Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Geremia 43:1-13

SOMMARIO

  • Il popolo disubbidisce e va in Egitto (1-7)

  • Messaggio di Geova a Geremia in Egitto (8-13)

43  Quando Geremia ebbe finito di dire al popolo tutto quello che Geova loro Dio aveva dichiarato, ogni singola parola che Geova loro Dio lo aveva incaricato di riferire,  Azarìa figlio di Osaìa, Ioanàn+ figlio di Carèa e tutti gli uomini presuntuosi dissero a Geremia: “Tu menti! Geova nostro Dio non ti ha mandato a dirci: ‘Non andate a stabilirvi in Egitto’.  È Bàruc,+ figlio di Nerìa, che ti istiga contro di noi a consegnarci ai caldei, per farci mettere a morte o farci portare in esilio in Babilonia”.+  Così Ioanàn, figlio di Carèa, tutti i comandanti militari e tutto il popolo disubbidirono al comando di Geova di rimanere nel paese di Giuda.  Ioanàn, figlio di Carèa, e tutti i comandanti militari presero con sé tutti i superstiti di Giuda che, dalle nazioni in cui erano stati dispersi, erano tornati per risiedere nel paese di Giuda.+  Presero gli uomini, le donne, i bambini, le figlie del re e tutti quelli* che Nebuzaradàn,+ capo della guardia, aveva lasciato con Ghedalìa,+ figlio di Aicàm,+ figlio di Sàfan,+ oltre al profeta Geremia e a Bàruc, figlio di Nerìa.  E andarono nel paese d’Egitto, perché non ubbidirono al comando di Geova, e giunsero fino a Tàfnes.+  Lì a Tàfnes Geremia ricevette questo messaggio* di Geova:  “Prendi in mano delle grosse pietre e, alla presenza dei giudei, nascondile nel pavimento di mattoni, coprendole con della malta, all’ingresso della casa del faraone a Tàfnes. 10  Poi di’ loro: ‘Questo è ciò che Geova degli eserciti, l’Iddio d’Israele, dice: “Mando a chiamare Nabucodònosor,* re di Babilonia, mio servitore,+ e metterò il suo trono proprio sopra queste pietre che ho nascosto, e su tali pietre lui stenderà la sua tenda regale.+ 11  Verrà e colpirà il paese d’Egitto.+ Chiunque merita la piaga mortale subirà la piaga mortale, e chiunque merita la schiavitù subirà la schiavitù, e chiunque merita la spada subirà la spada.+ 12  Io darò alle fiamme i templi degli dèi d’Egitto,+ e lui li brucerà e ne porterà via prigionieri gli dèi. Avvolgerà intorno a sé il paese d’Egitto proprio come un pastore avvolge intorno a sé la sua veste; e se ne andrà in pace.* 13  Farà a pezzi le colonne* di Bet-Sèmes* nel paese d’Egitto e brucerà i templi degli dèi d’Egitto”’”.

Note in calce

O “ogni anima”.
Lett. “parola”.
Lett. “Nabucodòrosor”, variante dello stesso nome.
O “indenne”.
O “obelischi”.
O “casa (tempio) del Sole”, cioè Eliòpoli.