Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Daniele 7:1-28

SOMMARIO

  • Visione delle quattro bestie (1-8)

    • Spunta un piccolo corno (8)

  • L’Antico di Giorni (9-14)

    • Figlio dell’uomo fatto re (13, 14)

  • A Daniele viene data l’interpretazione (15-28)

    • Le quattro bestie sono quattro re (17)

    • I santi riceveranno il regno (18)

    • Sorgeranno 10 corna, cioè re (24)

7  Nel primo anno di Baldassarre,+ re di Babilonia, Daniele, mentre era a letto, fece un sogno ed ebbe visioni nella sua mente.+ Scrisse poi il sogno,+ raccontandolo in modo completo.  Daniele dichiarò: “Nelle visioni che ebbi durante la notte, vidi i quattro venti dei cieli agitare il vasto mare.+  E quattro grosse bestie+ uscivano dal mare, ognuna diversa dalle altre.  “La prima era simile a un leone+ e aveva ali d’aquila.+ Mentre guardavo, le furono strappate le ali, fu sollevata da terra e fatta stare su due zampe come fosse un uomo, e le fu dato un cuore d’uomo.  “Ed ecco un’altra bestia, la seconda, simile a un orso.+ Stava alzata su un lato e aveva tre costole in bocca, fra i denti. Le fu detto: ‘Alzati, mangia molta carne’.+  “Dopo questo continuai a guardare e vidi un’altra bestia, simile a un leopardo,+ ma con quattro ali d’uccello sul dorso. La bestia aveva quattro teste,+ e le fu data l’autorità di governare.  “Dopo questo continuai a guardare, e nelle visioni della notte vidi una quarta bestia, spaventosa, terribile ed eccezionalmente forte. Aveva grandi denti di ferro. Divorava e stritolava, e quello che rimaneva lo calpestava con le zampe.+ Era diversa da tutte le bestie precedenti e aveva 10 corna.  Mentre osservavo le corna, spuntò fra loro un altro corno, piccolo,+ davanti al quale tre delle prime corna furono tolte via. In questo corno c’erano occhi d’uomo e una bocca che parlava con arroganza.*+  “Continuai a guardare: furono collocati dei troni e l’Antico di Giorni+ si sedette.+ La sua veste era bianca come la neve,+ e i suoi capelli erano come lana pura. Il suo trono era fiamme di fuoco, con ruote di fuoco ardente.+ 10  Un fiume di fuoco scorreva uscendo davanti a lui.+ Mille migliaia lo servivano e diecimila miriadi* stavano in piedi davanti a lui.+ La Corte+ si sedette, e furono aperti dei libri. 11  “Continuai a guardare a causa del suono delle parole arroganti* che il corno proferiva.+ Mentre guardavo, la bestia fu uccisa e il suo corpo fu distrutto e gettato nel fuoco perché bruciasse. 12  Le altre bestie,+ invece, furono private del loro dominio, e la loro vita fu prolungata per un tempo e una stagione. 13  “Continuai a guardare, e nelle visioni della notte vidi venire con le nubi del cielo qualcuno simile a un figlio dell’uomo;+ fu ammesso al cospetto dell’Antico di Giorni+ e fu condotto davanti a Lui. 14  E gli furono dati dominio,+ onore+ e un regno, perché le genti di ogni popolo, nazione e lingua lo servissero.+ Il suo dominio è un dominio eterno che non avrà fine, e il suo regno non sarà distrutto.+ 15  “Quanto a me, Daniele, il mio spirito si agitò dentro di me, perché le visioni che avevo avuto nella mia mente mi avevano spaventato.+ 16  Mi avvicinai a uno di quelli che stavano lì in piedi per chiedergli il vero significato di queste cose. Lui mi rispose dandomene l’interpretazione: 17  “‘Queste grosse bestie, quattro di numero,+ sono quattro re che sorgeranno dalla terra.+ 18  Ma i santi del Supremo+ riceveranno il regno,+ e possederanno il regno+ per sempre, per tutta l’eternità’. 19  “Quindi volli sapere di più sulla quarta bestia, che era diversa da tutte le altre, estremamente spaventosa, con denti di ferro e artigli di rame, che divorava e stritolava, e calpestava con le zampe quello che rimaneva,+ 20  e anche sulle 10 corna+ che aveva sulla testa, e sull’altro corno che era spuntato e davanti al quale 3 corna erano cadute,+ quel corno che aveva occhi e una bocca che parlava con arroganza* e che appariva più grande degli altri. 21  “Continuai a guardare mentre quel corno faceva guerra ai santi e prevaleva su di loro,+ 22  finché venne l’Antico di Giorni+ e fu pronunciato il giudizio a favore dei santi del Supremo,+ e arrivò il tempo stabilito perché i santi prendessero possesso del regno.+ 23  “Poi disse questo: ‘La quarta bestia è un quarto regno che ci sarà sulla terra. Sarà diverso da tutti gli altri regni e divorerà, calpesterà e stritolerà tutta la terra.+ 24  Le 10 corna sono 10 re che sorgeranno da quel regno; dopo di loro ne sorgerà un altro ancora, che sarà diverso dai primi e umilierà 3 re.+ 25  Proferirà parole contro l’Altissimo+ e perseguiterà di continuo i santi del Supremo. Avrà intenzione di cambiare i tempi e la legge, e i santi gli saranno dati in mano per un tempo, dei tempi e la metà di un tempo.*+ 26  Ma la Corte si riunì, e gli fu tolto il dominio perché fosse annientato e distrutto completamente.+ 27  “‘E il regno, il dominio e la grandezza dei regni sotto tutti i cieli furono dati al popolo dei santi del Supremo.+ Il loro regno è un regno eterno,+ e tutte le potenze li serviranno e ubbidiranno a loro’. 28  “Qui finisce il racconto. Quanto a me, Daniele, i miei pensieri mi spaventarono molto, tanto che impallidii.* Eppure custodii la cosa nel mio cuore”.

Note in calce

O “si vantava”.
O “10.000 volte 10.000”.
O “parole di vanto”.
O “si vantava”.
Cioè tre tempi e mezzo.
O “il mio aspetto cambiò”.