Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Annuario dei Testimoni di Geova del 2015

 ASPETTI SALIENTI DELL’ANNO PASSATO

Ultime dal mondo

Ultime dal mondo

Condividono quello che scaricano

Anche se a Cuba Internet non è molto diffuso, è possibile connettersi tramite degli Internet point recentemente aperti da una compagnia telefonica. I costi, tuttavia, sono molto elevati. Per aiutare i fratelli a non perdere i contenuti di jw.org, la filiale ha incoraggiato le congregazioni a disporre che un proclamatore scarichi dal sito le pubblicazioni e i contenuti audio e video e poi li condivida con altri Testimoni delle congregazioni locali. Questa iniziativa sta producendo buoni risultati.

 La Sala del Regno è più importante

Teona, che ha dieci anni e Tamuna, la sorellina di otto anni, vivono nella Georgia. Entrambe volevano un cellulare e, per aiutarle a comprarne uno, la nonna promise loro una parte della sua pensione ogni mese. Triste a dirsi, la nonna improvvisamente morì. Comunque la famiglia diede alle bambine l’ultima pensione della nonna così che potessero comprare il cellulare che desideravano. Dopo aver riflettuto, le bambine scrissero alla loro congregazione: “Sappiamo che nel nostro villaggio di Terjola tra due settimane inizierà la costruzione della nuova Sala del Regno. La nonna desiderava tanto dare una mano, così abbiamo deciso di donare tutta la sua ultima pensione alla congregazione invece di comprare il cellulare. Per favore, costruite una bella Sala del Regno!”

Scritture Greche in tetum

Il 17 gennaio 2014, a Dili, capitale di Timor Est, Geoffrey Jackson del Corpo Direttivo ha presentato la Traduzione del Nuovo Mondo delle Scritture Greche Cristiane in tetum, la lingua più parlata nella nazione. Prima, le Scritture Greche in tetum venivano stampate e distribuite solo dalla Chiesa Cattolica che si rifiutava di venderle ai Testimoni di Geova e alle persone sospettate di studiare con loro. La traduzione cattolica conteneva molte imprecisioni, omissioni, parole arcaiche ed errori di stampa. Al contrario, descrivendo la Traduzione del Nuovo Mondo, Darren, missionario a Timor Est, ha detto: “Molti timoresi che leggono la Traduzione del Nuovo Mondo sono  colpiti dalla sua accuratezza e chiedono subito di averne una copia. La trovano facile da leggere e apprezzano la dimensione del testo, soprattutto perché in tante case l’illuminazione è scarsa. Adesso molte delle persone che hanno ricevuto una copia della Traduzione del Nuovo Mondo stanno studiando la Bibbia”.

“Geova mi considera degna”

Macedonia: Predicano usando pubblicazioni in lingua romani

A gennaio del 2014 il lavoro di traduzione in lingua romani, che si parla in Macedonia, ha raggiunto un traguardo importante. È stato formato un team di traduzione permanente ed è stata approvata la produzione di pubblicazioni in romani, non solo in caratteri latini ma anche in caratteri cirillici. Questo è di grande aiuto per chi parla romani ed è abituato principalmente al cirillico, che in Macedonia è l’alfabeto ufficiale.

Molte delle persone che parlano romani sono toccate dal fatto che l’organizzazione di Geova provveda pubblicazioni  nella loro lingua. Una sorella ha affermato: “Dato che parlo romani, spesso le persone di altre etnie mi guardano dall’alto in basso. Quindi sono davvero grata che Geova mi considera degna di ricevere pubblicazioni nella mia lingua. Questo mi avvicina ancora di più a lui”.

“Sono davvero grata che Geova mi considera degna di ricevere pubblicazioni nella mia lingua”

Un cambiamento per Giamaica e Isole Cayman

Dal 1° febbraio 2014 la filiale degli Stati Uniti coordina l’opera di predicazione e l’attività delle congregazioni in Giamaica e nelle Isole Cayman. C’è grande unità tra gli oltre 1.200.000 proclamatori che operano nel territorio della filiale degli Stati Uniti. Adesso questo territorio include i 50 stati degli Stati Uniti, le Bahama, le Bermuda, le Isole Turks e Caicos, le Isole Vergini Americane e Britanniche e Puerto Rico.

I pionieri in Giappone

In Giappone i fratelli e le sorelle continuano ad avere uno straordinario spirito di pioniere; il Giappone infatti è il quarto paese al mondo per numero di pionieri. All’inizio dell’anno di servizio 2014 se ne sono aggiunti 2.646 e il numero totale di pionieri è salito a 65.668. A marzo del 2014, più della metà dei proclamatori ha preso parte a qualche forma del servizio di pioniere.