Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Annuario dei Testimoni di Geova del 2014

 ASPETTI SALIENTI DELL’ANNO PASSATO

Un’organizzazione in movimento

Un’organizzazione in movimento

Venerdì 5 luglio 2013 la famiglia Betel degli Stati Uniti è stata entusiasta di ascoltare questo annuncio fatto da Anthony Morris del Corpo Direttivo: “Giovedì 4 luglio 2013 è stato raggiunto un accordo per la vendita dei sei edifici che costituiscono il complesso al numero 117 di Adams Street e al numero 90 di Sands Street a Brooklyn. La vendita degli edifici da 1 a 5 richiede che li liberiamo entro metà agosto di quest’anno”.

Il fratello Morris ha spiegato che la lavanderia, situata al sesto e al settimo piano dell’edificio 3, sarà operativa fino alla metà del 2014. “L’edificio al 90 di Sands Street”, ha detto, “sarà probabilmente sgomberato nel 2017”.

 La vendita di questi sei grandi edifici rientra nel progetto di trasferire la sede mondiale dei Testimoni di Geova dalla città di New York a una proprietà di 102 ettari che si trova a Warwick, nello stato di New York. Tuttavia i lavori di preparazione e di scavo presso il cantiere edile potevano essere avviati solo una volta ottenuti i permessi necessari.

Perciò la famiglia Betel degli Stati Uniti ha accolto con entusiasmo l’annuncio letto da Mark Sanderson del Corpo Direttivo giovedì 18 luglio: “Siamo felici di annunciare che mercoledì 17 luglio la Commissione urbanistica della città di Warwick ha approvato all’unanimità la planimetria della nuova sede mondiale dei Testimoni di Geova. Questo costituisce l’autorizzazione definitiva per ottenere i permessi necessari all’avvio dei lavori di costruzione. È interessante notare che l’autorizzazione di ieri sera è arrivata esattamente quattro anni dopo l’acquisto della proprietà di Warwick. Gli avvenimenti dei giorni scorsi che hanno portato all’approvazione della nostra richiesta sono una prova evidente della benedizione di Geova”. Il fratello Sanderson ha ringraziato tutti per l’impegno e per le fervide preghiere a favore di questo importante progetto. “Cosa ancora più importante”, ha detto, “rendiamo lode a Geova e lo ringraziamo per questa tappa fondamentale in relazione al trasferimento della sede mondiale a Warwick”.

Venerdì 26 luglio il fratello Morris ha incontrato circa 1.000 tra beteliti e volontari dei Comitati Regionali di Costruzione (CRC) riuniti nella nuova sala da pranzo di  Tuxedo, nello stato di New York, presso l’area di deposito del cantiere di Warwick. Dopo aver trattato un incoraggiante tema spirituale, il fratello Morris ha detto di avere un annuncio da fare: “Ho in mano qualcosa che ho appena ricevuto e che vorrei condividere con voi. L’intestazione di questo documento dice: ‘Licenza edilizia’”. Prima che potesse proseguire, i volontari hanno fatto partire un fragoroso applauso. Per la gioia di tutti i presenti, il fratello Morris ha poi letto alcuni passaggi di quella importante licenza edilizia, emessa dalle autorità della città di Warwick solo tre ore prima.

Cosa sta succedendo a Wallkill, Warwick e Tuxedo?

Da quando nell’agosto 2009 sono iniziati i lavori di ampliamento a Wallkill, circa 2.800 fratelli e sorelle hanno prestato servizio come volontari temporanei. Il progetto prevede un nuovo edificio per gli alloggi, uno per gli uffici e un parcheggio coperto. Si stanno eseguendo lavori di ristrutturazione a uno degli edifici attualmente adibiti ad alloggi, nonché alla tipografia, alla lavanderia, all’auditorium, all’edificio per i servizi di supporto e all’atrio principale. Si prevede che i lavori di ampliamento a Wallkill proseguiranno fino alla fine del 2015.

Nel frattempo sono iniziati i lavori di costruzione della futura sede mondiale a Warwick. Nei pochi mesi trascorsi sono stati eseguiti lo scavo e il livellamento e sono state sistemate le condutture sotterranee. Verso la fine del 2013 è stato dato il via alla costruzione dei primi tre edifici: l’autofficina, il parcheggio coperto per gli ospiti e l’edificio per la manutenzione. Queste strutture saranno fondamentali per le attrezzature e per i volontari sia durante  che dopo la fine dei lavori. Si prevede che la costruzione dell’edificio per gli alloggi e dell’edificio per gli uffici e i servizi di supporto inizierà nel 2014.

La struttura di Tuxedo, una proprietà di 20 ettari a dieci chilometri da Warwick, “è un’area di deposito per la futura sede mondiale di Warwick”, spiega Kenneth Chernish, che fa parte del comitato di costruzione. “Ospiterà alcuni volontari e sarà anche impiegata per provvedere loro pasti, e come deposito per materiali e attrezzature”. Per accelerare la realizzazione del progetto a Tuxedo si è deciso di avvalersi dell’aiuto di alcuni CRC degli Stati Uniti orientali per certe fasi del lavoro.

Molti volontari che lavorano con i CRC in tutto il paese sperano di partecipare ai lavori di costruzione della futura sede mondiale. Fratelli e sorelle qualificati stanno già dando il proprio apporto come volontari temporanei. Leslie Blondeau, che lavora nel Reparto Idraulica con suo marito Peter, dice: “Lavorare insieme rende ancora più forte il nostro legame e ci arricchisce di ricordi che conserveremo a lungo”.

“Attualmente lavoro con gli elettricisti a Tuxedo”, dice Mallory Rushmore. “Ogni giorno qui è emozionante vedere tutti i volontari che lavorano insieme”.

“È un privilegio straordinario”, afferma Quincy Dotson. “Pensavo che qui avrei dato molto, ma in realtà quello che sto ricevendo è molto di più”.

“Collaborare alla realizzazione di questo progetto è entusiasmante”, dice il fratello Chernish. “I fratelli e le sorelle fanno il loro lavoro con rapidità ed efficienza e, nello stesso tempo, provano grande gioia”.