Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Neemia 11:1-36

SOMMARIO

  • Ripopolata Gerusalemme (1-36)

11  Ora i principi del popolo vivevano a Gerusalemme,+ ma il resto del popolo gettò le sorti+ perché, ogni 10 uomini, uno andasse a vivere a Gerusalemme, la città santa, mentre gli altri 9 rimanessero nelle altre città.  Inoltre il popolo benedisse tutti gli uomini che si offrirono volontariamente di andare a vivere a Gerusalemme.  Quelli che seguono sono i capi della provincia che si stabilirono a Gerusalemme. (Gli altri israeliti, sacerdoti, leviti, servitori del tempio*+ e figli dei servitori di Salomone+ si stabilirono nelle altre città di Giuda, ognuno all’interno della sua proprietà nella sua città.+  A Gerusalemme si stabilirono alcuni delle tribù di Giuda e di Beniamino.) Della tribù di Giuda ci furono Ataìa, figlio di Uzzìa, figlio di Zaccarìa, figlio di Amarìa, figlio di Sefatìa, figlio di Maalalèl, dei figli di Pèrez,+  e Maaseìa, figlio di Bàruc, figlio di Colòze, figlio di Azaìa, figlio di Adaìa, figlio di Ioiarìb, figlio di Zaccarìa, figlio del selanita.  Tutti i figli di Pèrez che si stabilirono a Gerusalemme furono 468 uomini valorosi.  Della tribù di Beniamino ci furono Sallu,+ figlio di Mesullàm, figlio di Ioèd, figlio di Pedaìa, figlio di Colaìa, figlio di Maaseìa, figlio di Itièl, figlio di Isaia,  e dopo di lui Gabbài e Sallài, 928;  Gioele, figlio di Zicri, era il loro responsabile e Giuda, figlio di Assenùa, era secondo sulla città. 10  Dei sacerdoti: Iedaìa, figlio di Ioiarìb, Iàchin,+ 11  Seraìa, figlio di Ilchìa, figlio di Mesullàm, figlio di Zàdoc, figlio di Meraiòt, figlio di Ahitùb,+ preposto alla casa* del vero Dio, 12  e i loro fratelli addetti al lavoro della casa, 822; e Adaìa, figlio di Ieroàm, figlio di Pelalìa, figlio di Amzi, figlio di Zaccarìa, figlio di Pàsur,+ figlio di Malchìa, 13  e i suoi fratelli, capi delle case paterne, 242; e Amassài, figlio di Azarèl, figlio di Azài, figlio di Mesillemòt, figlio di Immèr, 14  e i suoi fratelli, uomini potenti e valorosi, 128; il loro responsabile era Zabdièl, membro di una famiglia in vista. 15  Dei leviti: Semaìa,+ figlio di Assùb, figlio di Azricàm, figlio di Asabìa, figlio di Bunni, 16  e Sabbetài+ e Iozabàd,+ che erano fra i capi dei leviti ed erano responsabili del servizio all’esterno della casa del vero Dio; 17  e Mattanìa,+ figlio di Mica, figlio di Zabdi, figlio di Àsaf,+ direttore del coro che guidava le lodi durante la preghiera,+ e Bacbuchìa, che gli era secondo tra i suoi fratelli, e Abda, figlio di Sammùa, figlio di Galàl, figlio di Iedutùn.+ 18  Tutti i leviti nella città santa furono 284. 19  I portinai furono Accùb, Talmòn+ e i loro fratelli, che facevano la guardia alle porte, 172. 20  Il resto d’Israele, dei sacerdoti e dei leviti si stabilì in tutte le altre città di Giuda, ognuno nella proprietà che aveva ereditato.* 21  I servitori del tempio*+ si stabilirono sull’Òfel;+ i loro responsabili erano Ziha e Ghispa. 22  Il responsabile dei leviti a Gerusalemme era Uzzi, figlio di Bani, figlio di Asabìa, figlio di Mattanìa,+ figlio di Mica, dei figli di Àsaf, i cantori; era a capo del servizio svolto nella casa del vero Dio. 23  C’era infatti un ordine del re a loro favore,+ ed era stato disposto che ogni giorno venisse provveduto ai cantori il necessario. 24  E Petaìa, figlio di Mesezabèl, dei figli di Zera, figlio di Giuda, era consigliere del re* per ogni questione relativa al popolo. 25  Riguardo agli abitati con le loro campagne, alcuni della tribù di Giuda si stabilirono a Chiriàt-Arba+ e nei suoi villaggi,* a Dibòn e nei suoi villaggi, a Iecabzeèl+ e nei suoi abitati, 26  a Ièsua, a Molàda,+ a Bet-Pèlet,+ 27  ad Azàr-Suàl,+ a Beèr-Seba* e nei suoi villaggi, 28  a Zìclag,+ a Mecóna e nei suoi villaggi, 29  a En-Rimmòn,+ a Zora,+ a Iarmùt, 30  a Zanòa,+ ad Adullàm e nei loro abitati, a Làchis+ e nelle sue campagne, e ad Azèca+ e nei suoi villaggi. Si insediarono* da Beèr-Seba fino alla Valle di Innòm.+ 31  Quelli della tribù di Beniamino si stabilirono a Gheba,+ a Mìcmas, ad Aìa, a Bètel+ e nei suoi villaggi, 32  ad Anatòt,+ a Nob,+ ad Ananìa, 33  ad Hàzor, a Rama,+ a Ghittàim, 34  ad Adìd, a Zeboìm, a Neballàt, 35  a Lod e a Ono,+ la Valle degli Artigiani. 36  E alcune divisioni dei leviti che erano in Giuda furono assegnate a Beniamino.

Note in calce

O “netinei”. Lett. “quelli dati”.
O “tempio”.
O “nella sua eredità”.
O “netinei”. Lett. “quelli dati”.
Lett. “alla mano del re”.
O “villaggi circostanti”, “borgate dipendenti”.
O “Bersabèa”.
O “si accamparono”.