Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Vangelo secondo Matteo 15:1-39

SOMMARIO

  • Smascherate le tradizioni umane (1-9)

  • Quello che contamina viene dal cuore (10-20)

  • Grande fede di una donna fenicia (21-28)

  • Gesù guarisce molti malati (29-31)

  • Gesù sfama 4.000 uomini (32-39)

15  Da Gerusalemme arrivarono poi farisei e scribi,+ che si avvicinarono a Gesù e gli dissero:  “Perché i tuoi discepoli trasgrediscono la tradizione degli uomini del passato? Per esempio, non si lavano* le mani prima di mangiare”.+  Lui rispose loro: “E voi, perché trasgredite il comandamento di Dio a causa della vostra tradizione?+  Per esempio, Dio ha detto: ‘Onora tuo padre e tua madre’,+ e: ‘Chi parla in modo offensivo di* suo padre o sua madre sia messo a morte’.+  Ma voi dite: ‘Chiunque dice a suo padre o a sua madre: “Qualunque cosa io abbia che potrebbe esserti di aiuto è un dono dedicato a Dio”,+  quella persona non è affatto tenuta a onorare suo padre’. Così avete reso la parola di Dio senza valore a causa della vostra tradizione.+  Ipocriti, Isaia profetizzò appropriatamente di voi quando disse:+  ‘Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è molto lontano da me.  Continuano ad adorarmi inutilmente, perché insegnano come dottrine comandi di uomini’”.+ 10  Gesù fece quindi avvicinare la folla e disse: “Ascoltate e capite questo:+ 11  non è ciò che entra nella bocca dell’uomo che lo contamina; è ciò che esce dalla sua bocca a contaminarlo”.+ 12  Allora i discepoli vennero a dirgli: “Sai che i farisei si sono scandalizzati* sentendo le tue parole?”+ 13  Lui rispose: “Ogni pianta che non è stata piantata dal mio Padre celeste verrà sradicata. 14  Lasciateli stare. Sono guide cieche; e se un cieco guida un altro cieco, entrambi cadranno in una fossa”.+ 15  Pietro allora gli disse: “Spiegaci l’esempio* che hai fatto”. 16  E Gesù disse: “Neanche voi riuscite ancora a capire?+ 17  Non sapete che tutto quello che entra nella bocca passa per l’intestino e va a finire nella fogna? 18  Ma tutto quello che esce dalla bocca viene dal cuore, ed è questo che contamina l’uomo.+ 19  Per esempio, dal cuore vengono ragionamenti malvagi,+ assassinii, adultèri, immoralità sessuale,* furti, false testimonianze, bestemmie. 20  Sono queste le cose che contaminano l’uomo, ma mangiare senza essersi lavati* le mani non contamina l’uomo”. 21  Partito di là, Gesù andò quindi nella regione di Tiro e Sidóne.+ 22  Ed ecco che una donna fenicia di quella regione venne gridando: “Abbi misericordia di me, Signore, Figlio di Davide! Mia figlia è indemoniata e soffre moltissimo”.+ 23  Ma lui non le rispose nulla. Perciò i suoi discepoli si avvicinarono e lo pregarono: “Mandala via, perché continua a venirci dietro gridando”. 24  Lui disse: “Io sono stato mandato soltanto alle pecore smarrite della casa d’Israele”.+ 25  La donna, però, si avvicinò e gli rese omaggio,* dicendo: “Signore, aiutami!” 26  Lui replicò: “Non è giusto prendere il pane dei figli e buttarlo ai cagnolini”. 27  “È vero, Signore”, disse la donna, “ma è anche vero che i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni”.+ 28  Allora Gesù le rispose: “Donna, grande è la tua fede! Ti avvenga quello che desideri”. E in quel momento sua figlia guarì. 29  Poi, andato via di là, Gesù si recò presso il Mar di Galilea+ e, dopo essere salito su un monte, si mise a sedere. 30  Quindi si avvicinò a lui una grande folla, che portò con sé zoppi, storpi, ciechi, muti e molti altri, e li mise ai suoi piedi, e lui li guarì.+ 31  Vedendo i muti parlare, gli storpi guarire, gli zoppi camminare e i ciechi vedere, la folla si meravigliò e glorificò l’Iddio d’Israele.+ 32  Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: “Provo compassione per la folla,+ perché sono già tre giorni che queste persone stanno con me e non hanno niente da mangiare. Non voglio mandarle via digiune, perché potrebbero venir meno per strada”.+ 33  Comunque i discepoli gli dissero: “In un posto isolato come questo come facciamo a trovare abbastanza pane per sfamare una folla così grande?”+ 34  Allora Gesù chiese loro: “Quanti pani avete?” Risposero: “Sette, e alcuni pesciolini”. 35  Quindi disse alla folla di sedersi per terra, 36  prese i sette pani e i pesci e, dopo aver reso grazie a Dio, li spezzò e li diede ai discepoli, e i discepoli alla folla.+ 37  E tutti mangiarono a sazietà, dopodiché si raccolsero sette grandi cesti pieni di avanzi.+ 38  Quelli che avevano mangiato erano 4.000 uomini, senza contare le donne e i bambini. 39  Infine, dopo aver congedato la folla, salì sulla barca e andò nella regione di Magadàn.+

Note in calce

Cioè non si purificano cerimonialmente.
O “insulta”.
O “hanno inciampato”.
Lett. “parabola”.
In greco, plurale di pornèia. Vedi Glossario.
Cioè senza essersi purificati cerimonialmente.
O “si inchinò”.