Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Primo libro delle Cronache 28:1-21

SOMMARIO

  • Discorso di Davide sulla costruzione del tempio (1-8)

  • Istruzioni a Salomone; fornito il piano architettonico (9-21)

28  Davide radunò poi a Gerusalemme tutti i principi d’Israele: i principi delle tribù, i capi delle divisioni+ che servivano il re, i capi di migliaia e i capi di centinaia,+ quelli che avevano la responsabilità di tutti i beni e del bestiame del re+ e dei suoi figli,+ i funzionari di corte e tutti gli uomini potenti e capaci.+  Quindi il re Davide si alzò in piedi e disse: “Ascoltatemi, fratelli miei e popolo mio. Desideravo di tutto cuore costruire una casa che fosse una dimora permanente per l’Arca del Patto di Geova e uno sgabello per i piedi del nostro Dio,+ e feci preparativi per la costruzione.+  Ma il vero Dio mi disse: ‘Tu non costruirai una casa per il mio nome,+ perché sei un uomo di guerra e hai sparso sangue’.+  Comunque, di tutta la casa di mio padre, Geova, l’Iddio d’Israele, scelse me perché diventassi re su Israele per sempre;+ aveva infatti scelto Giuda come condottiero,+ e della casa di Giuda, la casa di mio padre,+ e dei figli di mio padre, approvò me facendomi re su tutto Israele.+  E di tutti i miei figli — e Geova mi ha dato molti figli+ — scelse mio figlio Salomone+ perché sedesse sul trono del regno di Geova su Israele.+  “Mi disse: ‘Tuo figlio Salomone è colui che costruirà la mia casa e i miei cortili, perché l’ho scelto come figlio e io diventerò suo padre.+  Se sarà determinato a osservare i miei comandamenti e le mie decisioni giudiziarie+ come fa ora, stabilirò saldamente il suo regno per sempre’.+  Perciò davanti agli occhi di tutto Israele, la congregazione di Geova, e agli orecchi del nostro Dio, vi dico: ricercate e osservate scrupolosamente tutti i comandamenti di Geova vostro Dio, così da possedere il buon paese+ e passarlo ai vostri figli dopo di voi come eredità permanente.  “E tu, Salomone, figlio mio, conosci l’Iddio di tuo padre e servilo con cuore completo*+ e con animo* volenteroso,* perché Geova scruta tutti i cuori+ e discerne ogni inclinazione dei pensieri.+ Se lo cercherai si lascerà trovare da te,+ ma se lo abbandonerai ti respingerà per sempre.+ 10  Ecco, Geova ti ha scelto perché tu costruisca una casa come santuario. Sii coraggioso e mettiti all’opera”. 11  Davide diede quindi a suo figlio Salomone il piano architettonico+ dell’atrio*+ e delle varie stanze della casa, dei suoi depositi, delle sue stanze superiori, delle sue stanze interne e della casa del propiziatorio.*+ 12  Gli diede il piano architettonico di tutto quello che gli era stato trasmesso per ispirazione* riguardo ai cortili+ della casa di Geova, a tutte le sale da pranzo intorno a essa, ai tesori della casa del vero Dio e ai tesori delle cose consacrate.*+ 13  Gli diede anche istruzioni per le divisioni dei sacerdoti+ e dei leviti, per tutti i compiti legati al servizio della casa di Geova e per tutti gli utensili del servizio della casa di Geova. 14  Indicò inoltre il peso dell’oro, l’oro per tutti gli utensili per i vari servizi, e il peso di tutti gli utensili d’argento e di tutti gli utensili per i vari servizi; 15  e il peso dei candelabri d’oro+ e delle loro lampade d’oro, il peso dei vari candelabri e delle loro lampade, e il peso dei candelabri d’argento, di ciascun candelabro con le sue lampade in base all’utilizzo; 16  e il peso dell’oro per le tavole del pane in pile,*+ per ciascuna tavola, e l’argento per le tavole d’argento; 17  e il peso dell’oro puro per i forchettoni, le scodelle e le brocche, il peso delle coppe d’oro,+ di ciascuna coppa, e il peso delle coppe d’argento, di ciascuna coppa. 18  Indicò anche il peso dell’oro fino per l’altare dell’incenso+ e per la rappresentazione del carro,+ cioè i cherubini+ d’oro che spiegano le ali in modo da coprire l’Arca del Patto di Geova. 19  Davide disse: “La mano di Geova fu su di me, ed egli mi diede perspicacia perché mettessi per iscritto+ tutti i dettagli del piano architettonico”.+ 20  Davide poi disse a suo figlio Salomone: “Sii coraggioso e forte, e mettiti all’opera. Non aver paura e non provare terrore, perché Geova Dio, il mio Dio, è con te.+ Non ti lascerà né ti abbandonerà,+ ma sarà con te finché tutto il lavoro per il servizio della casa di Geova non sia completato. 21  Ed ecco le divisioni dei sacerdoti+ e dei leviti+ per tutto il servizio della casa del vero Dio. Hai a disposizione lavoratori volenterosi e abili in ogni tipo di servizio,+ oltre ai principi+ e a tutto il popolo che eseguiranno tutte le tue istruzioni”.

Note in calce

O “completamente devoto”.
O “anima”.
O “dilettevole”, “contento”.
O “portico”.
O “espiazione”.
Lett. “mediante lo spirito”.
O “dedicate”.
Cioè il pane di presentazione.