Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Secondo libro delle Cronache 3:1-17

SOMMARIO

  • Salomone comincia a costruire il tempio (1-7)

  • Il Santissimo (8-14)

  • Le due colonne di rame (15-17)

3  Allora Salomone cominciò a costruire la casa di Geova+ a Gerusalemme sul monte Morìa,+ dove Geova era apparso a suo padre Davide,+ nel luogo che Davide aveva preparato nell’aia di Ornàn+ il gebuseo.  Avviò i lavori il 2o giorno del 2o mese, nel 4o anno del suo regno.  E le fondamenta che Salomone pose per la costruzione della casa del vero Dio avevano una lunghezza di 60 cubiti e una larghezza di 20 cubiti,+ secondo la misura precedente.*  L’atrio* sul davanti era largo 20 cubiti, quanto la casa,* e alto 120;* e all’interno Salomone lo rivestì d’oro puro.+  Rivestì la grande casa con pannelli di legno di ginepro, dopodiché la ricoprì d’oro fino+ e la decorò con figure di palme+ e con catenelle.+  Inoltre ornò la casa di splendide pietre preziose;+ e l’oro+ che usò proveniva da Parvàim.  Rivestì d’oro+ la casa, le travi, le soglie, le pareti e le porte, e intagliò cherubini sulle pareti.+  Fece poi il locale* del Santissimo:+ la sua larghezza era di 20 cubiti, corrispondente alla larghezza della casa, e la sua lunghezza era di 20 cubiti. Lo ricoprì di 600 talenti* d’oro fino.+  Il peso dell’oro per i chiodi fu di 50 sicli,* e rivestì d’oro le stanze superiori. 10  Nel locale* del Santissimo fece le statue di 2 cherubini e le ricoprì d’oro.+ 11  Le ali dei cherubini+ erano lunghe complessivamente 20 cubiti; un’ala del 1o cherubino era lunga 5 cubiti e toccava una parete della casa, mentre l’altra ala era lunga 5 cubiti e toccava un’ala dell’altro cherubino. 12  E un’ala dell’altro cherubino era lunga 5 cubiti e toccava l’altra parete della casa, mentre l’altra ala era lunga 5 cubiti e toccava un’ala del 1o cherubino. 13  L’estensione delle ali di questi cherubini era di 20 cubiti; ed essi stavano in piedi con le facce rivolte verso l’interno.* 14  Salomone fece anche la cortina*+ di filo blu, lana color porpora, filo cremisi e tessuto fine, con dei cherubini ricamati sopra.+ 15  Davanti alla casa fece poi 2 colonne+ alte 35 cubiti, e il capitello su ogni colonna era di 5 cubiti.+ 16  Fece catenelle a forma di collane e le mise in cima alle colonne, e fece 100 melagrane e le mise sulle catenelle. 17  Eresse le colonne davanti al tempio, una a destra* e una a sinistra;* chiamò quella di destra Iàchin* e quella di sinistra Bòaz.*

Note in calce

Un cubito corrispondeva normalmente a 44,5 cm, ma alcuni ritengono che “la misura precedente” si riferisca al cubito lungo, che corrispondeva a 51,8 cm. Vedi App. B14.
O “portico”.
O “si estendeva per 20 cubiti, per tutta la larghezza della casa”.
L’unità di misura è incerta.
Lett. “casa”.
Un talento corrispondeva a 34,2 kg. Vedi App. B14.
Un siclo corrispondeva a 11,4 g. Vedi App. B14.
Lett. “casa”.
Cioè verso il Santo.
O “a sud”.
O “a nord”.
Significa “[Geova] stabilisca saldamente”.
Forse significa “in forza”.