Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Accostiamoci a Geova

 CAPITOLO 28

“Tu solo sei leale”

“Tu solo sei leale”

1, 2. Perché si può dire che il re Davide conosceva la slealtà?

IL RE Davide conosceva la slealtà. A un certo punto il suo regno fu scosso da intrighi e complotti, anche da parte dei suoi stessi connazionali. Per di più fu tradito da alcune che si potevano ritenere le persone più vicine a lui. Per esempio Mical, la prima moglie, inizialmente “era innamorata di Davide” e senza dubbio lo sosteneva nelle sue imprese. In seguito, però, “in cuor suo cominciò a disprezzarlo”, considerandolo “proprio come . . . uno degli uomini dalla testa vuota”. — 1 Samuele 18:20; 2 Samuele 6:16, 20.

2 Poi ci fu Ahitofel, consigliere personale di Davide. I suoi consigli erano apprezzati come se fossero stati la diretta parola di Geova. (2 Samuele 16:23) Col tempo, però, quel confidente di fiducia diventò un traditore e si unì a una ribellione organizzata contro Davide. E chi fu l’istigatore del complotto? Proprio uno dei figli di Davide: Absalom. Quell’intrigante opportunista “continuò a rubare il cuore degli uomini d’Israele”, presentandosi come re rivale. La rivolta di Absalom dilagò al punto che il re Davide fu costretto a fuggire per mettersi in salvo. — 2 Samuele 15:1-6, 12-17.

3. Che fiducia aveva Davide?

3 Non ci fu nessuno che rimanesse leale e fedele a Davide? Durante tutte le sue avversità Davide sapeva che qualcuno c’era senz’altro. Chi? Niente meno che Geova Dio. “Con qualcuno leale agirai con lealtà”, disse Davide a Geova. (2 Samuele 22:26) Cos’è la lealtà, e in che modo Geova ne è il massimo esempio?

 Cos’è la lealtà?

4, 5. (a) Cos’è la “lealtà”? (b) Che diversità c’è fra lealtà e fedeltà?

4 La “lealtà”, in base al termine usato nelle Scritture Ebraiche, è una benignità che si attiene amorevolmente a un obiettivo e non molla finché non consegue lo scopo che si prefigge. È più che fedeltà. Dopo tutto, uno potrebbe essere fedele solo per senso del dovere. Invece la lealtà si basa sull’amore. * La parola “fedele” si può riferire anche a cose inanimate. Per esempio, il salmista definì la luna un “testimone fedele nei cieli nuvolosi” a motivo della regolarità con cui compare la notte. (Salmo 89:37) Ma la luna non si può definire leale. Perché? Perché la lealtà è un’espressione di amore, qualcosa che le cose inanimate non possono manifestare.

La luna è definita un testimone fedele, ma solo le creature intelligenti possono rispecchiare la lealtà di Geova

5 Secondo il significato scritturale, la lealtà è un sentimento forte. Indica che fra due persone esiste un buon rapporto. La lealtà non è incostante. Non è come le onde del mare sospinte da venti mutevoli. Al contrario, la lealtà, o  amore leale, ha la stabilità e la forza per superare i peggiori ostacoli.

6. (a) Quanto è rara la lealtà fra gli esseri umani, e come lo indica la Bibbia? (b) Qual è il modo migliore per imparare cosa significa essere leale, e perché?

6 È vero che oggi la lealtà è rara. Troppo spesso amici intimi sono “disposti a spezzarsi l’un l’altro”. Sempre più sentiamo di coniugi che si dividono. (Proverbi 18:24; Malachia 2:14-16) Il tradimento è così comune che potremmo trovarci a ripetere le parole del profeta Michea: “Il leale è perito dalla terra”. (Michea 7:2) Anche se gli esseri umani spesso non mostrano amorevole benignità, o lealtà, questa è una delle principali caratteristiche di Geova. In realtà il modo migliore per imparare cosa significa effettivamente essere leale è esaminare come manifesta Geova questo importante aspetto del suo amore.

L’impareggiabile lealtà di Geova

7, 8. Come mai si può dire che solo Geova è leale?

7 La Bibbia dice di Geova: “Tu solo sei leale”. (Rivelazione 15:4) Come mai? Sia esseri umani che angeli non hanno a volte manifestato notevole lealtà? (Giobbe 1:1; Rivelazione 4:8) E che dire di Gesù Cristo? Non è il principale “leale” di Dio? (Salmo 16:10) Allora, come mai si può dire che solo Geova è leale?

8 Prima di tutto ricordiamo che la lealtà è un aspetto dell’amore. Poiché “Dio è amore”, essendo la personificazione stessa di questa qualità, chi può manifestare lealtà in modo più completo di Geova? (1 Giovanni 4:8) Angeli ed esseri umani possono rispecchiare gli attributi di Geova, ma solo Geova è leale in sommo grado. Essendo “l’Antico di Giorni”, ha manifestato lealtà più a lungo di qualsiasi creatura terrena o celeste. (Daniele 7:9) Quindi Geova è l’essenza stessa della lealtà e manifesta questa qualità in un  modo che nessuna creatura può uguagliare. Esaminiamo alcuni esempi.

9. In che modo Geova è “leale in tutte le sue opere”?

9 Geova è “leale in tutte le sue opere”. (Salmo 145:17) In che modo? Il Salmo 136 risponde citando diversi atti salvifici di Geova, inclusa la straordinaria liberazione degli israeliti attraverso il Mar Rosso. È significativo che ogni versetto di questo salmo sia puntualizzato dalla frase: “Poiché la sua amorevole benignità [o lealtà] è a tempo indefinito”. Questo salmo è incluso nei “Punti su cui meditare” a pagina 289. Leggendo questi versetti sarete senz’altro colpiti dai molti modi in cui Geova dimostrò amorevole benignità al suo popolo. Sì, Geova mostra lealtà ai suoi servitori fedeli ascoltando le loro grida di aiuto e intervenendo al tempo fissato. (Salmo 34:6) Il leale amore di Geova per i suoi servitori non vacilla finché rimangono leali.

10. In che modo Geova mostra lealtà riguardo alle sue norme?

10 Inoltre Geova mostra lealtà ai suoi servitori attenendosi alle sue norme. A differenza di certi esseri umani incostanti, guidati solo dal capriccio e dal sentimentalismo, Geova non ha dubbi su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Nel corso dei millenni la sua veduta di cose come spiritismo, idolatria e assassinio è rimasta immutata. “Pure fino alla vostra vecchiaia Io sono lo stesso”, affermò tramite il profeta Isaia. (Isaia 46:4) Quindi possiamo essere certi che trarremo beneficio dal seguire le chiare norme morali che troviamo nella Parola di Dio. — Isaia 48:17-19.

11. Fate degli esempi per dimostrare che Geova mantiene sempre le promesse.

11 Geova mostra lealtà anche mantenendo le promesse. Quando predice qualcosa, ciò avviene. Infatti dichiarò: “La mia parola che esce dalla mia bocca . . . non tornerà a me  senza risultati, ma certamente farà ciò di cui mi son dilettato, e avrà sicuro successo in ciò per cui l’ho mandata”. (Isaia 55:11) Mantenendo la parola, Geova mostra lealtà al suo popolo. Non lo tiene in ansiosa aspettativa di qualcosa che non intende realizzare. A questo riguardo la reputazione di Geova è così ineccepibile che il suo servitore Giosuè poté dire: “Nemmeno una promessa venne meno di tutta la buona promessa che Geova aveva fatto alla casa d’Israele; si avverò tutta”. (Giosuè 21:45) Possiamo dunque essere certi che Geova non ci deluderà mai perché manterrà sempre le promesse. — Isaia 49:23; Romani 5:5.

12, 13. In quali modi l’amorevole benignità di Geova “è a tempo indefinito”?

12 Come abbiamo già notato, la Bibbia ci dice che l’amorevole benignità di Geova “è a tempo indefinito”. (Salmo 136:1) In che senso? Prima di tutto il suo perdono è permanente. Come è stato spiegato nel capitolo 26, Geova non rivanga gli errori del passato per cui uno è già stato perdonato. Dal momento che “tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio”, ciascuno di noi deve essere grato che l’amorevole benignità di Geova sia a tempo indefinito. — Romani 3:23.

13 L’amorevole benignità di Geova è a tempo indefinito anche in un altro senso. La sua Parola dice che il giusto “certamente diverrà come un albero piantato presso ruscelli d’acqua, che dà il suo proprio frutto nella sua stagione e il cui fogliame non appassisce, e ogni cosa che fa riuscirà”. (Salmo 1:3) Immaginate un albero rigoglioso il cui fogliame non appassisce mai. Così, se proviamo sincero diletto nella Parola di Dio, la nostra vita sarà lunga, pacifica e fruttuosa. Le benedizioni che Geova lealmente concede ai suoi servitori fedeli sono eterne. Veramente, nel giusto nuovo mondo che Geova porterà, l’umanità ubbidiente  proverà la sua amorevole benignità a tempo indefinito. — Rivelazione 21:3, 4.

Geova “non lascerà i suoi leali”

14. In che modo Geova mostra apprezzamento per la lealtà dei suoi servitori?

14 Geova ha manifestato molte volte la sua lealtà. Poiché è perfettamente coerente, la lealtà verso i suoi servitori fedeli non diminuisce mai. Il salmista scrisse: “Ero giovane, sono anche invecchiato, eppure non ho visto nessun giusto lasciato interamente, né la sua progenie cercare il pane. Poiché Geova ama la giustizia, e non lascerà i suoi leali”. (Salmo 37:25, 28) È vero, essendo il Creatore, Geova merita di essere adorato. (Rivelazione 4:11) Eppure, poiché è leale, apprezza molto le nostre azioni fedeli. — Malachia 3:16, 17.

15. Spiegate in che modo quello che Geova fece per Israele dà risalto alla Sua lealtà.

15 Nella sua amorevole benignità, Geova viene più volte in aiuto dei suoi servitori quando sono in difficoltà. Il salmista dice: “Egli custodisce le anime dei suoi leali; li libera dalla mano dei malvagi”. (Salmo 97:10) Consideriamo cosa fece per la nazione di Israele. Dopo la liberazione miracolosa attraverso il Mar Rosso, gli israeliti cantarono a Geova: “Nella tua amorevole benignità [o “amore leale”, nota in calce] hai guidato il popolo che hai ricuperato”. (Esodo 15:13) La liberazione al Mar Rosso fu certamente un atto di amore leale da parte di Geova. Pertanto Mosè disse agli israeliti: “Non perché foste il più popoloso di tutti i popoli Geova vi ha mostrato affetto così che vi ha scelti, poiché eravate il più piccolo di tutti i popoli. Ma è stato perché Geova vi ama, e perché ha osservato la dichiarazione giurata che aveva giurato ai vostri antenati, che Geova vi ha fatto uscire con mano forte, per redimerti  dalla casa degli schiavi, dalla mano di Faraone re d’Egitto”. — Deuteronomio 7:7, 8.

16, 17. (a) Quale vergognosa mancanza di gratitudine manifestarono gli israeliti, eppure in che modo Geova mostrò loro compassione? (b) In che modo la maggioranza degli israeliti dimostrò che per loro ‘non c’era guarigione’, e cosa ci insegna questo?

16 Come nazione gli israeliti non mostrarono gratitudine per l’amorevole benignità di Geova, poiché dopo la liberazione “peccavano ancora di più contro [Geova], ribellandosi contro l’Altissimo”. (Salmo 78:17) Nel corso dei secoli si ribellarono ripetutamente, lasciando Geova e volgendosi a falsi dèi e a pratiche pagane che non portarono altro che degradazione. Eppure Geova non infranse il suo patto. Anzi, tramite il profeta Geremia, implorò il suo popolo: “Torna, o rinnegata Israele . . . Non farò cadere la mia faccia con ira su di voi, poiché sono leale”. (Geremia 3:12) Come si è notato nel capitolo 25, però, la maggioranza degli israeliti non cambiò atteggiamento. In realtà “si facevano continuamente beffe dei messaggeri del vero Dio e disprezzavano le sue parole e schernivano i suoi profeti”. Con quale risultato? Infine “il furore di Geova salì contro il suo popolo, finché non ci fu guarigione”. — 2 Cronache 36:15, 16.

17 Cosa impariamo da ciò? Che la lealtà di Geova non è né cieca né ingenua. È vero, Geova è “abbondante in amorevole benignità” e prova piacere nel mostrare misericordia quando vi è motivo di farlo. Ma cosa succede quando un trasgressore si dimostra incorreggibilmente malvagio? In tal caso Geova si attiene alle sue giuste norme ed emette un giudizio avverso. Come disse a Mosè, “non esenterà affatto dalla punizione”. — Esodo 34:6, 7.

18, 19. (a) In che modo la punizione dei malvagi è di per sé un atto di lealtà di Geova? (b) Come mostra Geova lealtà ai suoi servitori che sono stati perseguitati fino alla morte?

18 La punizione dei malvagi è di per sé un atto di lealtà  di Dio. In che senso? Un’indicazione si trova nel libro di Rivelazione nei comandi che Geova impartisce a sette angeli: “Andate e versate le sette coppe dell’ira di Dio sulla terra”. Quando il terzo angelo versa la sua coppa “nei fiumi e nelle fonti delle acque”, questi diventano sangue. Quindi l’angelo dice a Geova: “Tu, Colui che è e che era, il Leale, sei giusto, perché hai preso queste decisioni, poiché hanno versato il sangue dei santi e dei profeti, e tu hai dato loro sangue da bere. Lo meritano”. — Rivelazione 16:1-6.

Geova lealmente ricorderà e risusciterà coloro che si sono dimostrati leali fino alla morte

19 Osservate che mentre pronuncia questo messaggio di giudizio, l’angelo definisce Geova “il Leale”. Perché? Perché distruggendo i malvagi Geova mostra lealtà ai suoi servitori, molti dei quali sono stati perseguitati fino alla morte. Lealmente, Geova li conserva ben vivi nella sua memoria. Brama rivedere quei fedeli morti, e la Bibbia conferma che è suo proposito ricompensarli con la risurrezione. (Giobbe 14:14, 15) Geova non dimentica i suoi servitori leali semplicemente perché non sono più in vita. Al contrario, “per lui sono tutti viventi”. (Luca 20:37, 38) Il  proposito di Geova di riportare in vita coloro che sono nella sua memoria è una chiara prova della sua lealtà.

Bernard Luimes (sopra) e Wolfgang Kusserow (al centro) furono giustiziati dai nazisti

Moses Nyamussua fu ucciso da un gruppo politico

L’amore leale di Geova apre la via della salvezza

20. Chi sono i “vasi di misericordia”, e in che modo Geova mostra loro lealtà?

20 In tutto il corso della storia Geova ha mostrato notevole lealtà agli esseri umani fedeli. Difatti per migliaia di anni “tollerò con molta longanimità vasi d’ira resi adatti alla distruzione”. Perché? “Affinché facesse conoscere le ricchezze della sua gloria sui vasi di misericordia, che egli preparò in anticipo per la gloria”. (Romani 9:22, 23) Questi “vasi di misericordia” sono le persone dalla giusta disposizione che sono unte con spirito santo per essere coeredi di Cristo nel suo Regno. (Matteo 19:28) Aprendo la via della salvezza  a questi vasi di misericordia, Geova rimase leale ad Abraamo, a cui aveva promesso con un patto: “Per mezzo del tuo seme tutte le nazioni della terra certamente si benediranno per il fatto che tu hai ascoltato la mia voce”. — Genesi 22:18.

Grazie alla lealtà di Geova, tutti i suoi servitori fedeli hanno una speranza sicura per il futuro

21. (a) In che modo Geova mostra lealtà a “una grande folla” che ha la prospettiva di superare la “grande tribolazione”? (b) Cosa ci spinge a fare la lealtà di Geova?

21 Geova mostra simile lealtà a “una grande folla” che ha la prospettiva di superare la “grande tribolazione” e di vivere per sempre su una terra paradisiaca. (Rivelazione 7:9, 10, 14) Anche se i suoi servitori sono imperfetti, Geova lealmente offre loro la possibilità di vivere per sempre su una terra paradisiaca. In che modo? Mediante il riscatto, la massima dimostrazione della lealtà di Geova. (Giovanni 3:16; Romani 5:8) La lealtà di Geova attrae coloro che, nel loro cuore, hanno sete di giustizia. (Geremia 31:3) Non ci sentiamo più vicini a Geova per la profonda lealtà che ha mostrato e mostrerà ancora? Poiché è nostro desiderio accostarci a lui, ricambiamo il suo amore essendo sempre più risoluti a servirlo con lealtà.

^ par. 4 È interessante notare che la parola tradotta “lealtà” in 2 Samuele 22:26 altrove viene tradotta “amorevole benignità” o “amore leale”.