Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Annuario dei Testimoni di Geova del 2017

Lettera del Corpo Direttivo

Lettera del Corpo Direttivo

Cari fratelli e sorelle,

Nel VII secolo a.E.V., il profeta Ezechiele ricevette una visione straordinaria. Vide un veicolo gigantesco, un carro celeste guidato dal Sovrano dell’universo. La cosa più sorprendente di quel carro era il modo in cui si muoveva. Procedeva alla velocità del lampo, e poteva cambiare direzione istantaneamente e senza rallentare (Ezec. 1:4, 9, 12, 14, 16-27).

Quella visione ci ricorda che la parte celeste dell’organizzazione universale di Geova è sempre in movimento. E che dire della parte terrena? Lo scorso anno di servizio ha chiaramente dimostrato che Geova sta guidando anche il suo popolo sulla terra a una velocità impressionante.

La parte celeste dell’organizzazione di Geova è sempre in movimento

Qui negli Stati Uniti, i componenti della famiglia Betel sono stati molto impegnati a motivo del trasferimento da Brooklyn alla nuova sede mondiale di Warwick e in altre strutture, o per tornare a servire nel campo. Inoltre, molti beteliti in diverse filiali del mondo sono coinvolti in progetti di costruzione, ristrutturazione, accorpamento o trasferimento. Che dire di voi? Forse non vi siete trasferiti da nessuna parte, ma senza dubbio siete stati impegnati in altri modi.

Per il Corpo Direttivo è stato particolarmente toccante e incoraggiante vedere come in tutto il mondo  i servitori di Dio si sono dati molto da fare per rimanere al passo con l’organizzazione di Geova. Molti si sono trasferiti per servire dove il bisogno è maggiore. Alcuni si sono dedicati a nuove forme di servizio, come il campo di lingua straniera. Altri hanno provato nuovi metodi di predicazione a cui non erano abituati. Altri ancora hanno incrementato il loro servizio in qualche altro modo. E tutti i fedeli cristiani, tra cui persone anziane e inferme, stanno correndo con lealtà la corsa per la vita, servendo Geova attivamente e contribuendo così a smascherare Satana come bugiardo (1 Cor. 9:24).

Siate certi che Geova nota lo spirito che mostrate (Ebr. 6:10). La vostra prontezza ci fa pensare ad Abraamo e Sara. Quando aveva circa 70 anni, Abraamo lasciò  la città caldea di Ur per trasferirsi con la sua famiglia nel distante paese di Canaan, dove avrebbe vissuto in tende i restanti 100 anni della sua vita. Abraamo e la sua cara moglie Sara mostrarono davvero uno spirito volenteroso! (Gen. 11:31; Atti 7:2, 3).

State mostrando uno spirito simile? Tutti voi che perseverate fedelmente in questi tempi difficili state facendo proprio quello che Gesù ci ha detto di fare: “Andate dunque e fate discepoli di persone di tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito santo” (Matt. 28:19).

Che sia necessario mantenersi attivi e in movimento è anche indicato dal fatto che Gesù disse: “Andate”. È davvero gratificante vedere i risultati che gli zelanti seguaci di Gesù hanno conseguito durante lo scorso anno. È evidente che Geova ha abbondantemente benedetto l’opera di dichiarare la buona notizia del Regno in tutte le nazioni (Mar. 13:10).

Molte persone stanno accettando il messaggio. Lo scorso anno si sono avuti un massimo di 8.340.847 proclamatori e una media mensile di 10.115.264 studi biblici. È chiaro che il carro celeste è in movimento, e lo stesso può dirsi di voi. Continuate a svolgere con zelo l’opera di predicazione nel poco tempo rimasto prima che Geova chiuda la porta che conduce alla salvezza.

È senza dubbio appropriato che la scrittura dell’anno 2017 sia: “Confida in Geova e fa il bene” (Sal. 37:3). Quando seguite l’esortazione a fare il bene rendendo sacro servizio a Geova, dimostrate di avere fiducia in  lui. Ricordate che non siete mai soli. Potrete sempre confidare nelle parole di Gesù: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino al termine del sistema di cose” (Matt. 28:20).

SCRITTURA DELL’ANNO 2017:

“Confida in Geova e fa il bene”

Siate certi che Geova continuerà a benedire il vostro fedele servizio. Sia che possiate fare tanto o poco, quello che conta per Geova è che facciate del vostro meglio e che lo facciate con i giusti motivi. I vostri doni toccano il cuore di Geova e vi permetteranno di ricevere la sua approvazione (2 Cor. 9:6, 7). Continuate dunque ad avvicinarvi al vostro Padre amorevole Geova tramite la preghiera costante, lo studio della sua Parola, le adunanze e la partecipazione attiva al ministero.

Fino a quando non scadrà il “breve periodo di tempo” concesso al Diavolo, questo malvagio ribelle continuerà a usare ogni mezzo a sua disposizione per farci perdere la determinazione di rimanere leali a Geova (Riv. 12:12). Mantenetevi stretti a Geova, e ogni tentativo del Diavolo fallirà (Sal. 16:8). Vi amiamo molto e apprezziamo l’aiuto che ci date nel curare gli interessi del Regno del Signore in questi ultimi giorni.

Vostri fratelli

Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova