Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

Guida per l’adunanza Vita e ministero  |  gennaio 2017

 TESORI DELLA PAROLA DI DIO | ISAIA 34-37

La fede di Ezechia fu ricompensata

La fede di Ezechia fu ricompensata

Il re assiro Sennacherib mandò a Gerusalemme un alto funzionario, il rabsache, per spingere la città ad arrendersi. Gli assiri usarono diversi ragionamenti allo scopo di convincere gli ebrei ad arrendersi senza combattere.

  • Li fecero sentire soli. L’Egitto non sarebbe stato di grande aiuto (Isa 36:6).

  • Seminarono il dubbio. Geova non avrebbe combattuto per loro perché li disapprovava (Isa 36:7, 10).

  • Li minacciarono. Non avrebbero avuto nessuna possibilità contro il potente esercito assiro (Isa 36:8, 9).

  • Li tentarono. Se si fossero arresi all’Assiria, la loro vita sarebbe migliorata (Isa 36:16, 17).

Ezechia dimostrò di avere una fede incrollabile in Geova.

37:1, 2, 14-20, 36

  • Fece tutto il possibile per preparare la città all’assedio

  • Pregò Geova perché salvasse gli abitanti di Gerusalemme e incoraggiò anche il popolo a pregare al riguardo

  • La sua fede fu ricompensata quando Geova mandò un angelo per uccidere 185.000 guerrieri assiri in una notte