Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Deuteronomio 29:1-29

SOMMARIO

  • Patto con Israele in Moab (1-13)

  • Avvertimento contro la disubbidienza (14-29)

    • Cose nascoste, cose rivelate (29)

29  Queste sono le parole del patto che Geova comandò a Mosè di stipulare con il popolo d’Israele nel paese di Mòab, oltre al patto che aveva stipulato con loro in Hòreb.+  Mosè convocò quindi tutto Israele e disse: “Voi avete visto tutto quello che Geova fece davanti ai vostri occhi nel paese d’Egitto al faraone, a tutti i suoi servitori e a tutto il suo paese,+  le grandi prove che i vostri occhi hanno visto, quei grandi segni e miracoli.+  Ma fino a oggi Geova non vi ha dato un cuore per capire, occhi per vedere e orecchi per sentire.+  ‘Mentre vi guidavo per 40 anni nel deserto,+ le vostre vesti non vi si consumarono addosso e i vostri sandali non vi si consumarono ai piedi.+  Non mangiaste pane e non beveste vino né altre bevande alcoliche, così che capiste che io sono Geova vostro Dio’.  Alla fine siete arrivati in questo luogo e Sihòn, re di Èsbon,+ e Og, re di Bàsan,+ sono usciti per affrontarci in battaglia, ma noi li abbiamo sconfitti.+  Poi abbiamo preso il loro paese e lo abbiamo dato in eredità ai rubeniti, ai gaditi e alla mezza tribù dei manassiti.+  Osservate dunque le parole di questo patto e mettetele in pratica, così che tutto quello che farete abbia successo.+ 10  “Oggi siete tutti davanti a Geova vostro Dio: i capi delle vostre tribù, i vostri anziani, i vostri responsabili, ogni uomo d’Israele, 11  i vostri bambini, le vostre mogli+ e gli stranieri che risiedono+ nel vostro accampamento, da colui che raccoglie la legna per voi a colui che attinge l’acqua per voi. 12  Sei qui per accettare il patto di Geova tuo Dio e il suo giuramento, che oggi Geova tuo Dio stipula con te+ 13  per fare oggi di te il suo popolo+ e per essere il tuo Dio,+ proprio come ha promesso a te e proprio come giurò ai tuoi antenati, ad Abraamo,+ Isacco+ e Giacobbe.+ 14  “Ora non è solo con voi che stipulo questo patto e faccio questo giuramento: 15  è con quelli che oggi sono qui con noi davanti a Geova nostro Dio e con quelli che oggi non sono qui con noi. 16  (Voi, infatti, sapete bene come siamo vissuti nel paese d’Egitto e come siamo passati in mezzo a varie nazioni durante il nostro viaggio.+ 17  E avete visto le loro cose detestabili e i loro disgustosi idoli*+ di legno e pietra, argento e oro, che erano in mezzo a loro.) 18  Fate attenzione che oggi non ci sia fra voi uomo, donna, famiglia o tribù il cui cuore si allontani da Geova nostro Dio per andare a servire gli dèi di quelle nazioni,+ e che non ci sia fra voi radice che produca frutti velenosi e assenzio.+ 19  “Ma se qualcuno sente le parole di questo giuramento e si vanta in cuor suo dicendo: ‘Avrò pace, anche se mi ostino a camminare nelle vie del mio cuore’, e arriva a distruggere tutto* lungo il suo cammino, 20  Geova non sarà disposto a perdonarlo.+ Piuttosto, la grande ira di Geova divamperà contro quell’uomo, e l’intera maledizione scritta in questo libro di sicuro verrà su di lui,+ e certamente Geova ne cancellerà il nome sotto il cielo. 21  Geova quindi lo separerà da tutte le tribù d’Israele per colpirlo con la calamità in base all’intera maledizione del patto che è scritto in questo libro della Legge. 22  “Quando la futura generazione dei vostri figli e lo straniero di una terra lontana avranno visto le piaghe del paese, le malattie con cui Geova l’avrà colpito 23  — zolfo, sale e fuoco, così che l’intero paese non sarà seminato, né germoglierà, né vi spunterà vegetazione, come nel caso della distruzione di Sodoma e Gomorra,+ Adma e Zeboiìm,+ che Geova distrusse nella sua collera e nella sua ira — 24  loro e tutte le nazioni diranno: ‘Perché Geova ha trattato così questo paese?+ Perché questa grande ira ardente?’ 25  Allora si sentiranno rispondere: ‘È perché infransero il patto di Geova,+ l’Iddio dei loro antenati, che egli stipulò con loro quando li fece uscire dal paese d’Egitto.+ 26  E andarono a servire altri dèi e si inchinarono davanti a loro, dèi che non avevano conosciuto e che egli non aveva permesso loro di adorare.*+ 27  Quindi l’ira di Geova divampò contro quel paese facendo venire su di esso tutte le maledizioni scritte in questo libro.+ 28  Perciò Geova li sradicò dalla loro terra con ira,+ furore e grande indignazione e li deportò in un altro paese, dove si trovano oggi’.+ 29  “Le cose nascoste appartengono a Geova nostro Dio,+ ma le cose rivelate appartengono a noi e ai nostri discendenti per sempre, così che possiamo mettere in pratica tutte le parole di questa Legge.+

Note in calce

Il termine ebraico sembra affine a una parola che sta per “escrementi” e viene usato in segno di disprezzo.
Lett. “l’irriguo insieme all’arido”.
Lett. “non aveva loro assegnato”.