Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Annuario dei Testimoni di Geova del 2014

 PREDICANO E INSEGNANO IN TUTTA LA TERRA

Europa

Europa
  • PAESI 47

  • POPOLAZIONE 741.892.871

  • PROCLAMATORI 1.601.915

  • STUDI BIBLICI 862.555

“Forse ha sbagliato posto?”

In Svezia una donna somala fu invitata a un’adunanza nella Sala del Regno e decise di andarci. Le cose però presero una piega inaspettata. Nessuno le diede il benvenuto e tutti si limitarono a fissarla, il che la fece sentire in grande imbarazzo. Qualcuno che probabilmente aveva notato il suo disagio le chiese: “Forse ha sbagliato posto?”

 “Penso proprio di sì!”, rispose lei, e se ne andò. Successivamente, quando incontrò i Testimoni che l’avevano invitata, disse arrabbiata che non ci sarebbe tornata mai più. Loro si chiesero cosa fosse successo, dato che non ricordavano di averla vista nella Sala del Regno. Dopo aver conversato ancora un po’, tutti capirono che per sbaglio la donna era entrata in una chiesa!

I Testimoni la esortarono a provare ad andare di nuovo alla Sala del Regno. Lei acconsentì, ma disse che non sarebbe rimasta più di dieci minuti se si fosse sentita a disagio. Comunque, quando entrò in Sala,  fu accolta calorosamente da tutti. Era così contenta di essere lì che fu l’ultima a uscire dalla Sala del Regno. Da allora frequenta regolarmente le adunanze e ora è battezzata.

Ha trovato un invito per strada

Grecia: Stergios ora parla ad altri del tesoro che ha trovato

Stergios è un giovane che vive in Grecia. Una mattina, mentre tornava a casa dal lavoro, decise di passare per una strada che di solito non percorreva. Vide qualcosa per terra che catturò la sua attenzione; era un invito alla Commemorazione della morte di Cristo, che presentava la domanda: “Che immagine avete di Gesù?” Esitò a raccogliere l’invito perché c’era gente intorno. Arrivato a casa, continuava a pensare a quella domanda ed era curioso di saperne di più.

Quel pomeriggio Stergios aveva un appuntamento per andare a prendere un caffè con degli amici. Mentre si recava all’appuntamento decise di passare per la strada dove aveva visto l’invito nella speranza che fosse ancora lì. L’invito c’era, ma c’era anche gente intorno, così Stergios esitò di nuovo a raccoglierlo. Tornando a casa dopo il caffè con gli amici, si diresse deciso verso la stessa strada: l’invito era ancora lì, ma questa volta lo raccolse, lo lesse e decise di andare alla Commemorazione.

Dopo la celebrazione, Stergios accettò di studiare la Bibbia. Iniziò ad assistere alle adunanze e fece un buon progresso spirituale. Si è battezzato a un’assemblea speciale di un giorno nel marzo 2013.

Un talk show radiofonico ha dissipato i pregiudizi

Nel gennaio 2010 Finn, un fratello di Copenhagen, in Danimarca, andò a fare una passeggiata e portò  con sé delle riviste. Mentre percorreva una strada stretta, vide venire verso di sé un signore anziano distinto. Gli offrì i numeri delle riviste di dicembre 2009 che contenevano vari articoli sul Natale. Mentre il signore anziano parlava, Finn ne riconobbe la voce: era il conduttore di un talk show radiofonico, una persona molto colta. L’indomani Finn ascoltò il programma e rimase alquanto sorpreso sentendo il conduttore dire che il giorno prima aveva accettato le riviste e sentendolo poi leggere stralci degli articoli. Tra le altre cose, l’uomo lesse della misteriosa “stella” apparsa in relazione alla nascita di Gesù e ammise che in effetti doveva essere stato Satana a mandarla.

Galvanizzato dalla reazione favorevole, Finn decise di andare a trovare il conduttore. Nel corso della conversazione gli chiese gentilmente se era possibile fare un programma radiofonico che trattasse argomenti riguardanti la Bibbia. Due settimane più tardi ricevette una risposta positiva. Andarono così in onda più di 30 puntate di due ore, tutte sui testimoni di Geova e la Bibbia. Il conduttore e Finn scelsero e trattarono vari argomenti e risposero a centinaia di telefonate.

Un ascoltatore parlò con un tecnico dell’emittente radiofonica e lasciò il suo numero di telefono perché voleva che i fratelli lo contattassero, cosa che fu prontamente organizzata. Per anni l’uomo aveva ascoltato amici e parenti diffamare i Testimoni, ma ora grazie a quelle trasmissioni i suoi pregiudizi erano stati dissipati. Iniziò a studiare la Bibbia e nel 2013 ha assistito alla Commemorazione e al discorso speciale. Frequenta  le adunanze della domenica e fa commenti ponderati allo studio Torre di Guardia. Anche altri residenti di quella zona hanno avuto una reazione positiva alla verità grazie a ciò che hanno ascoltato in quelle trasmissioni.

Ha lasciato l’invito nella cassetta della posta

Era l’ultimo giorno di un’assemblea di distretto in Italia. Lucio stava salutando un gruppo di fratelli. A loro si avvicinarono anche un uomo e una donna, ai quali Lucio chiese di che congregazione fossero. “Di nessuna”, risposero.

“Allora, vi ha invitato qualche Testimone?”, chiese Lucio.

“No, siamo venuti da soli”, replicarono.

Sempre più incuriosito, Lucio chiese: “Posso chiedervi come mai?”

“Abbiamo trovato un invito nella cassetta della posta e siamo venuti”, risposero.

Appreso qual era il loro indirizzo, Ester, la moglie di Lucio, intervenne: “Sono io che vi ho lasciato quell’invito. Era l’ultimo giorno della campagna e ho pensato che, anziché non usarlo per nulla, era meglio lasciarlo nella cassetta della posta delle abitazioni in cui non avevo ancora trovato nessuno”. Così la domenica successiva la coppia aveva deciso di andare alla Sala delle Assemblee per assistere al programma. Dopo aver parlato per un po’, Lucio ed Ester invitarono i due a casa per mangiare qualcosa e continuare la conversazione. La coppia ha iniziato uno studio biblico. Sempre ben preparati, entrambi ora frequentano le adunanze e vi prendono parte attiva.