Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Geremia 6:1-30

SOMMARIO

  • Vicino l’assedio di Gerusalemme (1-9)

  • Ira di Geova su Gerusalemme (10-21)

    • Dicono: “C’è pace!”, mentre non c’è nessuna pace (14)

  • Terribile invasione dal nord (22-26)

  • Geremia deve servire come uno che saggia metalli (27-30)

6  Mettetevi al riparo, o figli di Beniamino, lontano da Gerusalemme;suonate il corno+ a Tecòa;+accendete su Bet-Acchèrem un segnale di fuoco,perché una calamità, un grande disastro, incombe dal nord.+   La figlia di Sìon assomiglia a una donna bella e raffinata.+   I pastori e i loro branchi verranno. Pianteranno le tende tutt’intorno a lei,+pascolando ognuno il proprio gregge.+   “Preparate* la guerra contro di lei! Su, attacchiamola a mezzogiorno!” “Guai a noi, perché il giorno sta declinando,le ombre della sera si stanno allungando!”   “Su, attacchiamo durante la nottee distruggiamo le sue torri fortificate”.+   Questo infatti è ciò che Geova degli eserciti dice: “Tagliate legna e costruite contro Gerusalemme una rampa* d’assedio.+ Questa è la città che deve rendere conto;in mezzo a lei non c’è altro che oppressione.+   Come una cisterna tiene fresche le sue acque,così lei tiene fresca la sua malvagità. Violenza e distruzione si sentono in lei;+malattia e piaga sono di continuo davanti a me.   Lasciati correggere, o Gerusalemme,altrimenti io* mi allontanerò da te con disgusto;+ti renderò desolata, una terra disabitata”.+   Questo è ciò che Geova degli eserciti dice: “Quelli che rimangono d’Israele saranno racimolati completamente come gli ultimi grappoli su una vite. Passa di nuovo la tua mano come chi vendemmia i tralci”. 10  “A chi parlerò e chi avvertirò? Chi ascolterà? I loro orecchi sono chiusi,* così che non possono prestare attenzione.+ Ciò che dice Geova è divenuto per loro qualcosa da disprezzare;+non vi provano alcun piacere. 11  Perciò sono pieno dell’ira di Geova,e non posso più trattenerla”.+ “Riversala sul bambino nella strada,+sui gruppi di giovani riuniti insieme. Tutti saranno presi: l’uomo insieme a sua moglie,i vecchi insieme a quelli ancora più vecchi.*+ 12  Le loro case verranno date ad altri,insieme ai loro campi e alle loro mogli,+perché stenderò la mia mano contro gli abitanti del paese”, dichiara Geova. 13  “Dal più piccolo al più grande, infatti, ognuno guadagna in modo disonesto;+dal profeta al sacerdote ognuno froda gli altri.+ 14  E cercano di sanare la ferita* del mio popolo con leggerezza,* dicendo: ‘C’è pace! C’è pace!’,mentre non c’è nessuna pace.+ 15  Si vergognano forse delle cose detestabili che hanno fatto? Non provano nessuna vergogna. Non sanno nemmeno cosa vuol dire vergognarsi!+ Perciò cadranno fra i caduti. Quando li punirò, inciamperanno”, dice Geova. 16  Questo è ciò che Geova dice: “Fermatevi ai crocevia e vedete. Chiedete dei sentieri antichi;chiedete dov’è la strada buona;percorretela+ e riposatevi”.* Ma loro dicono: “Non la percorreremo”.+ 17  “Ho incaricato sentinelle+ che dicessero: ‘State attenti al suono del corno!’”+Ma loro rispondevano: “Non staremo attenti”.+ 18  “Perciò ascoltate, nazioni! E sappi, assemblea,quello che accadrà loro. 19  Ascolta, terra! Sto per far abbattere la calamità su questo popolo+come conseguenza dei suoi complotti,perché non ha prestato attenzione alle mie parolee ha rigettato la mia legge”.* 20  “Che m’importa dell’incenso* che fate arrivare da Sabao della canna aromatica che fate arrivare da lontano? I vostri olocausti* non mi sono graditi,e i vostri sacrifici non mi piacciono”.+ 21  Pertanto questo è ciò che Geova dice: “Ecco, metto davanti a questo popolo pietre d’inciampo,e loro inciamperanno,padri e figli insieme,vicini e amici,e moriranno tutti”.+ 22  Questo è ciò che Geova dice: “Ecco, un popolo verrà dal paese del nord,e una grande nazione si muoverà dalle parti più remote della terra.+ 23  Impugneranno l’arco e il giavellotto. Sono crudeli e non avranno pietà. La loro voce sarà come il ruggito del mare. Vengono a cavallo;+contro di te, o figlia di Sìon, si schierano per la battaglia come un guerriero”. 24  Ne abbiamo avuto notizia. Ci siamo persi d’animo* per la paura.+ Si è impadronita di noi l’angoscia, la sofferenza,*come quella di una donna che partorisce.+ 25  Non andare nei campie non camminare per le strade,perché il nemico ha la spada;c’è terrore dappertutto. 26  O figlia del mio popolo,vèstiti di sacco+ e ròtolati nella cenere. Fa’ cordoglio come per un figlio unico, con amari lamenti,+perché il distruttore piomberà su di noi all’improvviso.+ 27  “Ho fatto di te* uno che saggia* i metalli in mezzo al mio popolo,uno che fa una ricerca completa;devi conoscere ed esaminare le loro vie. 28  Ecco cosa sono tutti loro: i più ostinati fra gli uomini.+ Vanno in giro a calunniare.+ Sono come rame e ferro;sono tutti corrotti. 29  Il mantice è divenuto rovente,ma dal fuoco esce solo piombo. Si continua a raffinare intensamente, ma invano,+e i malvagi non sono stati separati.+ 30  Per certo saranno chiamati ‘argento di rifiuto’,perché Geova li ha rifiutati”.+

Note in calce

Lett. “consacrate”.
O “bastione”.
O “la mia anima”.
Lett. “il loro orecchio è incirconciso”.
Lett. “quelli pieni di giorni”.
O “frattura”.
O “superficialità”.
O “trovate riposo per le vostre anime”.
O “insegnamento”.
O “olibano”, vedi Glossario.
Lett. “le nostre mani cadono”.
Lett. “doglie”.
Cioè Geremia.
O “esamina”.