Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Geremia 50:1-46

SOMMARIO

  • Profezia contro Babilonia (1-46)

    • “Fuggite da Babilonia” (8)

    • Israele verrà riportato indietro (17-19)

    • Le acque di Babilonia saranno prosciugate (38)

    • Babilonia resterà disabitata (39, 40)

50  Questo è ciò che Geova disse riguardo a Babilonia,+ riguardo al paese dei caldei, per mezzo del profeta Geremia:   “Annunciatelo fra le nazioni e proclamatelo. Alzate un segnale* e proclamatelo. Non nascondete nulla. Dite: ‘Babilonia è stata catturata.+ Bel è stato svergognato.+ Meròdac è terrorizzato. Le sue immagini sono state svergognate. I suoi disgustosi idoli* sono terrorizzati’.   Contro di lei, infatti, è venuta una nazione dal nord,+che rende il suo paese qualcosa di cui inorridire. Nessuno vi abita più. Sia uomo che bestia sono fuggiti;se ne sono andati”.  “In quei giorni e in quel tempo”, dichiara Geova, “il popolo d’Israele e il popolo di Giuda torneranno insieme.+ Lungo il cammino piangeranno,+ e insieme cercheranno Geova loro Dio.+  Chiederanno la strada per Sìon, con le facce rivolte in quella direzione,+ dicendo: ‘Venite e stringiamo con Geova un patto eterno che non sarà dimenticato’.+  Il mio popolo è diventato un gregge di pecore smarrite.+ I loro pastori le hanno fatte smarrire.+ Le hanno sviate facendole vagare sulle montagne, e dalle montagne alle colline. Hanno dimenticato la loro dimora.  Tutti quelli che le hanno trovate le hanno divorate,+ e i loro nemici hanno detto: ‘Non siamo colpevoli, perché loro hanno peccato contro Geova, la dimora della giustizia e la speranza dei loro antenati, Geova’”.   “Fuggite da Babilonia,uscite dal paese dei caldei+e siate come gli animali che si mettono alla testa del gregge.   Infatti sto per suscitare e per mandare contro Babiloniaun insieme di grandi nazioni dal paese del nord;+andranno contro di lei in formazione di battagliae la cattureranno. Le loro frecce sono come quelle di un guerriero:privano i padri dei loro figli+e non mancano il bersaglio. 10  La Caldèa sarà saccheggiata.+ Tutti quelli che la prederanno si sentiranno completamente sazi”,+ dichiara Geova. 11  “Voi infatti vi rallegravate+ ed esultavatenel saccheggiare la mia eredità.+ Scalpitavate come una giovenca sull’erbae nitrivate come stalloni. 12  Vostra madre è stata svergognata;+colei che vi ha partorito è stata delusa. È l’ultima delle nazioni,una distesa arida e un deserto.+ 13  A causa dell’indignazione di Geova rimarrà disabitata;+diverrà completamente desolata.+ Chiunque passerà nei pressi di Babilonia resterà a guardare inorriditoe la deriderà* per tutte le sue piaghe.+ 14  Venite contro Babilonia in formazione di battaglia da ogni parte,voi tutti che tendete l’arco. Tirate senza risparmiare alcuna freccia,+perché è contro Geova che ha peccato.+ 15  Lanciate da ogni parte un grido di guerra contro di lei. Si è arresa.* Le sue colonne sono cadute, le sue mura sono state demolite,+perché è la vendetta di Geova.+ Vendicatevi di lei. Trattatela come lei ha trattato gli altri.+ 16  Eliminate da Babilonia chi seminae chi usa la falce alla mietitura.+ A causa della spada crudele ognuno ritornerà dal proprio popolo,ognuno fuggirà al proprio paese.+ 17  “Il popolo d’Israele è una pecora smarrita.+ I leoni l’hanno dispersa.+ Prima l’ha sbranata il re d’Assiria;+ poi Nabucodònosor,* re di Babilonia, ne ha stritolato le ossa.+ 18  Pertanto questo è ciò che Geova degli eserciti, l’Iddio d’Israele, dice: ‘Tratterò il re di Babilonia e il suo paese nello stesso modo in cui ho trattato il re d’Assiria.+ 19  Riporterò Israele al suo pascolo,+ e brucherà sul Carmelo e in Bàsan;+ si sazierà* sulle montagne di Èfraim+ e di Gàlaad’”.+ 20  “In quei giorni e in quel tempo”, dichiara Geova,“si cercherà la colpa d’Israele,ma non si troverà,e non si troveranno nemmeno i peccati di Giuda,perché perdonerò quelli che avrò lasciato in vita”.+ 21  “Sali contro il paese di Meratàim e contro gli abitanti di Pecòd.+ Siano massacrati e distrutti completamente”,* dichiara Geova. “Fa’ tutto quello che ti ho comandato. 22  C’è suono di guerra nel paese,una grande catastrofe. 23  Com’è stato rotto, spezzato, il martello di tutta la terra!+ Come si è ridotta Babilonia! È divenuta qualcosa di cui inorridire fra le nazioni.+ 24  Ti ho teso un laccio e sei stata presa, o Babilonia,senza che te ne accorgessi. Sei stata trovata e catturata,+perché ti sei opposta a Geova. 25  Geova ha aperto il suo depositoe ha tirato fuori le armi della sua indignazione,+perché il Sovrano Signore, Geova degli eserciti, ha un’opera da compierenel paese dei caldei. 26  Venite contro di lei da luoghi lontani.+ Aprite i suoi granai.+ Ammucchiate le sue spoglie come fossero cereali. Distruggetela completamente.*+ Dei suoi non rimanga nessuno. 27  Massacrate tutti i suoi giovani tori;+portateli al macello. Guai a loro, perché è arrivato il loro giorno,il tempo della resa dei conti! 28  Si sente la voce di quelli che fuggono,di quelli che scappano dal paese di Babilonia,perché a Sìon si annunci la vendetta di Geova nostro Dio,la vendetta per il suo tempio.+ 29  Convocate contro Babilonia gli arcieri,+tutti quelli che tendono l’arco. Accampatevi tutt’intorno a lei; non scampi nessuno. Ripagatela in base alle sue azioni,+trattatela come lei ha trattato gli altri,+perché ha agito con arroganza contro Geova,contro il Santo d’Israele.+ 30  Perciò i suoi giovani cadranno nelle sue piazze;+in quel giorno tutti i suoi soldati moriranno”,* dichiara Geova. 31  “Ecco, io sono contro di te,+ o insolente”,+ dichiara il Sovrano Signore, Geova degli eserciti;“sta per arrivare il tuo giorno, il tempo in cui ti chiamerò a rendere conto. 32  E tu, o insolente, inciamperai e cadrai;non ci sarà nessuno a rialzarti.+ Darò alle fiamme le tue città,e il fuoco divorerà ogni cosa intorno a te”. 33  Questo è ciò che Geova degli eserciti dice: “Il popolo d’Israele e il popolo di Giuda sono oppressi,e tutti quelli che li hanno presi prigionieri li trattengono;+si rifiutano di lasciarli andare.+ 34  Ma il loro Redentore* è forte;+il suo nome è Geova degli eserciti.+ Di sicuro difenderà la loro causa,+per dare pace al paese+e per gettare lo scompiglio fra gli abitanti di Babilonia”.+ 35  “C’è una spada contro i caldei”, dichiara Geova,“contro gli abitanti di Babilonia, contro i suoi principi e contro i suoi saggi.+ 36  C’è una spada contro i suoi falsi profeti;* agiranno con stoltezza. C’è una spada contro i suoi guerrieri; saranno terrorizzati.+ 37  C’è una spada contro i loro cavalli e i loro carri da guerrae contro tutte le popolazioni miste in mezzo a lei;diverranno come donne.+ C’è una spada contro i suoi tesori; saranno saccheggiati.+ 38  C’è una devastazione sulle sue acque; saranno prosciugate.+ È un paese di immagini scolpite,+e i suoi abitanti continuano ad agire come pazzi a causa delle loro spaventose visioni. 39  Perciò gli animali del deserto vivranno con le bestie ululanti,e in lei vivranno gli struzzi.+ Non sarà mai più abitata,né sarà popolata di generazione in generazione”.+ 40  “Proprio come quando Dio devastò Sodoma e Gomorra+ e le città vicine”,+ dichiara Geova, “nessuno vi abiterà e nessuno si stabilirà lì.+ 41  Ecco, sta per arrivare un popolo dal nord. Una grande nazione e grandi re+si metteranno in marcia dalle parti più remote della terra.+ 42  Impugnano arco e giavellotto.+ Sono crudeli, e non avranno pietà.+ Quando cavalcano,il loro frastuono è come quello del mare in tempesta.+ Come un sol uomo, si schierano per la battaglia contro di te, o figlia di Babilonia.+ 43  Il re di Babilonia ne ha avuto notizia+e si è perso d’animo.*+ Si è impadronita di lui l’angoscia, la sofferenza,come quella di una donna che partorisce. 44  “Ecco, qualcuno verrà contro i pascoli sicuri proprio come un leone che esce dalla fitta boscaglia lungo il Giordano; e in un istante farò fuggire via da lei i suoi abitanti. E costituirò su di lei l’eletto.+ Infatti, chi è simile a me, e chi mi sfiderà? Quale pastore può tenermi testa?+ 45  Perciò ascoltate, o uomini, la decisione* che Geova ha preso contro Babilonia+ e quello che ha pensato contro il paese dei caldei: a causa loro i piccoli del gregge saranno sicuramente trascinati via;egli ne renderà desolati i pascoli.+ 46  Al rumore della cattura di Babilonia la terra tremerà,e si sentirà un grido fra le nazioni”.+

Note in calce

Lett. “asta”, “palo”.
Il termine ebraico sembra affine a una parola che sta per “escrementi” e viene usato in segno di disprezzo.
Lett. “fischierà”.
Lett. “Ha dato la sua mano”.
Lett. “Nabucodòrosor”, variante dello stesso nome.
O “la sua anima si sazierà”.
O “e destinati alla distruzione”.
O “Destinatela alla distruzione”.
Lett. “saranno ridotti al silenzio”.
O “Ricompratore”, “colui che li riscatta”.
O “quelli che fanno discorsi vuoti”.
Lett. “le sue mani sono cadute”.
O “consiglio”.