Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Accostiamoci a Geova

 CAPITOLO 7

Potenza protettiva: ‘Dio è per noi un rifugio’

Potenza protettiva: ‘Dio è per noi un rifugio’

1, 2. Perché gli israeliti erano in pericolo quando arrivarono nella regione del Sinai nel 1513 a.E.V., e in che modo Geova li rassicurò?

QUANDO arrivarono nella regione del Sinai all’inizio del 1513 a.E.V. gli israeliti erano in pericolo. Li aspettava un viaggio massacrante attraverso un “grande e terribile deserto, pieno di serpenti velenosi e di scorpioni”. (Deuteronomio 8:15, Nuova Riveduta) Erano minacciati anche dagli attacchi di nazioni ostili. Geova aveva permesso che si ritrovassero in quella situazione. Essendo il loro Dio, sarebbe stato in grado di proteggerli?

2 Le parole di Geova furono assai rassicuranti: “Voi stessi avete visto ciò che feci agli egiziani, per portarvi su ali di aquile e condurvi a me”. (Esodo 19:4) Geova ricordò loro che li aveva liberati dagli egiziani, usando per così dire aquile per portarli in salvo. Ci sono comunque altre ragioni per cui le “ali di aquile” rappresentano in modo appropriato la protezione divina.

3. Perché l’espressione “ali di aquile” ben rappresenta la protezione divina?

3 L’aquila non usa le grandi e forti ali solo per librarsi in alto. Nelle ore calde del giorno mamma aquila inarca le ali, che possono misurare più di due metri, e forma un ombrello protettivo per riparare gli implumi aquilotti dal sole cocente. Altre volte avvolge i piccoli nelle sue ali per proteggerli dal vento freddo. Come l’aquila difende i suoi piccoli, così Geova salvaguardò e protesse la nazione di Israele appena nata. Nel deserto il suo popolo avrebbe continuato a trovare rifugio all’ombra delle sue ali possenti finché fosse rimasto fedele. (Deuteronomio 32:9-11; Salmo 36:7) Ma oggi possiamo a ragione aspettarci la protezione di Dio?

 Promessa la protezione divina

4, 5. Perché possiamo avere completa fiducia nella protezione promessa da Dio?

4 Geova è certo in grado di proteggere i suoi servitori. È “Dio Onnipotente”, titolo che indica che possiede una forza irresistibile. (Genesi 17:1) Come un’onda inarrestabile, la potenza di Geova non può essere contrastata. Poiché può fare tutto quello che detta la sua volontà, potremmo chiederci: ‘È volontà di Geova usare la sua potenza per proteggere il suo popolo?’

5 La risposta, in una parola, è sì! Geova ci assicura che proteggerà il suo popolo. “Dio è per noi rifugio e forza, un aiuto che si può trovare prontamente durante le angustie”, dice Salmo 46:1. Poiché Dio “non può mentire”, possiamo avere completa fiducia nella protezione promessa. (Tito 1:2) Vediamo alcuni vividi esempi con cui Geova descrive la sua cura protettiva.

6, 7. (a) Che protezione provvedeva alle sue pecore il pastore dei tempi biblici? (b) Con quale esempio la Bibbia spiega l’ardente desiderio di Geova di proteggere le sue pecore e di prendersene cura?

6 Geova è un Pastore, e “noi siamo il suo popolo e le pecore del suo pascolo”. (Salmo 23:1; 100:3) Pochi animali sono indifesi come una pecora. Il pastore dei tempi biblici doveva essere coraggioso per proteggere le sue pecore da leoni, lupi e orsi, e anche dai ladri. (1 Samuele 17:34, 35; Giovanni 10:12, 13) A volte, però, c’era bisogno anche di tenerezza. Se una pecora partoriva lontano dall’ovile, il pastore premuroso proteggeva la madre in difficoltà e poi sollevava l’agnello indifeso e lo portava nell’ovile.

“Li porterà nel suo seno”

7 Paragonandosi a un pastore, Geova ci assicura che desidera ardentemente proteggerci. (Ezechiele 34:11-16) Pensate alla descrizione di Geova che si trova in Isaia 40:11, di  cui abbiamo parlato nel capitolo 2 di questo libro: “Come un pastore egli pascerà il suo proprio branco. Col suo braccio radunerà gli agnelli; e li porterà nel suo seno”. Come fa l’agnellino a trovarsi nel “seno” del pastore, le pieghe della parte superiore della veste? Può darsi che l’agnello si avvicini al pastore, gli tocchi persino una gamba per farsi notare. Comunque è il pastore che deve chinarsi, sollevare l’agnello e metterlo dolcemente al sicuro nel suo seno. Che amorevole esempio della prontezza con cui il nostro grande Pastore ci difende e ci protegge!

8. (a) A chi è concessa la protezione promessa da Dio, e come questo è indicato in Proverbi 18:10? (b) Cosa bisogna fare per trovare rifugio nel nome di Dio?

8 La protezione promessa da Dio è condizionale: la ottengono solo coloro che si accostano a lui. Proverbi 18:10 dice: “Il nome di Geova è una forte torre. Il giusto vi corre e gli è data protezione”. Nei tempi biblici a volte si costruivano torri nel deserto che servivano da sicuri luoghi di rifugio, ma chi era in pericolo doveva rifugiarsi in una di queste torri se voleva mettersi al sicuro. Lo stesso si può dire del trovare rifugio nel nome di Dio. Non basta limitarsi a ripetere il nome di Dio; il nome divino non è una formula magica. Piuttosto bisogna conoscere Colui che porta questo nome, confidare in lui e vivere in armonia con le sue giuste norme. Come è amorevole Geova ad assicurarci che se ci rivolgiamo a lui con fede sarà per noi una torre che offre protezione!

“Il nostro Dio . . . ci può liberare”

9. In che modo Geova non si è limitato a promettere protezione?

9 Geova non si è limitato a promettere protezione. Nei tempi biblici dimostrò in modo miracoloso di essere in grado di proteggere il suo popolo. Durante la storia di Israele la possente “mano” di Geova tenne spesso a bada nemici  potenti. (Esodo 7:4) Geova, comunque, usò la sua potenza protettiva anche a favore di singoli individui.

10, 11. Quali esempi biblici mostrano che Geova usa la sua potenza protettiva a favore di singoli individui?

10 Quando tre giovani ebrei — Sadrac, Mesac e Abednego — rifiutarono di inchinarsi all’immagine d’oro del re Nabucodonosor, questi infuriato minacciò di gettarli in una fornace surriscaldata. “Chi è quel dio che vi può liberare dalle mie mani?”, chiese con scherno Nabucodonosor, il monarca più potente della terra. (Daniele 3:15) I tre giovani avevano completa fiducia nel potere del loro Dio di proteggerli, anche se non pretendevano che lo facesse. Perciò risposero: “Se dev’essere, il nostro Dio che serviamo ci può liberare”. (Daniele 3:17) Certo la fornace ardente, anche se riscaldata sette volte più del normale, non costituiva un problema per il loro onnipotente Dio. Egli li protesse davvero e il re fu costretto ad ammettere: “Non esiste un altro dio che possa liberare come questo”. — Daniele 3:29.

11 Geova diede una dimostrazione veramente notevole della sua potenza protettiva anche quando trasferì la vita del suo Figlio unigenito nel grembo della vergine ebrea Maria. Un angelo le disse che avrebbe ‘concepito nel suo seno e partorito un figlio’. Poi spiegò: “Lo spirito santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra”. (Luca 1:31, 35) Evidentemente il Figlio di Dio non era mai stato così vulnerabile. Il peccato e l’imperfezione della madre umana avrebbero danneggiato l’embrione? Satana avrebbe potuto menomare o uccidere quel Figlio prima che nascesse? Impossibile! Geova creò, in effetti, una cinta protettiva intorno a Maria affinché niente — nessuna imperfezione, nessuna influenza nociva, nessun omicida e neanche nessun demonio — potesse nuocere all’embrione in via di sviluppo, dal momento del concepimento  in poi. Geova Dio continuò a proteggere Gesù durante l’infanzia e l’adolescenza. (Matteo 2:1-15) Fino al tempo da lui stabilito, il suo caro Figlio fu inattaccabile.

12. Perché nei tempi biblici Geova protesse miracolosamente alcuni?

12 Perché Geova protesse alcuni in modo miracoloso? In molti casi Geova protesse singoli individui al fine di proteggere qualcosa di molto più importante: l’adempimento del suo proposito. Per esempio, la salvezza di Gesù da piccolo era essenziale per l’adempimento del proposito di Dio, che in definitiva gioverà a tutta l’umanità. Le numerose occasioni in cui Geova manifestò la sua potenza protettiva sono riportate nelle Scritture ispirate, che “furono scritte per nostra istruzione, affinché per mezzo della nostra perseveranza e per mezzo del conforto delle Scritture avessimo speranza”. (Romani 15:4) Questi esempi rafforzano la fede nel nostro onnipotente Dio. Ma quale protezione possiamo aspettarci oggi da Dio?

Cosa non significa la protezione divina

13. Geova è forse obbligato a compiere miracoli a nostro favore? Spiegate.

13 Anche se ci promette la sua protezione, ciò non significa che Geova sia obbligato a compiere miracoli a nostro favore. No, il nostro Dio non ci garantisce una vita senza problemi in questo vecchio sistema di cose. Molti fedeli servitori di Geova affrontano gravi avversità, come povertà, guerre, malattie e morte. Gesù disse chiaro e tondo ai discepoli che alcuni di loro avrebbero potuto essere messi a morte a motivo della loro fede. Perciò sottolineò la necessità di perseverare sino alla fine. (Matteo 24:9, 13) Se Geova dovesse usare la sua potenza per compiere liberazioni miracolose in ogni caso, Satana potrebbe avere un motivo per schernirlo e mettere in dubbio la sincerità della nostra devozione. — Giobbe 1:9, 10.

14. Quali esempi indicano che Geova non protegge sempre i suoi servitori nello stesso modo?

 14 Neanche nei tempi biblici Geova usò la sua potenza protettiva per salvare ogni suo servitore da morte prematura. Per esempio, l’apostolo Giacomo fu giustiziato da Erode verso il 44 E.V.; invece, poco dopo, Pietro fu “liberato dalla mano di Erode”. (Atti 12:1-11) E Giovanni, fratello di Giacomo, sopravvisse sia a Pietro che a Giacomo. Evidentemente non possiamo aspettarci che il nostro Dio protegga tutti i suoi servitori nello stesso modo. Inoltre tutti siamo soggetti ‘al tempo e all’avvenimento imprevisto’. (Ecclesiaste 9:11) Allora, in che modo oggi Geova ci protegge?

Geova provvede protezione

15, 16. (a) Che prova c’è che Geova ha protetto i suoi adoratori come gruppo? (b) Perché possiamo avere fiducia che Geova proteggerà i suoi servitori sia adesso che durante la “grande tribolazione”?

15 Consideriamo prima la protezione in senso fisico. Noi adoratori di Geova possiamo aspettarci questa protezione come gruppo, altrimenti saremmo facile preda di Satana. Satana, “il governante di questo mondo”, non vorrebbe altro che eliminare la vera adorazione. (Giovanni 12:31; Rivelazione 12:17) Alcuni dei più potenti governi della terra hanno vietato la nostra opera di predicazione e hanno cercato di eliminarci completamente. Eppure il popolo di Geova è rimasto saldo e ha continuato a predicare senza posa. Perché nazioni potenti non sono riuscite a fermare l’attività di questo gruppo di cristiani relativamente piccolo e apparentemente indifeso? Perché Geova ci ha protetti con le sue possenti ali. — Salmo 17:7, 8.

16 Che dire della protezione durante la veniente “grande tribolazione”? Non dobbiamo temere l’esecuzione dei giudizi di Dio. “Geova sa liberare le persone di santa devozione dalla prova, ma riservare gli ingiusti al giorno del giudizio perché siano stroncati”. (Rivelazione 7:14; 2 Pietro 2:9)  Inoltre possiamo essere sicuri di due cose. Primo, Geova non permetterà mai che i suoi servitori leali siano cancellati dalla faccia della terra. Secondo, ricompenserà coloro che mantengono l’integrità dando loro la vita eterna nel suo giusto nuovo mondo, se necessario mediante la risurrezione. Per coloro che muoiono, non c’è luogo più sicuro che essere nella memoria di Dio. — Giovanni 5:28, 29.

17. In che modo Geova ci salvaguarda tramite la sua Parola?

17 Sin d’ora Geova ci salvaguarda tramite la sua “parola” vivente, che ha la forza motivante di sanare cuori e riformare vite. (Ebrei 4:12) Applicandone i princìpi possiamo sotto certi aspetti essere protetti dai danni fisici. “Io, Geova, sono . . . Colui che ti insegna per il tuo beneficio”, dice Isaia 48:17. Indubbiamente vivere in armonia con la Parola di Dio può migliorare la salute e allungare la vita. Per esempio, seguendo il consiglio biblico di astenersi dalla fornicazione e purificarsi da ogni contaminazione, evitiamo le pratiche impure e le abitudini nocive che rovinano la vita a molte persone empie. (Atti 15:29; 2 Corinti 7:1) Come siamo grati della protezione della Parola di Dio!

Geova ci protegge spiritualmente

18. Quale protezione spirituale ci provvede Geova?

18 Cosa più importante, Geova ci provvede protezione spirituale. Il nostro amorevole Dio ci protegge dai danni spirituali fornendoci ciò di cui abbiamo bisogno per superare le prove e per salvaguardare la nostra relazione con lui. Geova quindi agisce per preservare la nostra vita non solo per pochi anni, ma per l’eternità. Consideriamo alcuni provvedimenti di Dio che possono proteggerci spiritualmente.

19. In che modo lo spirito di Geova può permetterci di superare qualsiasi prova incontriamo?

19 Geova è l’“Uditore di preghiera”. (Salmo 65:2) Quando le pressioni della vita sembrano sopraffarci, aprirgli il nostro  cuore può darci molto sollievo. (Filippesi 4:6, 7) Forse Geova non eliminerà miracolosamente le prove, ma in risposta alle nostre preghiere sentite può darci la sapienza necessaria per affrontarle. (Giacomo 1:5, 6) Inoltre dà spirito santo a chi glielo chiede. (Luca 11:13) Questo spirito potente può aiutarci a superare qualsiasi prova o problema incontriamo. Può infonderci “potenza oltre ciò che è normale” perché resistiamo finché Geova non eliminerà tutti i problemi penosi nel nuovo mondo ora così vicino. — 2 Corinti 4:7.

20. In che modo la potenza protettiva di Geova può manifestarsi tramite i nostri compagni di fede?

20 A volte la potenza protettiva di Geova può manifestarsi tramite i nostri compagni di fede. Geova ha attirato il suo popolo facendone un’‘associazione di fratelli’ mondiale. (1 Pietro 2:17; Giovanni 6:44) Nell’amorevole atmosfera di questa fratellanza vediamo la testimonianza viva del potere dello spirito santo di Dio di esercitare un’influenza benefica sulle persone. Questo spirito produce in noi dei frutti: belle, preziose qualità fra cui amore, benignità e bontà. (Galati 5:22, 23) Perciò quando siamo angosciati e un  compagno di fede è spinto a darci un consiglio utile o a rivolgerci le parole di incoraggiamento di cui abbiamo tanto bisogno, possiamo ringraziare Geova per queste manifestazioni della sua cura protettiva.

21. (a) Quale opportuno cibo spirituale Geova provvede tramite “lo schiavo fedele e discreto”? (b) In che modo avete tratto personalmente beneficio da ciò che Geova provvede per proteggerci spiritualmente?

21 Geova provvede qualcos’altro per proteggerci: opportuno cibo spirituale. Per aiutarci a trarre forza dalla sua Parola, Geova ha incaricato “lo schiavo fedele e discreto” di dispensare cibo spirituale. Questo schiavo fedele si serve di pubblicazioni stampate, fra cui le riviste La Torre di Guardia e Svegliatevi!, e anche di adunanze e assemblee per darci il “cibo a suo tempo”: quello di cui abbiamo bisogno, quando ne abbiamo bisogno. (Matteo 24:45) Non vi è mai capitato di sentire qualcosa a un’adunanza cristiana, in un commento, in un discorso o anche in una preghiera, che vi ha dato proprio la forza e l’incoraggiamento di cui avevate bisogno? Un particolare articolo di una delle nostre riviste non ha mai influito sulla vostra vita? Ricordiamoci che Geova provvede tutto questo per proteggerci spiritualmente.

22. In quale modo Geova usa sempre la sua potenza, e perché questo è nei nostri migliori interessi?

22 Geova è certamente “uno scudo per tutti quelli che si rifugiano in lui”. (Salmo 18:30) Comprendiamo che adesso non usa la sua potenza per proteggerci da ogni calamità. Usa, però, sempre la sua potenza protettiva per garantire lo svolgimento del suo proposito. In definitiva questo è nei migliori interessi del suo popolo. Se ci accostiamo a lui e rimaniamo nel suo amore, Geova ci darà la vita perfetta per l’eternità. Con questa prospettiva in mente, qualsiasi sofferenza in questo sistema ci sembrerà senza dubbio “momentanea e leggera”. — 2 Corinti 4:17.