1, 2. Cosa dovresti chiederti, e perché è importante farlo?

STUDIANDO la Bibbia hai imparato che molti, nonostante dicano di adorare Dio, in realtà insegnano o fanno cose che lui odia (2 Corinti 6:17). Per questo motivo Geova ci comanda di uscire dalla falsa religione, “Babilonia la Grande” (Rivelazione 18:2, 4). Tu cosa farai? Ognuno di noi deve fare una scelta e chiedersi: “Voglio adorare Dio nel modo in cui lui vuole essere adorato, o voglio continuare ad adorarlo come ho sempre fatto?”

2 Se hai già lasciato una religione che Dio non approva, hai fatto la cosa giusta. Forse però, dentro di te, potresti sentirti ancora attratto da alcune usanze o tradizioni della falsa religione. Vediamo quali sono alcune di queste, e cerchiamo di capire perché è importante considerarle come le considera Geova.

USO DELLE IMMAGINI E CULTO DEI MORTI

3. (a) Perché per alcuni potrebbe essere difficile smettere di usare immagini? (b) Cosa insegna la Bibbia sull’uso delle immagini?

3 Alcune persone usano da molti anni immagini o altarini per adorare Dio. Se questo è anche il tuo caso, potrebbe sembrarti strano o addirittura sbagliato non utilizzare più questi oggetti per adorare Dio. È importante ricordare, però, che Geova ci insegna in che modo vuole essere adorato. E nella Bibbia ci spiega chiaramente che lui non approva l’uso di immagini (leggi Esodo 20:4, 5; Salmo 115:4-8; Isaia 42:8; 1 Giovanni 5:21).

4. (a) Perché non dobbiamo praticare il culto dei morti? (b) Perché Geova comandò al suo popolo di non provare a comunicare con i morti?

 4 Altri forse usano il loro tempo, le loro energie e i loro soldi cercando di fare del bene ai loro cari che sono morti, ad esempio pregando per loro. Forse praticano addirittura il culto dei morti cercando di ottenere il loro favore o il loro aiuto. Ma abbiamo già visto che chi è morto non può né aiutarci né farci del male. Non continua a vivere in un altro luogo. Provare a comunicare con i morti è davvero pericoloso: qualsiasi messaggio che sembri venire da un parente morto in realtà proviene dai demòni. Ecco perché Geova comandò agli israeliti di non provare a parlare con i morti e di non avere a che fare in nessun modo con lo spiritismo (Deuteronomio 18:10-12; vedi gli approfondimenti 2631).

5. Cosa può aiutarti a non usare più le immagini per adorare Dio o a smettere di praticare il culto dei morti?

5 Cosa può aiutarti a non usare più le immagini per adorare Dio o a smettere di praticare il culto dei morti? Devi leggere la Bibbia e riflettere sul modo in cui Geova considera queste cose. Per lui sono qualcosa di “detestabile”, cioè di disgustoso (Deuteronomio 27:15). Prega Geova ogni giorno e chiedigli di aiutarti a considerare queste cose come le considera lui e ad adorarlo come vuole lui (Isaia 55:9). Puoi essere sicuro che Geova ti darà la forza di liberarti di qualsiasi cosa che abbia un legame con la falsa religione.

È GIUSTO FESTEGGIARE IL NATALE?

6. Perché fu scelto il 25 dicembre come data in cui celebrare la nascita di Gesù?

6 In tutto il mondo il Natale è una delle feste più celebrate. Quasi tutti pensano che con questa festa si celebri la  nascita di Gesù. Ma in realtà il Natale è legato alla falsa religione. Un’enciclopedia spiega che il 25 dicembre i romani, che erano pagani, festeggiavano la nascita del sole. I capi della Chiesa volevano che sempre più pagani diventassero cristiani. Perciò decisero di celebrare la nascita di Gesù il 25 dicembre, anche se lui non era nato quel giorno (Luca 2:8-12). I discepoli di Gesù non festeggiavano il Natale. Un’opera di consultazione dice che nei primi tre secoli dopo la nascita di Gesù “i cristiani [...] erano concordi sulla circostanza che la data di nascita di Cristo ci è ignota”, cioè che non la conosciamo. * Si cominciò a festeggiare il Natale circa 300 anni dopo che Gesù era vissuto sulla terra.

7. Perché i veri cristiani non celebrano il Natale?

7 Molti sanno che il Natale e le sue tradizioni, come lo scambio dei regali e i festeggiamenti, hanno origini pagane. Ad esempio, nel Regno Unito e in certe zone del Nordamerica un tempo era proibito celebrare il Natale a motivo delle sue origini pagane. Chi lo festeggiava veniva punito. Ma, col tempo, si ricominciò a festeggiarlo. I veri cristiani, però, non celebrano il Natale dato che vogliono fare sempre quello che piace a Dio.

È GIUSTO FESTEGGIARE I COMPLEANNI?

8, 9. Perché i cristiani del primo secolo non festeggiavano i compleanni?

8 Un’altra celebrazione molto diffusa è il compleanno. Ma un cristiano dovrebbe festeggiarlo? Nella Bibbia si parla solo di compleanni di persone che non servivano Geova (Genesi 40:20; Marco 6:21). I compleanni erano occasioni in cui si dava onore a falsi dèi. Ecco perché i cristiani  del primo secolo “consideravano la celebrazione della nascita di chiunque un’usanza pagana” (The World Book Encyclopedia).

9 Gli antichi romani e greci credevano che alla nascita di ogni persona ci fosse uno spirito che l’avrebbe protetta per tutta la vita. Un libro spiega: “Questo spirito aveva una relazione mistica con il dio nel cui compleanno la persona era nata” (The Lore of Birthdays). I pagani credevano quindi che la persona, per poter essere protetta da quello spirito, dovesse celebrare il proprio compleanno.

10. Perché anche oggi per i cristiani è sbagliato festeggiare i compleanni?

10 Secondo te, Geova approva le feste legate alla falsa religione? (Isaia 65:11, 12). È evidente che non le approva. Per questo motivo non festeggiamo i compleanni o qualsiasi altra festa legata alla falsa religione.

LE ORIGINI SONO DAVVERO IMPORTANTI?

11. Perché alcuni celebrano le feste pur sapendo che hanno origini pagane? Ma quale dovrebbe essere la cosa più importante per te?

11 Alcuni continuano a celebrare il Natale e altre feste pur sapendo che hanno origini pagane. Secondo loro, queste sono solo delle occasioni per passare del tempo con la propria famiglia. Anche tu la pensi così? Non c’è niente di male a voler stare con la propria famiglia. Infatti Geova, che ha creato la famiglia, vuole che abbiamo buoni rapporti con i nostri familiari (Efesini 3:14, 15). Ma dato che per noi la cosa più importante è avere un buon rapporto con Geova, non cercheremo di accontentare i nostri parenti celebrando feste legate alla falsa religione. L’apostolo Paolo infatti disse: “Continuate ad assicurarvi di ciò che è gradito al Signore” (Efesini 5:10).

12. Che tipo di feste Geova non approva?

 12 Per molti non è importante sapere qual è l’origine di una festa. Geova però non la pensa così. Non approva le feste che derivano dalla falsa religione né quelle che esaltano le persone o la patria. Ad esempio, gli egiziani celebravano molte feste in onore dei loro falsi dèi. Dopo essere andati via dall’Egitto, gli israeliti celebrarono una di quelle feste pagane trasformandola in “una festa in onore di Geova”. Però furono puniti da Geova per quello che avevano fatto (Esodo 32:2-10). Come disse il profeta Isaia, non dobbiamo ‘toccare nulla d’impuro’. (Leggi Isaia 52:11.)

COME SPIEGHERAI LE TUE CONVINZIONI?

13. Cosa ti chiederai probabilmente, se deciderai di non celebrare più le feste che Dio non approva?

13 Se deciderai di non celebrare più queste feste, probabilmente ti verranno in mente tante domande. Ad esempio: “Cosa dovrei fare se i miei colleghi mi chiedessero perché non festeggio il Natale con loro? Come dovrei comportarmi se qualcuno mi facesse un regalo di Natale? Cosa dovrei fare se mia moglie o mio marito volesse celebrare una festa insieme a me? Come posso aiutare i miei figli a non essere tristi se non festeggiano il compleanno o un’altra festa?”

14, 15. Come dovresti comportarti se qualcuno ti facesse gli auguri o ti desse un regalo in occasione di una festa?

14 È importante che usi buon senso, valutando ogni situazione con equilibrio per decidere cosa dire e cosa fare. Ad esempio, se qualcuno ti facesse gli auguri non dovresti ignorarlo, ma potresti rispondere semplicemente con un “Grazie”. Invece, se qualcuno ti facesse qualche domanda per saperne di più, potresti decidere di spiegare perché  non partecipi a quella celebrazione. Comunque dovresti sempre farlo con tatto, rispetto e gentilezza. La Bibbia dice: “Le vostre parole siano sempre gentili, condite con sale, così che sappiate come rispondere a ciascuno” (Colossesi 4:6). Forse potresti spiegare che ti piace trascorrere del tempo con gli altri e fare regali, ma che hai semplicemente deciso di non farlo in occasione di feste del genere.

15 E se qualcuno ti facesse un regalo in occasione del Natale, del compleanno o di qualche altra festa, come dovresti comportarti? La Bibbia non ci dà un elenco di regole da seguire, ma ci dice che dobbiamo conservare una buona coscienza (1 Timoteo 1:18, 19). Forse chi ti ha fatto il regalo non sa che tu non celebri quella festa. Oppure potrebbe dirti: “So che non celebri questa festa, ma voglio farti lo stesso un regalo”. In entrambi i casi puoi decidere se accettarlo o no. Qualsiasi decisione tu prenda, l’importante è che conservi una buona coscienza. Non vorremmo fare nulla che metta in pericolo la nostra amicizia con Geova.

TU E LA TUA FAMIGLIA

Chi serve Geova è felice

16. Cosa dovresti fare se la tua famiglia volesse celebrare una festa?

16 Cosa dovresti fare se la tua famiglia volesse celebrare una festa? Non c’è bisogno di litigare. Anche i tuoi familiari hanno il diritto di scegliere cosa fare, quindi dovresti essere gentile e rispettare le loro decisioni, proprio come vuoi che loro rispettino le tue. (Leggi Matteo 7:12.) Forse però loro vorrebbero trascorrere del tempo insieme a te in occasione di questa festa. Cosa dovresti fare in una situazione del genere? Prima di decidere, prega Geova e chiedigli di aiutarti a fare la scelta giusta. Rifletti attentamente e fai delle ricerche. Ricorda: il tuo obiettivo è sempre quello di piacere a Geova.

17. Come puoi aiutare i tuoi figli se pensano di perdersi qualcosa non celebrando le feste come fanno tutti gli altri?

 17 Forse i tuoi figli pensano di perdersi qualcosa non celebrando queste feste come invece fanno tutti gli altri. Come puoi aiutarli? Di tanto in tanto puoi organizzare qualcosa di speciale per loro. Potresti anche far loro dei regali a sorpresa. In ogni caso, i regali migliori che puoi fare ai tuoi figli sono il tuo tempo e il tuo amore.

ADORA DIO COME LUI VUOLE

18. Perché dovremmo assistere alle adunanze?

18 Se vogliamo che Geova ci approvi dobbiamo abbandonare la falsa religione con tutte le sue usanze e celebrazioni. Dobbiamo, però, anche praticare la vera religione. In che modo? Un modo è assistere regolarmente alle adunanze dei Testimoni di Geova. (Leggi Ebrei 10:24, 25.) Le adunanze sono molto importanti per adorare Dio come lui vuole (Salmo 22:22; 122:1). Quando ci riuniamo, possiamo sia dare incoraggiamento agli altri che riceverlo (Romani 1:12).

19. Perché è importante parlare ad altri delle verità bibliche che hai imparato?

19 Un altro modo per adorare Dio come lui vuole è parlare ad altri di quello che hai imparato studiando la Bibbia. Molti si sentono angosciati vedendo tutte le cose brutte che succedono nel mondo. Forse anche tu conosci qualcuno che si sente così. Perché non provi a parlargli della meravigliosa speranza che hai per il futuro? Assistendo alle adunanze e parlando agli altri delle verità bibliche, ti accorgerai che non ti sentirai più attratto dalla falsa religione e dalle sue usanze. Se sceglierai di adorare Geova nel modo giusto sarai sicuramente felice, e Geova benedirà tutti i tuoi sforzi (Malachia 3:10).

^ par. 6 Oscar Cullmann, L’origine della festa del Natale, trad. di M. Limiroli, Queriniana, Brescia, 1993, p. 20.