gesù Cristo, deve ‘rinnegare se stesso’. (Marco 8:34) Rinneghiamo noi stessi assicurandoci che i desideri e gli obiettivi che ci poniamo non ci impediscano di ubbidire pienamente a Dio. Prima del battesimo, dunque, fare la volontà di Geova Dio deve già essere il principale obiettivo della propria vita. — 1 Pietro 4:2.

VINCERE L’ESITAZIONE

17. Perché alcuni potrebbero esitare a dedicarsi a Dio?

17 Alcuni esitano a dedicarsi a Geova perché hanno un certo timore di fare un passo così importante. Forse temono che, una volta dedicati, dovranno rendere conto a Dio. Avendo paura di sbagliare e deludere Geova, pensano che sia meglio non dedicarsi affatto a lui.

18. Cosa può spingervi a dedicarvi a Geova?

18 Imparando ad amare Geova, sarete spinti a dedicarvi a lui e a fare del vostro meglio per essere all’altezza della vostra dedicazione. (Ecclesiaste 5:4) Dopo la dedicazione, sicuramente vorrete “camminare in modo degno di Geova al fine di piacergli pienamente”. (Colossesi  1:10) Dal momento che lo amate, non penserete che sia troppo difficile fare la sua volontà. Senza dubbio converrete con l’apostolo Giovanni, che scrisse: “Questo è ciò che significa l’amore di Dio, che osserviamo i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi”. — 1 Giovanni 5:3.

19. Perché non dovete temere di dedicarvi a Dio?

19 Non è necessario essere perfetti per dedicarsi a Dio. Geova conosce i vostri limiti e non si aspetta mai da voi più di quello che siete in grado di fare. (Salmo 103:14)  Desidera che ce la facciate, vi sosterrà e vi aiuterà. (Isaia 41:10) Potete star certi che se confidate in lui con tutto il cuore, Geova ‘renderà diritti i vostri sentieri’. — Proverbi 3:5, 6.

IL BATTESIMO SIMBOLEGGIA LA DEDICAZIONE

20. Perché la dedicazione a Geova non può rimanere una questione privata?

20 Pensare alle cose di cui abbiamo appena parlato forse vi aiuterà a fare una dedicazione personale a Geova  in preghiera. Tutti coloro che amano veramente Dio devono inoltre ‘fare pubblica dichiarazione per la salvezza’. (Romani 10:10) Come potete far questo?

Battezzarsi significa morire alla vita di un tempo e vivere per fare la volontà di Dio

21, 22. In che modo potete fare “pubblica dichiarazione” della vostra fede?

21 Informate il coordinatore del corpo degli anziani della vostra congregazione che desiderate battezzarvi. Lui disporrà che degli anziani ripassino con voi alcune domande sugli insegnamenti basilari della Bibbia. Se gli anziani vi riterranno idonei, vi diranno che alla prossima opportunità potrete battezzarvi. * Di solito in occasione del battesimo viene pronunciato un discorso sul significato di questo passo. Poi l’oratore invita tutti i battezzandi a rispondere a due semplici domande per fare a viva voce “pubblica dichiarazione” della loro fede.

22 È il battesimo che identifica pubblicamente coloro che si sono dedicati a Dio e adesso sono testimoni di Geova. I battezzandi vengono immersi completamente nell’acqua per dimostrare pubblicamente che si sono dedicati a Geova.

IL SIGNIFICATO DEL BATTESIMO

23. Cosa significa battezzarsi “nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito santo”?

23 Gesù disse che i suoi discepoli dovevano essere battezzati “nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito santo”. (Matteo 28:19) Questo significa che chi si battezza riconosce l’autorità di Geova Dio e di Gesù Cristo. (Salmo 83:18; Matteo 28:18) Riconosce pure la funzione e l’operato dello spirito santo, o forza attiva, di Dio. — Galati 5:22, 23; 2 Pietro 1:21.

24, 25. (a) Cosa simboleggia il battesimo? (b) A quale domanda bisogna rispondere?

 24 Il battesimo non è una semplice immersione in acqua. Simboleggia qualcosa di molto importante. Essere immersi nell’acqua significa morire alla vita di un tempo. Essere tratti fuori dall’acqua significa iniziare a vivere per fare la volontà di Dio. Ricordate inoltre che vi siete dedicati a Geova Dio stesso e non a un’opera, a una causa, ad altri esseri umani o a un’organizzazione. La vostra dedicazione e il vostro battesimo sono l’inizio di un’amicizia molto stretta, di un’intima relazione con Dio. — Salmo 25:14.

25 Il battesimo non garantisce la salvezza. L’apostolo Paolo scrisse: “Continuate a operare la vostra salvezza con timore e tremore”. (Filippesi 2:12) Il battesimo è solo l’inizio. La domanda da porsi è: Come si può rimanere nell’amore di Dio? L’ultimo capitolo vi darà la risposta.

^ par. 21 Il battesimo è previsto a ogni assemblea dei testimoni di Geova.