Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Secondo libro delle Cronache 9:1-31

SOMMARIO

  • La regina di Saba fa visita a Salomone (1-12)

  • Ricchezze di Salomone (13-28)

  • Morte di Salomone (29-31)

9  La regina di Saba+ sentì parlare della fama di Salomone; allora andò a Gerusalemme per metterlo alla prova con domande difficili.* Arrivò accompagnata da un seguito davvero notevole, con cammelli che portavano olio di balsamo e grandi quantità di oro+ e pietre preziose. Si presentò a Salomone e gli parlò di tutto quello che le stava a cuore.+  Salomone rispose quindi a tutte le sue domande; non ci fu niente di così difficile* che non potesse spiegarle.  Quando la regina di Saba ebbe visto la sapienza di Salomone,+ la casa che aveva costruito,+  i cibi della sua tavola,+ la disposizione dei posti dei suoi servitori, il servizio a tavola dei suoi camerieri e i loro abiti, i suoi coppieri e i loro abiti, e gli olocausti che offriva regolarmente nella casa di Geova,+ rimase a bocca aperta.*  Quindi disse al re: “Quello che avevo sentito dire nel mio paese sulle cose che hai realizzato* e sulla tua sapienza era vero.  Ma non ci ho creduto finché non sono venuta a vedere con i miei occhi.+ In effetti, non mi era stata riferita neanche la metà della tua grande sapienza.+ Hai superato di gran lunga quello che avevo sentito dire.+  Felici i tuoi uomini, e felici i tuoi servitori che stanno sempre davanti a te e ascoltano la tua sapienza!  Sia lodato Geova tuo Dio, che si è compiaciuto di te mettendoti sul suo trono come re per Geova tuo Dio. Dato che il tuo Dio ama Israele+ e vuole farlo durare per sempre, ti ha nominato re su di esso affinché tu amministri diritto e giustizia”.  La regina diede quindi al re 120 talenti* d’oro+ e una gran quantità di olio di balsamo e di pietre preziose. Nessuno portò mai più olio di balsamo come quello che la regina di Saba aveva dato al re Salomone.+ 10  Inoltre i servitori di Hìram e i servitori di Salomone, che avevano portato oro da Òfir,+ portarono anche legname di sandalo e pietre preziose.+ 11  Con il legname di sandalo il re fece le scale per la casa di Geova+ e per la casa* del re,+ oltre a cetre e ad altri strumenti a corda per i cantori.+ Nel paese di Giuda non si era mai visto niente di simile. 12  Il re Salomone diede alla regina di Saba qualsiasi cosa desiderasse e chiedesse, più* di quello che lei gli aveva portato. Dopodiché la regina partì e tornò al suo paese insieme ai suoi servitori.+ 13  E il peso dell’oro che Salomone riceveva in un anno ammontava a 666 talenti,+ 14  senza contare quello che proveniva dai mercanti, dai commercianti e da tutti i re degli arabi e i governatori del paese che portavano oro e argento a Salomone.+ 15  Il re Salomone fece 200 scudi grandi in lega d’oro+ (ogni scudo era ricoperto da 600 sicli* di lega d’oro)+ 16  e 300 scudi piccoli in lega d’oro (ogni scudo piccolo era ricoperto da 3 mine* d’oro). Quindi li mise nella Casa della Foresta del Libano.+ 17  Il re fece inoltre un grande trono d’avorio e lo rivestì d’oro puro.+ 18  C’erano 6 gradini che portavano al trono, e attaccato a esso c’era uno sgabello d’oro; il trono aveva braccioli ai lati, e 2 leoni+ stavano accanto ai braccioli. 19  Sui 6 gradini c’erano 12 leoni,+ uno su ciascuna estremità dei 6 gradini. In nessun altro regno era stata fatta una cosa simile. 20  Tutte le coppe del re Salomone erano d’oro e tutti gli utensili della Casa della Foresta del Libano erano d’oro puro. Niente era d’argento, perché ai giorni di Salomone l’argento non valeva nulla.+ 21  Le navi del re, infatti, andavano a Tàrsis+ con i servitori di Hìram;+ una volta ogni tre anni le navi di Tàrsis arrivavano cariche di oro, argento, avorio,+ scimmie e pavoni. 22  Il re Salomone fu più grande di tutti gli altri re della terra per ricchezza e sapienza.+ 23  E i re di tutta la terra chiedevano udienza* a Salomone per ascoltare la sapienza che il vero Dio aveva messo nel suo cuore.+ 24  Anno dopo anno, ognuno di loro portava un dono: oggetti d’argento e d’oro, vesti,+ armi, olio di balsamo, cavalli e muli. 25  E Salomone aveva 4.000 stalle per i suoi cavalli e i suoi carri e 12.000 cavalli,*+ che dislocò nelle città dei carri e vicino a sé a Gerusalemme.+ 26  Dominava su tutti i re dal Fiume* al paese dei filistei, e al confine con l’Egitto.+ 27  Il re rese l’argento a Gerusalemme abbondante come le pietre, e il legno di cedro abbondante come i sicomori che sono nella Sefèla.+ 28  E dall’Egitto+ e da tutti gli altri paesi venivano portati cavalli a Salomone. 29  Quanto al resto della storia di Salomone,+ dall’inizio alla fine, non è forse riportato negli scritti di Nàtan+ il profeta, nella profezia di Ahìa+ il silonita e nel racconto delle visioni di Iddo+ il visionario riguardanti Geroboàmo,+ figlio di Nebàt? 30  Salomone regnò a Gerusalemme su tutto Israele per 40 anni. 31  Alla fine morì,* e fu sepolto nella Città di Davide suo padre;+ e suo figlio Roboàmo diventò re al suo posto.+

Note in calce

O “enigmi”.
Lett. “niente di nascosto”.
Lett. “non ci fu più spirito in lei”.
O “sulle tue parole”.
Un talento corrispondeva a 34,2 kg. Vedi App. B14.
O “palazzo”.
O forse “in aggiunta a doni corrispondenti al valore”.
Un siclo corrispondeva a 11,4 g. Vedi App. B14.
La mina menzionata nelle Scritture Ebraiche corrispondeva a 570 g. Vedi App. B14.
Lett. “cercavano la faccia”.
O “cavalieri”.
Cioè l’Eufrate.
Lett. “giacque con i suoi padri”.