Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Secondo libro delle Cronache 27:1-9

SOMMARIO

  • Iotam, re di Giuda (1-9)

27  Iòtam+ aveva 25 anni quando diventò re, e regnò 16 anni a Gerusalemme. Sua madre era Ierùsa, figlia di Zàdoc.+  Iòtam continuò a fare ciò che era giusto agli occhi di Geova, proprio come aveva fatto suo padre Uzzìa,+ ma a differenza del padre non entrò in modo illecito nel tempio di Geova.+ Il popolo, però, agiva ancora rovinosamente.  Iòtam costruì la porta superiore della casa di Geova,+ e fece molti lavori di costruzione sulle mura dell’Òfel.+  Inoltre costruì città+ nella regione montuosa di Giuda,+ e fortezze+ e torri+ nelle zone boschive.  Mosse guerra al re degli ammoniti+ e alla fine li vinse, tanto che gli ammoniti gli diedero quell’anno 100 talenti* d’argento, 10.000 cor* di frumento e 10.000 d’orzo. Questo è ciò che gli pagarono anche nel secondo e nel terzo anno.+  Così Iòtam diventò sempre più forte, perché rese stabili* le sue vie davanti a Geova suo Dio.  Il resto della storia di Iòtam, tutte le sue guerre e le sue opere, è riportato nel Libro dei re d’Israele e di Giuda.+  Aveva 25 anni quando diventò re, e regnò 16 anni a Gerusalemme.+  Alla fine Iòtam morì,* e fu sepolto nella Città di Davide;+ e suo figlio Àcaz diventò re al suo posto.+

Note in calce

Un talento corrispondeva a 34,2 kg. Vedi App. B14.
Un cor corrispondeva a 220 l. Vedi App. B14.
O “preparò”.
Lett. “giacque con i suoi padri”.